Immigrazione, Ussai (M5s): «Rivedere il piano per dare risposte concrete»

«L'ambito più critico dell'intero "Programma immigrazione" riguarda i minori stranieri non accompagnati»

«Apprendiamo dalla stampa che l'assessore regionale Roberti ha proposto la cancellazione di una serie di interventi dal "Piano immigrazione" per un taglio totale di 1.153.518 euro con lo scopo di "ridistribuire opportunamente risorse ai cittadini". Parallelamente, ha "finanziato con 50.000 euro l'azione che riguarda il rientro volontario assistito". Aspettando di leggere la delibera, ci permettiamo di evidenziare all'assessore che l'ambito più critico dell'intero "Programma immigrazione" riguarda i minori stranieri non accompagnati (MSNA)».
A sottolinearlo è Andrea Ussai, capogruppo del MoVimento 5 Stelle in Consiglio regionale.

«Dai dati contenuti nel Piano Immigrazione 2018 si evince una crescita nel corso del 2017 dei MSNA, passati da una presenza di 371 a fine marzo a 458 a fine settembre, con una netta prevalenza di ragazzi di 17 anni, circa il 67% del totale».
«Riguardo alle nazionalità, i giovani provenienti dal Kosovo rappresentano il 30,9% del totale, quelli provenienti
dall'Albania il 16,6% del totale. Quasi il 50% quindi proviene da territori che sicuramente non sono interessati in questo momento da guerre o carestie».
«Ferma restando la necessità di tutelare i minori e di garantire l'aiuto necessario ai Comuni, che per legge devono farsi carico dei minori non accompagnati, ci chiediamo se sia corretto dedicare i fondi del Piano immigrazione a questi ragazzi o se tali costi andrebbero più correttamente presi dai fondi dedicati alla cooperazione e allo sviluppo, dato che stiamo finanziamo per lo più borse di studio, con tanto di vitto e alloggio».

«La Regione dovrebbe farsi portavoce presso il Governo per la stipula di accordi con i Paesi di origine per disincentivare l'arrivo in Italia attraverso canali illegali e non sicuri che, oltre a causare la scomparsa di numerosi minori, ha portato la nostra Regione a una previsione di spesa per quest'anno di 4.8 milioni di euro (tre quarti dell'intero budget destinato per tutte le azioni del 2018)».
«Auspichiamo che, dopo queste "azioni spot" messe in atto dalla Giunta che certamente non risolveranno il problema immigrazione, si possa presto confrontarsi nel merito in seno alla Commissione regionale e con la Consulta delle persone immigrate, per rivedere in modo partecipato il "Piano immigrazione" e dare risposte
concrete a tutti i nostri concittadini
», conclude Ussai.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tuiach porta in tribunale Parisi ma perde la causa

  • Sara Gama corregge giornalista di Sky: "Trieste è in Venezia Giulia"

  • Natale, come arredare l'appartamento con stile ed eleganza

  • Brutto incidente in superstrada, due persone a Cattinara

  • Brutto incidente in via Costalunga, un ferito

  • Uccise Nadia Orlando: si suicida dopo la condanna a 30 anni

Torna su
TriestePrima è in caricamento