← Tutte le segnalazioni

Incidenti stradali

"La stanza del figlio " ... raccontando il dolore , pensieri , parole da dei genitori ....

Hanno scritto libri, hanno girato film , : - La stanza del figlio - di Nanni Moretti ha vinto nel 2001 pure la Palma d'oro al Festival di Cannes ecc . ecc. La morte di nostro figlio, è la tragedia più grande che ci ha colpito, l'evento luttuoso per eccellenza dal quale noi genitori non ci si riprende così presto essendo trovatici da soli di colpo . Se l'elaborazione del lutto è fisiologica per la perdita dei genitori anziani, lo è tanto più tristemente difficile quando chi come noi genitori siamo stati costretti fronteggiare la perdita con il proprio figlio . Un'esperienza talmente devastante che toglie il senso della vita e quei sentimenti di affetto e di amore che dopo questa esperienza vengono come è successo a noi ibernati ma nello stesso tempo nel nostro percorso esistenziale che è la cosa più toccante: abbiamo bisogno di sentire che Maurizio vive magari ricordandolo …… il nostro amatissimo figlio rifugiandoci nella solidarietà . E poi , c'è una grandissima rabbia nei confronti del fato , della sorte e della vita stessa . Certo nostra figlia che oggi ha 38 anni, e che ci ha dato molte soddisfazioni, e sposandosi regalandoci tre nipotini , vivendoci accanto ha dovuto accettare il nostro lungo inverno dei sentimenti oggetto di una punizione difficile da poter essere accettata. Da quel giorno la nostra vita di genitori non è più stata la stessa. Noi non siamo più stata noi. Poi, lentamente, si tornata a vivere, anche se la nostra, più che una vita, è una sopravvivenza, ma il pensiero va al caro figlio Maurizio che abbiamo perduto, ogni giorno. È la prima cosa a cui pensiamo la mattina quando ci si sveglia e l'ultima che attraversa la nostra mente e il nostro cuore, quando si và a letto la sera. Poi ci sono quei momenti, quando andiamo a trovarlo al cimitero , che troviamo un minimo di sollievo. Ci sentiamo più vicini a lui. Ma una cosa è certa: non ci si riprende mai. Il nostri dolore di genitori, così unico e profondo, lo conosco e lo posso capire soltanto chi è passato da questa tragica esperienza !. Si sopravvive, ma non ci si rassegna mai. Quando Maurizio se n'è andato, 15 anni fa, in un incidente stradale,causato da quel automobilista che guidava ubriaco ad appena 25 anni, il mondo ci è crollato addosso, e tutt'ora quel peso grava sulle nostre spalle, come il primo giorno. C'è una frase che ci siamo detti noi suoi genitori, il giorno in cui è salito in cielo : in casa nostra si è spenta la luce ! . Ed è così che è, oggi, la nostra vita. Una vita senza luce. Certo, ci sono stati anche momenti di gioia. Ma quelli che avremmo dovuto condividere con lui come momenti di pura felicità non sono stati tali fino in fondo. C'è sempre qualcosa che manca, per noi. I momenti più dolorosi sono le festività, le ricorrenze, le date che un tempo erano da festeggiare. Quando la sofferenza si fa insopportabile, ci aggrappiamo con tutti noi stessi ai ricordi e parliamo con Maurizio. Parliamo con lui, anche ad alta voce , abbiamo tappezzato la casa di sue immagini . Gli raccontiamo di quando era piccolo, gli chiediamo consigli se c'è un problema. Lui era un ragazzo molto disponibile con i genitori,ed aveva piena confidenza con la mamma . Siamo sicuri che, in ogni situazione, avrebbe cercato di aiutarci. Lo sappiamo che è assurdo, che è solo un'illusione, ma lo sentiamo vicino, accanto a noi ogni giorno. E' questo amore che ci lega a lui a darci la forza di vivere ogni giorno. E, al tempo stesso, è proprio questo amore a spezzarci il cuore nel contempo lottiamo fino alla fine dei nostri giorni con tutte le nostre misere forze che è ora di dire basta. Basta per quelle innumerevoli mamme, papà, sorelle, fratelli,mogli, mariti, parenti tutti che non vedono più tornare a casa i propri amati congiunti, causa persone non corrette e menefreghisti vari. Automobili impazzite che vengono fuori come da un antro infernale, come se un enorme stivale avesse calpestato un formicaio fatto di morte, lamiere contorte, dolore, terrore che si schianta su delle intere famiglie che magari andavano chi in ferie, chi tutti uniti a fare una gita e che avevano altri progetti nel trascorrere la loro giornata basta! E'ora di finirla affinché nessuno debba piangere un proprio caro che magari esce da casa salutando e guidando la propria macchina e torni a casa in una bara da morto causa persone che in modo incosciente si mettono alla guida in stato di ebbrezza . Concludiamo dicendo ma se qualcosa da qualche parte non cambierà, la prevenzione e la sicurezza in questo nostro amato Paese, resteranno solo un lontano ricordo .

