Eurobasket : Italia - Croazia 68-76. Qualificazione ai Quarti Complicata

Simone Pianigiani: “Decisivo il break subito nel terzo quarto dopo un primo tempo giocato oltre i nostri limiti”.Lubiana. L’Italia perde 76-68 contro la Croazia nel secondo match della seconda fase all’EuroBasket 2013. Dopo una buona partenza gli...

Simone Pianigiani: "Decisivo il break subito nel terzo quarto dopo un primo tempo giocato oltre i nostri limiti".



Lubiana. L'Italia perde 76-68 contro la Croazia nel secondo match della seconda fase all'EuroBasket 2013.
Dopo una buona partenza gli Azzurri si inceppano e a nulla vale il grande ritorno dell'ultima frazione.
La qualificazione ai quarti è ora complicata e passa dalla vittoria contro la Spagna (lunedì 16 settembre, ore 17.45 diretta Raisport1) o dai risultati delle altre squadre del girone.

"I ragazzi - commenta il CT Simone Pianigiani - hanno avuto un approccio perfetto alla gara, decidendo fin da subito il ritmo della partita e forse i punti di distacco tra noi e loro potevano essere di più.

Nel secondo quarto ci siamo fatti trovare pronti al loro rientro e l'episodio su Melli ci ha penalizzato: tra l'annullamento della sua schiacciata e la tripla conseguente di Ukic ballano ben 5 punti.

I miei hanno giocato un primo tempo oltre i loro limiti ma da quell'episodio la Croazia è ripartita e nel terzo quarto abbiamo subito un gran break complici anche i nostri tanti errori.

Abbiamo sbagliato 3 o 4 tiri aperti ma non disponiamo di troppe alternative. Negli ultimi 10 minuti ho visto di nuovo un buon atteggiamento. Negli ultimi due, quando eravamo tornati nel match, è stata questione di dettagli: una palla persa, un canestro sbagliato, un fallo in attacco. La percentuale diversa tra noi e loro nei tiri da tre ha fatto la differenza. La Croazia ha giocato un buon basket e ha vinto la squadra migliore".

Partenza contratta da entrambi i lati, con errori sotto tutti e due i tabelloni. Immediato il gran lavoro di Cusin sul gigante Ante Tomic (217 cm).

L'Italia parte in confidenza con i suoi uomini chiave e anche se il punteggio rimane basso, l'inerzia si fa subito Azzurra (11-6 a metà frazione).

Con la nostra aggressività non lasciamo spazio a Ukic e Bogdanovic per inventare e senza rifornimenti la Croazia si blocca, mentre gli Azzurri vanno a +8 (14-6).

In difesa si concede poco e in maniera pulita; quando Datome trova la seconda tripla della sua partita i ragazzi di Pianigiani si arrampicano fino al 17-8 di fine primo quarto. Il pelo nell'uovo di 10 minuti attenti e di grande sacrificio sono i due falli fischiati a Belinelli e qualche occasione persa per incrementare il bottino.

Si riparte col gioco da tre di Draper ma dopo un paio di ottime giocate in difesa l'Italia torna a macinare gioco costruendo un 7-0 con Belinelli, Diener (tripla) e Cusin (24-11 al 14').

Rudez dalla lunetta non riesce ad interrompere il flusso Azzurro, anche se costringe Cusin al secondo fallo. Il sussulto croato arriva con Tomic e i primi punti di Bogdanovic (7) fino a quel momento tenuto sotto controllo dalla difesa: biancorossi a -6 (28-22).

Ukic e Draper piazzano due bombe (la prima arriva subito dopo un fallo non sanzionato che impedisce a Melli di schiacciare) che fanno male ma Belinelli si incunea nella difesa croata facendo affibbiare a Tomic il terzo fallo e mandando a segno i liberi del +6 (34-28 al 18esimo).

Zoric è più efficace di Tomic tra le torri avversarie ma il numero 14 ai liberi è disastroso.
Come lui Bogdanovic e allora Datome può approfittare. Il solito Zoric chiude la frazione 36-31 Italia.

Perse ancora diverse occasioni per allungare, con qualche conclusione affrettata di troppo ma i croati sono clienti più che scomodi e le previsioni della vigilia vengono ampiamente rispettate: è battaglia sportiva alla Stozice Arena.

Nel terzo quarto il black out Azzurro. Il canestro di Cincia arriva tra le onde biancorosse: le triple di Bogdanovic e Simon sono quelle del pareggio e del primo vantaggio Croazia (41-40 al 23esimo).

