Uti, Menis (M5S): «2 milioni in meno dalla Regione: approvata nostra mozione per l'uscita»

«Lega Nord coerente nella votazione, Berlusconiani incoerenti, in Regione fanno barricate e a Trieste hanno paura di infastidire Deborah Serracchiani»

Dopo 5 mesi di rinvii chiesti dal centro destra triestino, ieri sera in Consiglio comunale è stata approvata (con i voti di Lega Nord, Fratelli d'Italia e Forza Italia, l'astensione della Lista Dipiazza e il voto contrario del Pd) la mozione con la quale nel febbraio scorso il MoVimento 5 Stelle aveva chiesto l'uscita del Comune di Trieste dall'Unione territoriale intercomunale se la Regione Fvg non avesse garantito almeno pari risorse rispetto al bilancio 2016.

«E' un voto importante - commenta il capogruppo M5S Paolo Menis -. Il Consiglio comunale si è espresso per l'uscita dall'Uti perché di fatto il bilancio preventivo approvato solo poche settimane fa sconta un paio di milioni in meno di trasferimenti da parte della Regione. Su questo tema ieri sera ho apprezzato la coerenza della Lega Nord».

«Forza Italia, pur votando positivamente - ha dichiarato in Aula - assieme alla Lista Dipiazza, di non essere intenzionata ad uscire dal nuovo ente creato dalla recente riforma regionale. Berlusconiani incoerenti come spesso accade, in Regione fanno le barricate mentre a Trieste hanno paura di infastidire Deborah Serracchiani».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • "Way of life" vince la Barcolana 51 (FOTO E VIDEO)

  • Accoltellamento in scala dei Giganti: un 17enne italiano in prognosi riservata

  • Barcolana 51: i primi 10 classificati (FOTO)

  • Aggressione a colpi di martello a Ponziana, due persone a Cattinara

  • Giovane di 15 anni confessa l'accoltellamento: l'accusa è di tentato omicidio

Torna su
TriestePrima è in caricamento