Calcio femminile, l'Alabarda supera Koper

Per 8 reti a 4 ha vinto la squadra di casa in una partita dove, sul terreno di gioco come sugli spalti, sono emersi tutti i migliori valori dello sport

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Sul campo di Opicina si è giocata ieri l’amichevole di calcio femminile tra A.S.D. Alabarda e F.C. Koper. Per 8 reti a 4 ha vinto la squadra di casa in una partita dove, sul terreno di gioco come sugli spalti, sono emersi tutti i migliori valori dello sport. L’Alabarda Calcio ha iniziato la sua avventura tutta in rosa lo scorso anno, conta già 15 atlete ed è impegnata in un girone del campionato dove è l’unica squadra femminile. Nel 1946 proprio a Trieste il calcio femminile muoveva i primi suoi passi in Italia fondando due squadre: la Triestina e il San Giusto. Oggi, anche grazie all’effetto di trascinamento dei grandi successi della nazionale di calcio in rosa ai mondiali, le atlete tesserate in Italia sono quasi 26.000; Trieste, città dove e nata e cresciuta calcisticamente Sara Gama, capitano di quella nazionale, schiera nuovamente due squadre composte interamente da ragazze: l’Alabarda e la Triestina. “E’ per me grande motivo di orgoglio vedere con quanto impegno, determinazione e capacità le ragazze stiano crescendo calcisticamente” - dice Salvatore Bovino, direttore tecnico dell’Alabarda Calcio. “ Ho passato una vita ad insegnare il calcio ai ragazzi, ma non ho mai visto tanta serietà in giovani atleti: queste ragazze andranno lontano”.

Torna su
TriestePrima è in caricamento