Eurobasket : Italia - Croazia 68-76. Qualificazione ai Quarti Complicata

Simone Pianigiani: “Decisivo il break subito nel terzo quarto dopo un primo tempo giocato oltre i nostri limiti”.Lubiana. L’Italia perde 76-68 contro la Croazia nel secondo match della seconda fase all’EuroBasket 2013. Dopo una buona partenza gli...

Simone Pianigiani: "Decisivo il break subito nel terzo quarto dopo un primo tempo giocato oltre i nostri limiti".



Lubiana. L'Italia perde 76-68 contro la Croazia nel secondo match della seconda fase all'EuroBasket 2013.
Dopo una buona partenza gli Azzurri si inceppano e a nulla vale il grande ritorno dell'ultima frazione.
La qualificazione ai quarti è ora complicata e passa dalla vittoria contro la Spagna (lunedì 16 settembre, ore 17.45 diretta Raisport1) o dai risultati delle altre squadre del girone.

"I ragazzi - commenta il CT Simone Pianigiani - hanno avuto un approccio perfetto alla gara, decidendo fin da subito il ritmo della partita e forse i punti di distacco tra noi e loro potevano essere di più.

Nel secondo quarto ci siamo fatti trovare pronti al loro rientro e l'episodio su Melli ci ha penalizzato: tra l'annullamento della sua schiacciata e la tripla conseguente di Ukic ballano ben 5 punti.

I miei hanno giocato un primo tempo oltre i loro limiti ma da quell'episodio la Croazia è ripartita e nel terzo quarto abbiamo subito un gran break complici anche i nostri tanti errori.

Abbiamo sbagliato 3 o 4 tiri aperti ma non disponiamo di troppe alternative. Negli ultimi 10 minuti ho visto di nuovo un buon atteggiamento. Negli ultimi due, quando eravamo tornati nel match, è stata questione di dettagli: una palla persa, un canestro sbagliato, un fallo in attacco. La percentuale diversa tra noi e loro nei tiri da tre ha fatto la differenza. La Croazia ha giocato un buon basket e ha vinto la squadra migliore".

Partenza contratta da entrambi i lati, con errori sotto tutti e due i tabelloni. Immediato il gran lavoro di Cusin sul gigante Ante Tomic (217 cm).

L'Italia parte in confidenza con i suoi uomini chiave e anche se il punteggio rimane basso, l'inerzia si fa subito Azzurra (11-6 a metà frazione).

Con la nostra aggressività non lasciamo spazio a Ukic e Bogdanovic per inventare e senza rifornimenti la Croazia si blocca, mentre gli Azzurri vanno a +8 (14-6).

In difesa si concede poco e in maniera pulita; quando Datome trova la seconda tripla della sua partita i ragazzi di Pianigiani si arrampicano fino al 17-8 di fine primo quarto. Il pelo nell'uovo di 10 minuti attenti e di grande sacrificio sono i due falli fischiati a Belinelli e qualche occasione persa per incrementare il bottino.

Si riparte col gioco da tre di Draper ma dopo un paio di ottime giocate in difesa l'Italia torna a macinare gioco costruendo un 7-0 con Belinelli, Diener (tripla) e Cusin (24-11 al 14').

Rudez dalla lunetta non riesce ad interrompere il flusso Azzurro, anche se costringe Cusin al secondo fallo. Il sussulto croato arriva con Tomic e i primi punti di Bogdanovic (7) fino a quel momento tenuto sotto controllo dalla difesa: biancorossi a -6 (28-22).

Ukic e Draper piazzano due bombe (la prima arriva subito dopo un fallo non sanzionato che impedisce a Melli di schiacciare) che fanno male ma Belinelli si incunea nella difesa croata facendo affibbiare a Tomic il terzo fallo e mandando a segno i liberi del +6 (34-28 al 18esimo).

Zoric è più efficace di Tomic tra le torri avversarie ma il numero 14 ai liberi è disastroso.
Come lui Bogdanovic e allora Datome può approfittare. Il solito Zoric chiude la frazione 36-31 Italia.

Perse ancora diverse occasioni per allungare, con qualche conclusione affrettata di troppo ma i croati sono clienti più che scomodi e le previsioni della vigilia vengono ampiamente rispettate: è battaglia sportiva alla Stozice Arena.

Nel terzo quarto il black out Azzurro. Il canestro di Cincia arriva tra le onde biancorosse: le triple di Bogdanovic e Simon sono quelle del pareggio e del primo vantaggio Croazia (41-40 al 23esimo).