I genitori di Maurizio Visintin .

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (21)

  • Avatar anonimo di Eleonora Piero e colleghi
    Eleonora Piero e colleghi

    Ricordiamo Maurizio noi sue colleghe , colleghi di lavoro all' Alcatel sempre gentile e disponibile verso noi colleghi e che facevi spesso i turni di notte volontario per guadagnare di più , eri ambizioso avevi la macchina , la passione per la moto ed il camper . Ti ricordiamo con infinita tristezza . lassù ti giunga la nostra preghiera un abbraccio affettuoso ai tuoi cari , il reparto NON è più completo anche se c'è chi ti sostituisce caro Mau .

  • Avatar anonimo di Sebastiano F .
    Sebastiano F .

       E'ora di finirla affinché nessuno debba piangere un proprio caro che magari esce da casa salutando e guidando la propria macchina e torni a casa in una bara da morto causa persone che in modo incosciente si mettono alla guida in stato di ebbrezza . OMICIDIO DOLOSO altro che colposo! Come se vai in giro con una pistola in mano incurante di come la usi! se sai che puoi provocare incidenti da ubriaco: DOLO  essere ubriachi o drogati è solo un'aggravante, se uno è un disgraziato di suo (avrei voluto usare un termine che inizia per (Cog...ne) se uno guida con prudenza e rispetta leggi e limiti non uccide magari chi gli capita a tiro . E così in Italia nessuno pagherà mai i suoi orrori.   Dopo l'ennesimo omicidio per guida in stato di ebbrezza forse assisteremo a qualche controllo dopodiché più niente. Ci vogliono controlli seri, continui e pene esemplari e certe come l’ergastolo della patente.  Chi uccide ubriaco NON guida più !  

  • Avatar anonimo di Giuseppe a nome della compagnia
    Giuseppe a nome della compagnia

    Ciao Maurizio : Ti ricordiamo caramente . Gli amici della compagnia con le moto di Roiano .

  • I genitori di Maurizio ringraziano di cuore le persone che hanno postato i messaggi di vicinanza e con parole affettuose .

  • Avatar anonimo di Maximilian
    Maximilian

    Conoscevo Maurizio e il ricordo di quello che è successo ancora vivo nella mia mente, vi sono vicino nel dolore , la lettera che avete scritto a risvegliato in me ricordi sopiti, un saluto a voi Genitori di Maurizio che siete delle persone stupende

    • Avatar anonimo di Maximilian
      Maximilian

      adesso mi sono accorto della foto di Maurizio con la sua vecchia moto.....

  • Avatar anonimo di Sandra
    Sandra

    Idealmente vi sono vicina Sandra Un forte abbraccio .

