Trasferimento ufficio immigrazione: proteste dalla Lega Nord

I consiglieri Polidori, Sain e Bernobich (Ln) insorgono contro un eventuale trasloco a Valmaura: «Si va verso intasamento dei mezzi pubblici e centinaia di immigrati in zona residenziale»

Foto di repertorio

Il neoquestore La Vigna ha di recente palesato l'intenzione di spostare l'ufficio immigrazione in via Mascagnidall'attuale sede nel centro cittadino al commissariato di San Sabba. Decisione che ha sollevato reazioni contrarie da parte della Lega Nord, a partire dal capogruppo in consiglio comunale Paolo Polidori insieme al presidente della settima Circoscrizione Roberto Sain, che dichiarano: «Desta perplessità se non stupore la dichiarazione del questore di Trieste La Vigna, che si prende la briga di "ridare dignità alle persone in attesa per regolarizzare la propria posizione", spostando l'ufficio immigrazione dalla Questura di via Teatro Romano al Commissariato di San Sabba, ubicato in un rione, quello di Valmaura, che non si presta, per le sue caratteristiche urbanistiche ed abitative, ad accogliere il certo consistente numero di immigrati che persisteranno in zona». 

«E proprio il fatto di trovarsi in una zona semiperiferica della città - spiegano Polidori e Sain - ci pone il forte dubbio che la scelta non sia per nulla azzeccata: è vero che la presenza delle Forze dell'ordine è garantita, ma cosa faranno tutte queste persone per tante ore, in una zona poco servita? Se poi si dovranno spostare da e verso il centro, potrebbero creare intasamento sui mezzi pubblici? E soprattutto, cosa ne penseranno di questa iniziativa unilaterale i residenti di Valmaura? E infine, è stato consultato il Comune di Trieste per eventualmente scegliere insieme una soluzione più opportuna? Non ci fermeremo qui - concludono gli esponenti della Lega - questa decisione ci lascia moltissimi dubbi, sentiremo i cittadini di Valmaura e, se il caso, promuoveremo anche una raccolta di firme tra i cittadini per far recedere il Questore da questa scelta forse non troppo ben ponderata»

Dello stesso avviso il consigliere della VII circoscrizione Stefano Bernobich:  «Questa notizia mi preoccupa non poco in quanto centinaia di persone vengono dirottate in una zona periferica prettamente residenziale, già povera di servizi. Ricordo le scene di persone sedute ovunque attorno alla Questura che spero di non veder ripetere nel nostro rione. Esprimo inoltre preoccupazione per i trasporti pubblici, in quanto le linee bus 19 - 20 - 21 potrebbero diventare invivibili come lo è la linea 10, per la sicurezza della zona e per il decoro. Spero comunque di venir smentito»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Test Invalsi obbligatori per superiori e medie, ecco le date e i contenuti delle prove

  • Errore tecnico dell’Inps nel calcolo delle pensioni di dicembre e gennaio: ecco cosa fare

  • Fondo milanese si "disfa" delle sue proprietà, venduti 1300 metri quadrati alle Torri

  • ​Impermeabilizzazioni edili, come rendere il terrazzo sicuro e resistente senza spendere troppo

  • Chiude il "Caffè dei libri": il tribunale dichiara il fallimento

  • “Era il ‘Bronx’, oggi è un gioiello” l'evoluzione di borgo San Sergio per i residenti (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento