SOS Carso, ripulita cavità sotto al Monte Cocusso (FOTO)

Un lavoro davvero impegantivo per i volontari che hanno raccolto tra gli altri rifiuti 200 pneumatici e 400 sacchi neri pieni di bottiglie

foto di febbraio 2018

«Oggi possiamo dire di aver dimostrato come con la buona volontà, amore per la natura e un fantastico gruppo si può trasformare una discarica in una palestra di roccia!». Lo afferma con soddisfazione SOS Carso sulla sua pagina Facebook. Dopo un'ispezione in febbraio e lo stato di degrado verificato nella cavità sotto al Monte Cocusso a ESE di Basovizza il gruppo di volontari aveva deciso di occuparsene.

«Neanche nelle nostre peggiori previsioni - raccontano - pensavamo di trovare una simile quantità di rifiuti, tanto da dover fare 24 uscite ecologiche che hanno impegnato dalle 3 alle 9 persone ad uscita per una media di 3-4 ore ogni volta. Un impegno molot gravoso vista anche la difficoltà nel portare il tutto al di fuori della cavità».

200 pneumatici, bidoni, pezzi d'automobile, ferri vecchi, resti di mobilio, un forno, batterie, plastiche, resti di televisori, materiale edile e circa 400 sacchi neri pieni di bottiglie di tutti i tipi il bilancio dei rifiuti a fine pulizia.

«Un ringraziamento - conclude l'associazione - ai magici volontari di SOS Carso e ai muli e mule della Società Adriatica di Speleologia, fantastici nell' "armare" la grotta per le discese e risalite. Veramente possiamo essere orgogliosi di noi ».

Potrebbe interessarti

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

  • I trucchi per avere abiti perfetti senza stiratura, anche durante le vacanze

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Euro 6, le novità sulle vetture di nuova immatricolazione

  • Incidente in ex GVT: padre e figlia in ospedale

  • Malore fatale per un operaio nel cantiere di via San Michele

  • Una proposta di matrimonio "da film" al cinema Nazionale

  • Malore in spiaggia, bambina finisce al Burlo

Torna su
TriestePrima è in caricamento