Apre MushrooM: l'amore per l'arte, la musica ed il riuso (FOTO)

Il MushrooM apre i battenti alle ore 18.30 in via S. Maurizio 4/B, in Largo Barriera Vecchia: un luogo per chi ama l'arte, la musica e la cultura

«Oggi nasce il nostro piccolo sogno. Il MushrooM  apre i battenti alle ore 18.30 in via San Maurizio 4/B, in Largo Barriera Vecchia, nella nostra amata città. Trieste, a parer nostro e di tanti altri giovani, è assetata di posti in cui accrescere l'hummus sociale e il fermento artistico».

Proprio oggi nasce il sogno di Paola e Ricky che con grande passione hanno deciso di regalare un posto magico dedicato a tutti coloro che amano la musica, l'arte ma anche i mercatini dell'usato. «Il riuso, il valorizzare ciò che è vecchio per dargli nuova vita senza sprecarlo,– ha commentato uno dei titolari – è stato per noi un ottimo modo per mettere alla prova le nostre capacità e la nostra coerenza».

Riuso ma non solo, in Mushroom c'è anche il concetto di casa, intimità, fratellanza: l'atmosfera infatti è quella di un salotto casalingo, un po' retrò con oggetti recuperati da mercatini on line o in piazza. «Il locale è stato interamente decorato da noi, da nostri amici e dall'artista Monica Kirchmayr, scenografa e segretaria dell'associazione "Love alla coque". Monica sarà presente all'inaugurazione per presentare anche il suo trittico».

Per quel che riguarda la musica, proprio per non farci mancare nulla, nel locale è stata predisposta una pedana flottante dotata di impianto luci e impianto audio fisso. Un piccolo "teatrino" che ci farà divertire con concerti e spettacoli.

I due titolari hanno anche sottolineato la loro attenzione alle persone con intolleranza alimentari. Celiaci, vegani, vegetariani, intolleranti al lattosio potranno tranquillamente trovare una vasta scelta di alimenti dedicati a loro. «A garanzia di questo, a breve il MushrooM otterrà anche la certificazione AIC».

Con questo progetto si spera di rivitalizzare il rione, partendo dal piacere della condivisione di arte, cultura fino ad arrivare ad innescare nuove sinergie con il vicinato « In questi mesi, i gestori dei locali limitrofi e condomini si sono dimostrati solidali, al punto da far nascere nuove amicizie. Ed è proprio ciò a cui puntiamo: un bar che non sia solo un luogo dove bere, ma, anche e soprattutto, un posto dove socializzare, scambiare opinioni su musica, arte, sport, libri...» All'interno del locale infatti, ci promettono, potrete trovare anche un paio di calcetti, scacchiere, subbuteo e tanti libri.

Non ci resta che invitarvi stasera all'inaugurazione a nome di Ricky e Paola e lasciarvi la loro richiesta: « Ci aiutate a far spuntare nuovi funghetti nel sottobosco culturale di Trieste? Vi aspettiamo...»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di iscritti alle alle università online, ecco quelle riconosciute dal Miur

  • "Sono stato aggredito con un piede di porco", triestino all'ospedale: "Volevano entrare in casa"

  • Incidente in via Udine: insulti e minacce di morte ad un medico del 118

  • Mano pesante del Questore, giù le serrande del Mc Donald's per una settimana

  • Blitz della Finanza sui subappalti in Fincantieri: un arresto, 19 aziende coinvolte e 34 indagati

  • Triestina-Vicenza 0 a 3 | Le pagelle: Squadra "sotto processo", al Rocco è pioggia di fischi

Torna su
TriestePrima è in caricamento