  • Avatar anonimo di Valnea e Ugo
    Valnea e Ugo

    ...... E' ora di dire basta. Basta per quelle innumerevoli mamme, papà, sorelle, fratelli,mogli, mariti, parenti tutti che non vedono più tornare a casa i propri amati congiunti, causa persone non corrette e menefreghisti vari. Automobili impazzite che vengono fuori come da un antro infernale, come se un enorme stivale avesse calpestato un formicaio fatto di morte, lamiere contorte, dolore, terrore che si schianta su delle intere famiglie che magari andavano chi in ferie, chi tutti uniti a fare una gita e che avevano altri progetti nel trascorrere la loro giornata basta! E'ora di finirla affinché nessuno debba piangere un proprio caro che magari esce da casa salutando e guidando la propria macchina e torni a casa in una bara da morto causa persone che in modo incosciente si mettono alla guida in stato di ebbrezza . Concludiamo dicendo ma se qualcosa da qualche parte non cambierà, la prevenzione e la sicurezza in questo nostro amato Paese, resteranno solo un lontano ricordo  ,. ! PAROLE VERISSIME , e grazie a Voi splendidi genitori di Maurizio !  

  • Avatar anonimo di Leghissa famiglia
    Leghissa famiglia

    Grazie , per il Vostro scritto oh ...., genitori sfortunati e corraggiosi , che noi genitori lo abbiamo letto tutto d'un fiato e siamo stati male a sentire le tragiche vicissitudini della morte del vostro amatissimo figlio Maurizio .Ritornati a casa i miei ragazzi , sono le ore 02e 10 di notte di lunedì 25 agosto 2014 lo abbiamo riletto assieme ai nostri ragazzi e li hanno scioccati , li anno fatto pensare , li anno fatto pensare ....., ancora grazie perchè il vostro monito non vada perduto ma vada sensibilizzata sempre più gente al fine di non bere se devi guidare , la vita è un esperienza indimenticabile , non buttarla via per un bicchiere di troppo ! Non abbiamo altro commento da aggiungere un groppo mi  , ci prende alla gola se non che suggerirvi modestamente a Voi genitori , che non abbiamo il piacere di conoscere di Maurizio in cielo continuate a  tenervi per mano , andate avanti anche in ricordo di Maurizio perchè dopo il tramonto , sorgerà  L'aurora , l'alba anche per voi . Non mollate e che il dolore vi sia lieve . Riposa in pace Maurizio . Amen , famiglia Leghissa . R,  E, Sandro Antonio .

  • Avatar anonimo di Annamaria
    Annamaria

    Non mi ci far pensare, io vedo come si è ridotta mia zia , dopo la morte del figlio a vent'anni di incidente, una larva. Che tragedia, poveri genitori,orfani del loro amato figlio Maurizio no secondo me non si può sopravvivere ma purtroppo non c è altra soluzione che andare avanti nel bene e nel male e farsi forza l un l altro... Poi bisogna passarci, e spero vivamente che non succeda mai. Difficile da "liquidare" in tre righe questo dramma perché mettersi nei panni di quei genitori mette i brividi. Non si vive, si sopravvive...nei confronti di chi resta, magari un altro figlio, non puoi/devi lasciarti morire....ma è tropo delicata come situazione... la perdita di un figlio è una cosa talmente devastante che non si può nemmeno immaginare, almeno io non provo neppure a pensarci perché solo l'dea mi fa’ rabbrividire. Sai, che un figlio sopravvive al genitore, per quanto distrutto,è una cosa biologica mentre che un genitore viva più a lungo del proprio figlio deve essere un dolore più che enorme. Leggo spesso di queste tragedie, vivi, respiri, ma muori dentro !    

  • Avatar anonimo di Giuseppe
    Giuseppe

    purtroppo quello che è accaduto è una cosa bruttissima , un genitore che vede morire un figlio è contro natura,io credo che un genitore non riuscirebbe ad andare avanti nella vita,infatti la maggior parte di questi genitori con il corpo sono sulla terra ma con la mente e con l'anima non ci sono più,il tempo porta poi alla rassegnazione. tante condoglianze a questa famiglia! Maurizio vivrà per sempre in voi !  

