Trieste Running Festival, Polidori: "Informazione partita male e arrivata peggio"

"Nessuno ha pensato di escludere dalla gara gli atleti africani e la decisione di non pagare ingaggi a questi atleti persegue un altissimo valore morale. Mettiamo da parte strumentalizzazioni, malafede, campagna elettorale, offese, accuse e controaccuse: c’è di mezzo un patrimonio di tutta la città"

Foto di repertorio

"Nessuno, dico nessuno, si è mai sognato di escludere dalla gara gli atleti africani" lo dichiara il vicesindaco di Trieste Paolo Polidori in merito alla decisione della ASD Miramar di ingaggiare soltanto atleti europei per non coinvolgere -come ha dichiarato il presidente dell'associazione Fabio Carini- manager sfruttatori di atleti africani.

Trieste Running Festival, Roberti: "Nessun atleta è escluso, valutiamo querele"

Questo l'appello del vicesindaco: "Fermiamoci un attimo e ragioniamo. Mettiamo da parte strumentalizzazioni, malafede, campagna elettorale, offese, accuse e controaccuse: c’è di mezzo un patrimonio di tutta la città: il Trieste Running Festival, che rischia di andarci di mezzo come immagine, a causa di un’informazione che evidentemente può essere partita male ma arrivata peggio. Nessuno ha pensato di escludere dalla gara gli atleti africani e la decisione di non pagare ingaggi a questi atleti persegue un altissimo valore morale: è cioè finalizzata a non continuare a foraggiare i manager, che sfruttano gli atleti, obbligandoli a partecipare a più gare possibili, lasciando loro solo le briciole dei premi che non possono nemmeno essere intascate direttamente dai vincitori".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ecco che allora gli organizzatori, così come è già successo da altre parti (vedi Maratonina di Lucca, -con sindaco PD, ndr-), non pagheranno più ingaggi: questo vuol dire che chiunque può  iscriversi liberamente, e se vince si intasca per sé il premio, senza intermediari. È quindi una iniziativa di alto valore etico, che invece ha preso una connotazione completamente diversa, vuoi per titoli sensazionalistici e superficiali prima, gonfiata da chi ha preso la palla al balzo poi, ma ci metto per obiettività forse un’informazione data che meritava un maggiore approfondimento. Io spero che la responsabilità di tutti, istituzioni, media e politici, riporti questa manifestazione nella sua giusta collocazione di grande evento internazionale che rappresenterà Trieste e le sue eccezionali qualità di città multiculturale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Frontiere aperte solo per i residenti in Fvg", l'apertura del premier sloveno

  • Da domani mascherine non più obbligatorie all'aperto e a distanza

  • Tragedia sulle rive: cinquantenne muore dopo una caduta in mare

  • Grave incidente a Capodistria: motociclista triestino perde una gamba

  • La dieta a Zona per dimagrire e migliorare le funzioni dell'organismo: come funziona

  • Covid 19: nessun morto in Fvg nelle ultime 48 ore, due nuovi casi a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento