La Lega lancia il progetto di una struttura zero barriere nell’ex Caserma di Banne

Fedriga annuncia l’assessorato alla Disabilità

«Una struttura a zero barriere architettoniche, per venire incontro aiproblemi legati al mondo delle disabilità, nell'ex caserma Monte Cimone di Banne». Questa la proposta lanciata da Federica Verin, candidata al Consiglio regionale per la Lega nella Circoscrizione Trieste.
«I 26 edifici - spiega Verin - che si sviluppano su una superficie di 100mila metri quadrati, possono essere sfruttati per creare appartamenti destinati a persone con bisogni assistenziali complessi e a portatori di disabilità intellettive e relazionali».
«Non solo residenzialità, nell'orario diurno per chi ha ancora i genitori in vita e sulle 24 ore invece per chi è rimasto solo, ma anche impiego degli ospiti con capacità lavorative residue, in maniera tale da contribuire fattivamente al sostentamento stesso della struttura».

Concetti ripresi anche da Massimiliano Fedriga e Pierpaolo Roberti, presenti alla conferenza.
«Restituire alla città la fruibilità di aree da sdemanializzare deve essere un obiettivo della prossima amministrazione regionale, penso non solo al progetto di Banne ma anche, ad esempio, all'ex caserma di via Rossetti. Tutto ciò che, a dispetto dei proclami di cinque anni fa - ricorda Roberti -, Serracchiani non ha fatto durante il suo mandato».
A chiudere gli interventi, il candidato presidente Massimilano Fedriga.
«Tutelare le fasce deboli della popolazione sarà un punto fermo del centrodestra in Friuli Venezia Giulia. Disabilità fisiche e intellettive devono avere un punto di riferimento unico, capace di fornire risposte che facciano fronte alle necessità in fatto di sanità, welfare, lavoro e sport. Per questo - conclude Fedriga - istituiremo una delega specifica che si faccia carico di tali pressanti istanze».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento