← Tutte le segnalazioni

Altro

"Togliere l'obbligo dello sloveno a scuola, un fatto gravissimo"

Mappa
Piazza Unità d'Italia, 1 · Trieste

Scriviamo a nome dei genitori dei bambini che frequentano le sezioni slovene presso le scuole d'infanzia comunali di Trieste. Per quanto riguarda gli asili comunali l'attuale regolamento in vigore prevede che, per le sezioni slovene, il personale educativo e di supporto abbia un'ottima conoscenza dello sloveno. In questi giorni sono trapelate notizie sulla bozza del nuovo regolamento, in discussione in questi giorni. Abbiamo appreso quindi un fatto gravissimo: dal nuovo presunto regolamento è stato tolto l'obbligo della conoscenza dello sloveno, aprendo, di fatto, la strada all'eliminazione di queste sezioni, che ormai sono storiche e lasciando i genitori nel dubbio di quale lingua parleranno i loro figli a scuola da settembre. Siamo fermamente convinti che la tutela della minoranza slovena parta dalla tutela del diritto dei nostri bambini a ricevere un'educazione nella loro lingua madre, come sancito dai vari accordi e leggi in essere e questa modifica è un atto deplorevole.

Erica Tedeschi, Benedetta Busticchi Elisa Rocco,

Rappresentanti delle sezioni slovene di Dijaski Dom Modra delfin Oblak Niko

Segnalazioni popolari

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (13)

  • E' anacronistico nel 2018 che ci sia separazione fra italiani e sloveni l'uso della lingua slovena per altro minoritaria nell'unione europea stiamo parlando di una nazione la Slovenia che ha 2000000/ 2500000 di abitanti meno della città di Roma la comunità slovene in Italia farebbe bene a far parlare i loro bimbi in inglese basta è ora di finirla, istriani che reclamano diritti a scapito della maggioranza non istriana , sloveni che accampano diritti a scapito della maggioranza italiana basta 5 stelle/ lega hanno dimostrato che il vecchio mondo è finito basta Trieste capitale morale di tutti gli uomini onesti e di buona volontà che la abitano

  • Viva l'Italia viva la lingua italiana volete lo sloveno? Andate in slovenia

  • L'avere punteggi aggiuntivi non garantisce che solo gli educatori di lingua slovena verranno assegnati ai posti nelle sezioni slovene. Li' verranno assegnati gli educatori semplicemente con punteggio piu' alto. Quindi probabilmente ci ritroveremo con sezioni con lingua d'insegnamento slovena in cui la lingua d'insegnamento non e' lo sloveno, bensi'l'italiano. Io ho iscritto mio figlio alla materna slovena proprio perche' volevo che imparasse lo sloveno, ed essendo quella una sezione slovena chiedo che l'insegnamento continui ad essere in sloveno anche per i prossimi due anni, Inoltre, come puo' un genitore, che vuole che suo figlio impari lo sloveno, decidere di iscriverlo ad una sezione slovena, se poi fino all'ultimo non sapra' se li' insegneranno lo sloveno o l'italiano?

    • Il punto è esattamente questo: devono cessare le rendite di posizione. Si facciano concorsi APERTI A TUTTI (come OBBLIGO DI LEGGE in qualsiasi concorso pubblico) e si valuti la competenza linguistica dei candidati. Se i madrelingua hanno una valida competenza linguistica non avranno problemi a vincere tali concorsi. In ogni caso ciò assicurerà che chi li vince abbia sia la competenza LINGUISTICA che DIDATTICA necessarie.

      • Sei d'accordo che non deve succedere che in una scuola materna slovena vada ad insegnare qualcuno che non parli sloveno? Se si', se non ritieni giusto richiedere obbligatoriamente la conoscenza dello sloveno, quale altro modo suggeriresti per evitare che questo accada?

        • Mi viene il sospetto che più che di imparare lo sloveno lei avrebbe bisogno di rinfrescare la sua conoscenza dell'italiano: rilegga il mio commento e vedrà che la risposta c'è già.

  • Ma smettetela! Hanno tolto l'obbligo di essere di MADRELINGUA slovena e della conoscenza obbligatoria. NULLA nella nuova norma impedisce che in sede concorsuale si diano punteggi aggiuntivi a chi lo conosce, e in base al livello di conoscenza. Diciamo piuttosto che quello che vi scoccia è che in questa maniera i posti di educatore non sono più un PRIVILEGIO AUTOMATICO della minoranza...

    • L'attuale regolamento prevede l'ottima conoscenza dello sloveno, non che siano madrelingua. Quello che interessa è che il personale educativo e di supporto lo parli perfettamente, poi che l'abbia imparato per nascita, per la frequenza delle scuole o studiando su google è assolutamente ininfluente, purché dimostei di saperlo parlare.

      • Appunto. Il requisito della madrelingua è di per sé un'assurdità, tanto più che per insegnare nelle scuole con lingua d'insegnamento italiana di ogni ordine e grado non vi è il requisito della madrelingua italiana. Tanto è vero che nelle scuole italiane di Trieste vi sono diversi insegnanti di madrelingua slovena. Se nelle scuole italiane sussistesse il requisito della madrelingua questi insegnanti dovrebbero essere allontanati.

        • Mi domando allora: perche' stiamo discutendo se e' positivo o meno il requisito della madrelingua, se di questo requisito non c'e' traccia ne' nel regolamento attuale ne' nella bozza del nuovo regolamento?

Segnalazioni popolari

  • Cronaca

    La cagnolina Raya è stata ritrovata

  • Segnalazioni

    Regolamento scuole: "Gli stranieri rallentano l'apprendimento degli altri e si ghettizzano"

  • Cronaca

    Cagnetta Raya, di razza Jack Russel, dispersa a Raute

  • Cronaca

    Degrado a San Giacomo: materasso “appeso” a una cancellata

Torna su
TriestePrima è in caricamento