Occorre far quadrato e la bomba di Cincia è il miglior modo per riprendersi dall'assalto avversario ma Zoric pareggia e Bogdanovic da dietro l'arco mette in mostra tutto il suo talento seguito da Simon: Italia sotto 49-43 in un attimo.

I croati chiamano a raccolta il gran numero di connazionali venuti a Lubiana; anche oggi, così come contro la Slovenia, giochiamo fuori casa.
Scivoliamo fino a -8 e ad aiutarci ci pensa coach Repesa, beccandosi un fallo tecnico che ci ridà fiato grazie ai liberi del capitano (51-45).

Le percentuali si abbassano e il gap lievita a 12 lunghezze: ultima sirena con la Croazia avanti 57-45. 26-9 complessivo per i croati in un quarto da dimenticare.

Tomic e Draper ci spediscono a -15 (64-49) in avvio di ultimo parziale ma c'è ancora tempo per reagire: il 7-0 con un super Datome è manna dal cielo (64-56).

Ci proviamo aggrappandoci al capitano, che si carica la squadra sulle spalle riaprendo il match a 4 dalla fine (67-62). Bogdanovic non sbaglia mai ma Gigi ribatte colpo su colpo e con i liberi di Aradori torniamo a -4 (70-66).

Due minuti e mezzo per sperare ma gettiamo all'aria due buoni contropiedi per spaventare i croati. Si rimane fermi a 4 lunghezze con 1:46 sul cronometro. Simon allunga e Gentile non trova il canestro. Vince la Croazia.

Il tabellino

Croazia-Italia 76-68 (8-17, 23-19, 26-9, 19-23)
Croazia: Tomic 8 (4/4), Andric ne, Draper 12 (1/3, 2/4), Bogdanovic 18 (2/9, 4/6), Saric, Rudez 2, Ukic 13 (4/7, 1/6), Simon 14 (3/6, 2/5), Markota 2 (1/2, 0/3), Delas M. ne, Zoric 7 (2/9), Delas A. ne. All: Repesa. Ass: Sunara, Milanovic
Italia: Aradori 12 (5/8, 0/4), Gentile (0/3, 0/2), Rosselli (0/1), Vitali ne, Poeta ne, Melli 2 (1/6, 0/2), Belinelli 9 (3/6, 0/1), Diener 5 (1/2, 1/2), Cusin 7 (2/5), Datome 24 (5/8, 3/5), Magro ne, Cinciarini 9 (2/2, 1/2). All: Pianigiani. Ass: Dalmonte, Fioretti.

Arbitri: Belosevic (Srb), Ryzhyk (Ukr), Bissang (Fra)

Tiri da due Ita 19/41, Cro 17/40; tiri da tre Ita 5/18, Cro 9/24; tiri liberi Ita 15/21, Cro 15/20. Rimbalzi Ita 34 (7 Datome), Cro 41 (8 Tomic e Zoric). Assist Ita 9 (3 Belinelli e Diener), Cro 10 (3 Ukic).
Usciti 5 falli:

Note
Fallo tecnico a Repesa (27esimo, 51-43).
Spettatori: 7000

La classifica del Girone F
Croazia 7 (3/1)
Italia 6 (2/2)
Slovenia 5 (2/1)*
Spagna 4 (1/2)*
Grecia 4 (1/2)*
Finlandia 4 (1/2)*

*una gara in meno

Il calendario completo del Girone F

Giovedì 12 settembre
Finlandia-Croazia 63-88
Grecia-Spagna 79-75
Slovenia-Italia 84-77

Sabato 14 settembre
Croazia-Italia 76-68
Spagna-Finlandia (17.45)
Grecia-Slovenia (21.00)

Lunedì 16 settembre
Croazia-Grecia (14.30)
Italia-Spagna (17.45, diretta Raisport1)
Finlandia-Slovenia (21.00)

Ufficio Stampa Fip

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intimano l'alt e gli puntano il fucile contro: la gita in bosco si trasforma in un incubo

  • Non solo transfrontalieri: chi può entrare in Slovenia dal 26 maggio

  • Mercurio pronto a dare spettacolo al tramonto: come e quando osservalo a occhio nudo

  • Un aiuto per pagare l'affitto: al via il bando del Comune

  • Sparatoria a Nova Gorica, coinvolte più persone

  • Fucile contro un giovane italiano, Serracchiani a Di Maio: "Chiarisca l'episodio con Lubiana"

Torna su
TriestePrima è in caricamento