← Tutte le segnalazioni

Altro

"Flusso continuo di migranti"

Volevo segnalare il fatto che, soprattutto la domenica mattina, ma probabilmente anche nel pomeriggio, c'è un flusso continuo di profughi provenienti, penso, dal confine, che transitano a gruppetti di 2 o 3 per Mattonaia (davanti ai Silos), Strada della Rosandra, passano anche davanti al Pane Quotidiano e proseguono forse verso città. Non vedo mai macchine della polizia né dei carabinieri, mi chiedo: non sarebbe il caso di sistemare delle pattuglie in questi punti? Penso scelgano la domenica proprio perché più tranquilla....

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • non posso che ringraziarti per la segnalazione che io stessa passando spesso in quella zona, posso confermare .Aggiungo che ne passano anche attraverso i confini rurali di Mzggia in zona collinare e di notte.Strno a dirsi io stessa sono stata fermata in automobile con targa straniera e mille domande,sula Camionale in pieno gioro. La camionale?Mi chiedo con che criteri, pur con le seggnalazioni dei cittadini,vengano decise le postazioni delle Forze dell Ordine, che gia sono in pochi e con pochi mezzi.Mah!

  • Non è insolito vederli su strada per basovizza, e quindi passano addirittura davanti alla stazione dei carabinieri...

  • No xe più controllo del territorio e dei confini nazionali, prima ancora de quei europei. Paghrmo le tasse per difender innanzituto i confini, el teritorio e farantir la nostra sicureza, quindi semo costantemente ciolti pel.

    • Difendere i confini? a Muggia di confini piccoli e ameni,( con una passeggiatina di un km si passa dalla Slovenia in centro? , ce ne sono ben sei! Nessuno mai su quei confini!

  • Il termine corretto è CLANDESTINI, smettiamole con l'ipocrisia.

    • finalmente una persona seria!

Segnalazioni popolari

  • "In strada di Guardiella macchine a tutta velocità, ci vorrebbe un autovelox", la segnalazione

  • Una meravigliosa lezione di triestinita' con lo spettacolo “ Un valzer per Sissi” al Rossetti

Torna su
TriestePrima è in caricamento