  • Avatar anonimo di lucia
    lucia

    io morirei,se non fisicamente ,mentalmente si. Io ho 2 figli,una ragazza di 13 ed uno di 9.se mai sfortunatamente succedesse qualcosa ad uno dei miei figli,sicuramente proverei a reagire avendone un altro che ha bisogno di me e come me sarebbe coinvolto da una tragedia,ma è una sensazione che non vorrei mai provare perché porterebbe con se un pezzo del mio cuore che mai e poi mai potrebbe guarire. Al solo pensiero mi sento male e quanto ho letto dai genitori di Maurizio in cielo a soli 25 anni causa guidatore incosciente mi sono commossa, sapere il figlio partire in macchina e tornare  in una bara penso sia la cosa più brutta che possa accadere ad un genitore e perciò ti dico che io darei 100.000 volte la mia vita x i miei figli pur di non vedere la loro morte.  

  • Avatar anonimo di Eleonora
    Eleonora

    Credo che se anche continui a vivere, magari per il solo fatto che hai un altra figlia che non si merita la tua assenza, sei comunque morta dentro. Non oso nemmeno immaginare il dolore lancinante che ti attanaglia giorno e notte. Perdere un figlio in grembo o molto piccolo e' una tragedia, ma pensate a chi i figli li ha cresciuti ed amati 25 anni …. una vita e poi se li vede strappare via.... Io ho appena perso un caro amico di 32 anni (infarto) e nemmeno 11 anni fa era morto suo fratello allora 21enne (incidente stradale). I genitori hanno un'altra figlia....ma la madre gia' aveva perso parecchio di testa con la perdita del primo figlio.....non posso immaginare come stia messa ora. Per questo cerco di essere ottimista ma al contempo mi spaventa a pensare al futuro e a progetti su mio figlio...........  

  • Avatar anonimo di Sandra
    Sandra

    Ciao! non basterebbero pagine e pagine x poter rispondere a questa segnalazione dei genitori di Maurizio. per natura i genitori non dovrebbero mai sopravvivere ai propri figli, ma succedono le disgrazie e il dolore per la perdita di un figlio credo sia incredibile. mia mamma, prima di darmi alla luce, ci ha impiegato 10 anni, 3 gravidanze andate male, 3 bimbi morti. è un dolore ke si porterà dentro tutta la vita, nonostante poi ce l ‘abbia fatta e io sia nata. è una cosa ke l‘ha segnata x sempre, è una persona insicura, triste e remissiva.  

  • Avatar anonimo di Cristina
    Cristina

    Deve essere un dolore atroce che non riesco nemmeno ad immaginare ed in questi casi purtroppo si deve continuare a vivere. La vita non sarà mai come prima, si va avanti ma con molta fatica. Due cari amici dei miei genitori più o meno 10 anni fà hanno perso l' unica figlia in un incidente stradale, aveva circa la mia età (quindi all'epoca sui 22 anni). A distanza di anni li vedi che provano a continuare a vivere, escono, fanno passeggiate, vanno a scuola di ballo,ecc, però nella loro vita c'è un velo di tristezza e di malinconia che li accompagna e credo li accompagnerà x sempre. La madre ha una collana con un medaglietta con la foto della figlia che non si toglie mai, recentemente ha parlato con i miei della figlia ed è scoppiata a piangere, il padre dal quel giorno ha seri problemi di insonnia e malattia . Credo che si riesca a sopravvivere x forza di cose, ma la vita non sarà mai più quella di prima.  

  • Avatar anonimo di Serena B.
    Serena B.

    Premesso che non ho figli provo ad immaginarlo anche se nessuno può sapere davvero cosa significa se non ci è mai passato. Assolutamente non si vive più perchè sopravvivere alla morte di un figlio è innaturale. Si sopravvive forse fisicamente(e anche male)ma psicologicamente si muore in tutti i sensi. Deve essere un'atrocità,la cosa peggiore e più ingiusta che possa capitarci, coraggio a voi genitori sfortunati ingiustamente causa un ubriaco ……  

  • Avatar anonimo di Antonella S.
    Antonella S.

