Zingaretti al Savoia: "Ricostruire il Pd, rifondare l'Europa"

Zingaretti: "Dobbiamo cambiare quello che siamo e costruire un nuovo progetto politico, una nuova speranza. Impegnarci per costruire un'altra opzione di governo più credibile"

Si è svolto oggi, 17 ottobre, in una stanza stracolma delll'Hotel Savoia, "Appunt[a]menti- dialoghi per costruire la città", il format attivo promosso dal vicepresidente del Consiglio regionale Francesco Russo. Ospite di questo incontro è stato Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio e candidato alle primarie del Pd.

Dopo una breve introduzione al dibattito, Russo ha sottolineato l’esigenza di “non abiurare quello che è stato fatto fino ad ora”, aggiungendo che "ciò che è importante oggi è aprirsi e dare sempre più spazio ai giovani".

Il vicepresidente del Consiglio regionale, in seguito, ha rimarcato la sua contrarietà, e quella del partito, alla manifestazione di Casapoud del 3 novembre e ha espresso la sua ammirazione per la mostra "Razzismo in cattedra", organizzata dagli studenti del liceo Petrarca.

L'intervento di Nicola Zingaretti

"Il risultato del 4 marzo è stata per noi una risposta che possiamo comprendere ma che ora dobbiamo combattere. È stata una sconfitta drammatica, ma non dobbiamo gettare la spugna. Sono estremamente contrario ad una scelta liquidazionista, come non condivido l'idea riduttiva che si limita al pensiero: 'lasciamoli governare, sbaglieranno e poi torneranno a votarci'"

Zigaretti ha quindi esposto una terza ipotesi: "dobbiamo cambiare quello che siamo e costruire un nuovo progetto politico, una nuova speranza. Impegnarci per costruire un'altra opzione di governo più credibile. E la vera e unica domanda che ci dovremmo fare è: perchè hanno scelto loro?"

"Dal 2008 al 2018- ha aggiunto Zingaretti- i voti del Pd sono passati da 12 milioni a 6 milioni. Di pari passo è andata ad accentuarsi anche una grave diseguaglianza: in questo decennio le persone hanno avvertito la necessità di restringere il rapporto tra chi ha e chi non ha accrescendo negli individui una sensazione di solitudine. Proprio per questo dobbiamo cominciare a lavorare ad una nuova piattaforma di economia giusta e che crei una crescita altrettanto giusta rifondando un nuovo modello economico che garantisca l'equità".

Per quel che riguarda l'Europa, Zingaretti ha parlato di una "rifondazione e una nuova missione dell'Europa, ovvero l'economia continentale che metta il diritto alla persona al centro. La priorità ora è ricostruire 'l'empatia della giustizia' contro 'l'empatia dell'odio'" ha concluso.

.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • Aggressione a colpi di martello a Ponziana, due persone a Cattinara

  • Giovane di 15 anni confessa l'accoltellamento: l'accusa è di tentato omicidio

  • Le salme di Matteo e Pierluigi arrivate in Questura, allestita la camera ardente

  • Come arredare un monolocale sfruttando gli spazi in maniera ottimale

  • Investimento sulle strisce in viale Miramare: grave una donna

Torna su
TriestePrima è in caricamento