Trasporto pubblico, Cecco (FareAmbiente): «Biglietto gratuito per tutti»

«Si incentiverebbe l'uso del mezzo pubblico contrastando l'inquinamento provocato dal traffico e dai mezzi privati»

«Il Governo prepara la manovra bis, grande pensata per la lotta all'evasione: multe fino a 200 euro per chi è senza biglietto nel bus. Fermo restando che le regole valgono per tutti, resto dell'idea che una soluzione utile su molti fronti oggi più che mai è invece il servizio pubblico gratuito». Così dichiara Giorgio Cecco coordinatore regionale di FareAmbiente.

«L'evasione da combattere è ben altra e di portata sicuramente molto più significativa, credo e non è una provocazione, si debba pensare invece al biglietto gratuito, certo in primis per le famiglie e i cittadini in difficoltà, ma valutare la possibilità che sia per tutti - sottolinea Cecco».
«Considerando che il ricavo proveniente dai biglietti è soltanto una parte del totale, spesso non supera il 30% e che si potrebbero trovare comunque altre possibilità di entrate, tale soluzione sarebbe utile per incentivare l'uso del mezzo pubblico anche nell'ottica di contrasto dell'inquinamento provocato dal traffico e dai mezzi privati», conclude Cecco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trieste usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Nuova ordinanza Fvg: confermato blocco fino a Pasquetta e obbligo di mascherine e guanti nei supermercati

  • Torna a salire il numero dei positivi in Fvg: 92 contagiati, Trieste la più colpita

  • Fermato fuori casa ma doveva essere in quarantena perché positivo: denunciato

  • Coronavirus: arriva la mappa dei contagi in FVG, interattiva e suddivisa per comuni

  • Coronavirus, in Fvg cala il numero dei contagiati e cresce quello dei guariti

Torna su
TriestePrima è in caricamento