    Sono madre di un figlio unico per il quale come ogni madre che si rispetti a fatto di tutto e di più, con sacrifici, rinunce per crescere dignitosamente di fatto e di testa soprattutto il proprio figlio. Come avrei reagito ad un simile dolore che credo sia il peggiore che un genitore possa solo ipotizzare di dover superare. Sono certa che i genitori di Maurizio riusciranno a trovare quell'enorme forza per non dico accettare ma cercare di convivere con un atroce dolore come questo. L'amore di questi due genitori sicuramente rafforzato per la triste circostanza sarà la principale forza. Dopo questa, se sono credenti, la fede completerà il loro triste guardare avanti nonostante il tutto. Ho cercato di immedesimarmi e pur non comprendendo cosa possano provare, sono certa che ci riusciranno. Parlo così perchè in forma diversa anch'io ho perso un figlio e non riesco a darmene pace. Mi aggrappo alla fede sperando di trovare una logica, una spiegazione a tutto per trovare la pace in me. Talvolta credo di impazzire poi riesco incredibilmente, anche se per poco....per volta a trovare la forza di fare qualcosa.... per sentirmi vicina ai giovani o persone che soffrono, condividere qualcosa e sentirmi un po utile e viva. Mi auguro veramente venga fatta giustizia!!! Che chi guida ubriaco gli venga ritirata almeno la patente a vita ! Perchè sono i giovani sani di testa ad essere annientati!!!! Un abbraccio pieno d’amore ai genitori di Maurizio , sicura che dal cielo vi continuerà a proteggere !!

  • Avatar anonimo di Ester e Piero
    Ester e Piero

    Non conosciamo questi genitori , ma da nonni diciamo a chi guida dopo aver bevuto che dovrebbero riflettere su queste frasi :" Quando Maurizio se n'è andato, 15 anni fa, in un incidente stradale,causato da quel automobilista che guidava ubriaco ad appena 25 anni, il mondo ci è crollato addosso, e tutt'ora quel peso grava sulle nostre spalle, come il primo giorno. C'è una frase che ci siamo detti noi suoi genitori, il giorno in cui è salito in cielo : in casa nostra si è spenta la luce ! . Ed è così che è, oggi, la nostra vita. Una vita senza luce. Certo, ci sono stati anche momenti di gioia. Ma quelli che avremmo dovuto condividere con lui come momenti di pura felicità non sono stati tali fino in fondo. C'è sempre qualcosa che manca, per noi. I momenti più dolorosi sono le festività, le ricorrenze, le date che un tempo erano da festeggiare. “ Meditiamo signori lettori , meditiamo che non dobbiamo piangere i nostri cari o temere per la nostra vita quando siamo in macchina ...... Un caro ed affettuoso saluto ai genitori di Maurizio .

  • Avatar anonimo di Luca R.
    Luca R.

    Ho visto il films e sono rimasta scioccata La vita non è un films e non posso immaginare il dolore dei genitori di ... Maurizio . Riposa in pace .

  • Avatar anonimo di Marco
    Marco

    VORREI tentare di dire una buona parola magari per consolare ... ma per un fatto così grande e tragico : la morte di un figlio , temo di essere inadeguato , di non trovare parole adatte al Vostro regastolo del dolore perenne , ma nello stesso tempo siete ammirevoli per come reagite per il bene comune affinchè , non capiti a nessuno di dover pianngere ........ Una preghiera per Maurizio . Amen

  • Avatar anonimo di Giulia
    Giulia

    Sono una mamma e davvero non so come riuscirei sopportare un dolore pari al vostro . Non credo ci sia di peggio che la vita ci possa riservare . Prego il buon Dio per i miei figli e ogni volta che a letto con gli occhi socchiusi a qualunque ora della notte sento aprire la porta e arrivano a casa sani e salvi tiro un sospiro di sollievo e ringrazio la Madonna . Un vero abbraccio a Voi gentili genitori di Maurizio e davvero non trovo le parole per esternare la mia vicinanza  e di Valter mio marito per il dramma che avete , state subendo . Giulia

Segnalazioni popolari

Torna su
TriestePrima è in caricamento