Pranzo da fuori sede: ricette facili e veloci per studenti

Non il solito panino, ma dei piatti semplici e nutrienti per affrontare con lo spirito giusto la vita da studente fuori sede

Ricette facili per studenti fuori sede, foto @ansa

Ricette per studenti fuori sede

Quando si lascia la propria famiglia, la propria casa per andare a studiare in un’altra città, riorganizzare la vita da “studente fuori sede” non sempre è facile, soprattutto all’inizio. La cura della casa (o della stanza in cui si dorme), la gestione dei soldi e, udite udite, la cucina! Sì, anche cucinare può diventare un problema per i giovani universitari che, fino a quel momento, non si sono mai avvicinati ai fornelli perché, tanto, ci pensava mamma.

Ma niente panico, ecco alcune ricette facili e veloci per studenti fuori sede (e non solo):

1. Pasta o farro freddi

Chiamatelo pure “piatto salva-vita” perché è esattamente così. La pasta fredda (o il farro freddo) è uno dei piatti più sfruttati dagli studenti fuori sede. Basta avere un pacco di pasta (meglio corta) o di farro (che ha più o meno la stessa cottura del riso) e condimenti vari (pomodori, rughetta, salmone affumicato, prosciutto cotto, galbanino, wurstel e chi più ne ha più ne metta). Vediamo come procedere per un piatto di pasta/farro freddi con pachino, rughetta e salmone affumicato.

Ingredienti per una porzione:

  • 70-80 grammi di pasta corta
  • 5-6 pomodorini (ciliegino o pachino)
  • 1 confezione di salmone affumicato
  • un po’ di rughetta già lavata
  • olio e sale

Preparazione:

Mettete l’acqua in una pentola, portate a bollore, salate e buttate la pasta, controllando i minuti di cottura. Nel frattempo tagliate a pezzetti piccoli i pomodorini, tagliuzzate la rughetta e fare a striscioline il salmone affumicato. Terminato il tempo della cottura, scolate la pasta e passatela sotto l’acqua fredda così che resti al dente. Spostate la pasta in un recipiente capiente, unite il condimento, un goccio di olio, sale e pepe a piacimento. Lasciate riposare la pasta in frigo. Potete preparare questo piatto anche la sera prima. Seguite lo stesso procedimento con il farro, controllando se il prodotto scelto ha bisogno di rimanere in ammollo prima di essere buttato nell’acqua.

Un consiglio: se non siete amanti del salmone, potete sostituirlo con del tonno o con dei gamberetti cotti a vapore.

2. Frittata di verdure

Un altro piatto unico e nutriente che abbinato ad un’insalata è perfetto per un pranzo o una cena veloce, è la frittata di verdure (e non solo). L’ideale è prepararla nel forno, così che non sia fritta e che non abbia bisogno di particolari attenzioni in fase di cottura.

Ingredienti per una persona:

  • 2 uova
  • 1 zucchina
  • 1 carota
  • prosciutto cotto a dadini
  • 3 pomodorini
  • olio e sale

Preparazione:

Sbattete 2 uova con un pizzico di sale (e di pepe se piace) in un recipiente e lasciate da parte. Tagliate a rondelle molto sottili o alla julienne la zucchina e la carota. Fate a piccoli pezzettini anche i pomodorini. Unite gli ingredienti nella ciotola con le uova sbattute. Aggiungete anche i dadini di prosciutto e tutti gli ingredienti che volete (si può giocare con formaggio, olive e tanto altro). Mischiate con un cucchiaio di legno. Poi prendete una pirofila, foderatela con un po’ di carta forno, versate il composto per la frittata e distribuitelo in modo uniforme.

Mettete in forno a 180 gradi: in 15-20 minuti la vostra frittata sarà pronta, nutriente e poco grassa. L’ideale per affrontare un pomeriggio di studio.

3. Piadina ricca

Quando proprio si va di fretta, ma si ha bisogno di riempire la pancia con qualcosa di sostanzioso e nutriente, una bella e ricca piadina è l’ideale. Per prepararla bastano pochi minuti e tanta creatività.

Ingredienti:

  • 1 piadina
  • insalata o rughetta
  • affettati a scelta
  • formaggio spalmabile
  • olio

Preparazione:

Per prima cosa su un tavolo organizzate tutti gli ingredienti. La piadina può essere farcita in mille modi, Il consiglio è di non rinunciare mai ad un tipo di affettati, un formaggio spalmabile e una verdura, meglio se cruda o al massimo grigliata. Prendete la piadina e ponetela sul fornello, con fiamma bassa, in una padella tonda. Fatela scaldare per pochi minuti e poi rigiratela, attendete ancora 1 minuto e toglietela dal fuoco.

Su un piatto iniziate a farcirla partendo dal formaggio spalmabile. Potete optare per philadelphia, stracchino, robiola, etc. Aggiungete qualche fetta di affettato (prosciutto cotto o crudo, fesa di tacchino, salame). Completate con la verdura scelta (insalatina, rughetta, zucchine o melanzane grigliate, carciofini sott’olio). Aggiungete un filo d’olio e piegate in due o arrotolate la vostra piadina. Per mangiarla meglio tagliatela a metà con un paio di forbici. Sarà un pranzo gustoso, nutriente e divertente.

Risparmiare al supermercato: i trucchi per una spesa intelligente

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tuiach porta in tribunale Parisi ma perde la causa

  • Sara Gama corregge giornalista di Sky: "Trieste è in Venezia Giulia"

  • Natale, come arredare l'appartamento con stile ed eleganza

  • Brutto incidente in superstrada, due persone a Cattinara

  • Brutto incidente in via Costalunga, un ferito

  • Uccise Nadia Orlando: si suicida dopo la condanna a 30 anni

Torna su
TriestePrima è in caricamento