Universiadi, la prima medaglia italiana è del triestino Auber

Nipote dell'indimenticato Pino, Gabriele ha conquistato il gradino più basso del podio nella gara di tuffi da un metro. Finale combattutissima e stravinta dal cinese Liu Chengming

La prima medaglia della nazionale italiana che partecipa alle Universiadi di Napoli ha i colori di Trieste. Il giovane tuffatore azzurro Gabriele Auber, nipote del grande Pino Auber scomparso l'anno scorso dopo una carriera strepitosa dal trampolino nella categoria master, si è posizionato sul gradino più basso del podio portando a casa un ottimo bronzo. 

Un bronzo difeso con i denti

Durante la finale, stravinta dall'atleta cinese Liu Chengming, Auber se l'è dovuta vedere con tuffatori di tutto rispetto. I tedeschi Frithjof Seidel e Alexander Lube in prima battuta, ma ha dovuto guardarsi anche dall’americano Jacob Fielding e dall'altro cinese Li Pingan. Alla fine però, l'atleta della UniCusano ha battuto la concorrenza ottenendo il punteggio di 356.20 a un punto e mezzo dall'argento andato a Seidel. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade in acqua con la gamba fratturata: salvato "per miracolo" in porto

  • Auto con 5 persone si cappotta a Santa Croce: tre minori al Burlo

  • Piacenza-Triestina 1 a 2 | Le pagelle: bum bum Maracchi, l'Unione espugna Piacenza

  • “Era il ‘Bronx’, oggi è un gioiello” l'evoluzione di borgo San Sergio per i residenti (FOTO)

  • Inseguiti a Rabuiese, gettano dal finestrino la marijuana: in manette tre giovani

  • Camioncino Acegas si schianta contro un muro in via Sottomonte

Torna su
TriestePrima è in caricamento