Occorre far quadrato e la bomba di Cincia è il miglior modo per riprendersi dall'assalto avversario ma Zoric pareggia e Bogdanovic da dietro l'arco mette in mostra tutto il suo talento seguito da Simon: Italia sotto 49-43 in un attimo.

I croati chiamano a raccolta il gran numero di connazionali venuti a Lubiana; anche oggi, così come contro la Slovenia, giochiamo fuori casa.
Scivoliamo fino a -8 e ad aiutarci ci pensa coach Repesa, beccandosi un fallo tecnico che ci ridà fiato grazie ai liberi del capitano (51-45).

Le percentuali si abbassano e il gap lievita a 12 lunghezze: ultima sirena con la Croazia avanti 57-45. 26-9 complessivo per i croati in un quarto da dimenticare.

Tomic e Draper ci spediscono a -15 (64-49) in avvio di ultimo parziale ma c'è ancora tempo per reagire: il 7-0 con un super Datome è manna dal cielo (64-56).

Ci proviamo aggrappandoci al capitano, che si carica la squadra sulle spalle riaprendo il match a 4 dalla fine (67-62). Bogdanovic non sbaglia mai ma Gigi ribatte colpo su colpo e con i liberi di Aradori torniamo a -4 (70-66).

Due minuti e mezzo per sperare ma gettiamo all'aria due buoni contropiedi per spaventare i croati. Si rimane fermi a 4 lunghezze con 1:46 sul cronometro. Simon allunga e Gentile non trova il canestro. Vince la Croazia.

Il tabellino

Croazia-Italia 76-68 (8-17, 23-19, 26-9, 19-23)
Croazia: Tomic 8 (4/4), Andric ne, Draper 12 (1/3, 2/4), Bogdanovic 18 (2/9, 4/6), Saric, Rudez 2, Ukic 13 (4/7, 1/6), Simon 14 (3/6, 2/5), Markota 2 (1/2, 0/3), Delas M. ne, Zoric 7 (2/9), Delas A. ne. All: Repesa. Ass: Sunara, Milanovic
Italia: Aradori 12 (5/8, 0/4), Gentile (0/3, 0/2), Rosselli (0/1), Vitali ne, Poeta ne, Melli 2 (1/6, 0/2), Belinelli 9 (3/6, 0/1), Diener 5 (1/2, 1/2), Cusin 7 (2/5), Datome 24 (5/8, 3/5), Magro ne, Cinciarini 9 (2/2, 1/2). All: Pianigiani. Ass: Dalmonte, Fioretti.

Arbitri: Belosevic (Srb), Ryzhyk (Ukr), Bissang (Fra)

Tiri da due Ita 19/41, Cro 17/40; tiri da tre Ita 5/18, Cro 9/24; tiri liberi Ita 15/21, Cro 15/20. Rimbalzi Ita 34 (7 Datome), Cro 41 (8 Tomic e Zoric). Assist Ita 9 (3 Belinelli e Diener), Cro 10 (3 Ukic).
Usciti 5 falli:

Note
Fallo tecnico a Repesa (27esimo, 51-43).
Spettatori: 7000

La classifica del Girone F
Croazia 7 (3/1)
Italia 6 (2/2)
Slovenia 5 (2/1)*
Spagna 4 (1/2)*
Grecia 4 (1/2)*
Finlandia 4 (1/2)*

*una gara in meno

Il calendario completo del Girone F

Giovedì 12 settembre
Finlandia-Croazia 63-88
Grecia-Spagna 79-75
Slovenia-Italia 84-77

Sabato 14 settembre
Croazia-Italia 76-68
Spagna-Finlandia (17.45)
Grecia-Slovenia (21.00)

Lunedì 16 settembre
Croazia-Grecia (14.30)
Italia-Spagna (17.45, diretta Raisport1)
Finlandia-Slovenia (21.00)

Ufficio Stampa Fip

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • Aggressione a colpi di martello a Ponziana, due persone a Cattinara

  • Giovane di 15 anni confessa l'accoltellamento: l'accusa è di tentato omicidio

  • Le salme di Matteo e Pierluigi arrivate in Questura, allestita la camera ardente

  • Come arredare un monolocale sfruttando gli spazi in maniera ottimale

  • Investimento sulle strisce in viale Miramare: grave una donna

Torna su
TriestePrima è in caricamento