La Bavisela pensa già al 2017: nasce Adventure WeekEnd, due giorni di avventura e corsa

Un fine settimana all'insegna dello sport e dell'adrenalina, con un doppio evento nuovo ed esclusivo, organizzato da Asd Bavisela e Asd Sentierouno, che caratterizzerà l'estate triestina del prossimo anno

Nasce così Trieste Adventure WeekEnd, già calendarizzato per sabato 29 e domenica 30 luglio 2017.  Sabato 29 luglio si inizia con la SwimTrail, a cura dell’Asd Sentierouno, già organizzatrice della Corsa della Bora. Domenica 30 luglio si continua con la Kombact Run targata Asd Bavisela. 

I dettagli dei due eventi saranno ufficialmente comunicati nelle prossime settimane, nel frattempo sono già stati effettuati alcuni sopralluoghi per stabilire le location più adatte a ospitare le due competizioni. 

La SwimTrail sarà una gara sulla linea costiera, un percorso da completare correndo, nuotando o camminando, una sfida che consentirà allo stesso tempo di scoprire una parte molto affascinante del territorio triestino. La Kombact Run sarà invece un percorso ad ostacoli che prevede insidie e passaggi mozzafiato dove saranno necessarie abilità, forza e resistenza. Entrambi gli eventi metteranno in campo spirito agonistico, ma anche la libertà di poter scegliere tracciati da completare secondo le proprie forze e secondo i singoli obiettivi.

Con Trieste Adventure Week end prende il via ufficialmente anche la collaborazione tra Asd Sentierouno e Asd Bavisela, unite nell’intento di proporre novità dal punto di vista sportivo in città e allo stesso modo di valorizzare il territorio, con una promozione mirata diretta anche all’estero.

«A Trieste c'è bisogno e voglia di novità rivolte soprattutto ai giovani - afferma Fabio Carini, presidente della Bavisela - e dobbiamo essere in grado di proporre eventi attrattivi quanto entusiasmanti. In quest'ottica, la collaborazione con Sentierouno ed il vulcanico De Mottoni apre a quella che potrebbe e dovrebbe essere una sempre più stretta collaborazione tra le società sportive triestine più virtuose e dinamiche». 

«SwimTrail, come La Corsa della Bora - spiega Tommaso de Mottoni, alla guida dell'Asd Sentierouno -  condivide uno stesso concetto di fondo: la scoperta di prospettive affascinanti ed inedite della nostra città. Come pochi triestini, prima della Corsa della Bora avevano percorso per la sua interezza il sentiero uno da Muggia a Sistiana, così pochissimi  hanno percorso la costiera scoprendo le spiagge selvagge e gli scorci inediti dei quali solo camminando sulla battigia si può godere. SwimTrail è una gara ma è anche un viaggio alla scoperta di una bellissima costa e spiagge deserte che non sapevamo di avere». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non trovo personale che venga a lavorare", anche a Trieste imprenditori in crisi

  • Rive, scampata tragedia nella notte: finisce in mare con la 500 e si salva da sola

  • Rivalutazione pensioni 2020, al via l'aumento degli importi

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

  • Colpisce due auto e si cappotta: un ferito a Cattinara

  • Ridotto sul lastrico dopo la separazione: sempre più padri "rovinati" dagli alimenti

Torna su
TriestePrima è in caricamento