L'Alma supera la Grissin Bon 104-88 e consolida la sua posizione in zona playoff

23.45 - un'altra prestazione straordinaria dei ragazzi di Dalmasson che si iscrivono tutti a referto

PRESENTAZIONE

L’undicesima giornata del girone di ritorno del campionato di pallacanestro 2018/19 “Postemobile” propone all’Allianz Dome l’incontro tra Alma Pallacanestro Trieste e Grissin Bon Reggio Emilia. Obiettivi importanti per entrambe le formazioni: una vittoria giuliana per consolidare o migliorare la posizione in zona playoff; un’affermazione esterna da parte reggiana e due punti fondamentali per evitare l’unica retrocessione prevista, che vede coinvolte, oltre alla Grissin Bon, la Fiat Torino, la VL Pesaro e l’OriOra Pistoia.

Anche oggi – e soprattutto in questo momento delicato – il pubblico risponde presente. Sono infatti 6311 gli spettatori compresa una decina di tifosi ospiti, in gran parte muniti di una delle oltre 3000 magliette SIAMO TRIESTE, la cui vendita ha fino ad ora portato € 92.000,00 nelle casse societarie. Tutti a disposizione per l’Alma, con Peric non ancora in perfette condizioni; per Reggio Emilia, guidata da coach Pillastrini, senz’altro da sottolineare la presenza di Federico Mussini, giocatore che, nello scorso campionato, ha contribuito in maniera importante alla promozione della formazione triestina, e che è stato pertanto accolto da un’ovazione del pubblico dell’Allianz Dome.

COMMENTO E SALA STAMPA

Trieste confeziona un’altra grande partita e supera in maniera più netta di quanto dica il punteggio (104-88) la Grissin Bon, iscrivendo a referto tutti i 12 giocatori schierati: 20 punti per Dragić, 17 per Peric, 15 per Wright, 14 per Knox, fino ad arrivare ai 2 punti di Cittadini ed al punto del capitano; 104 mattoncini per costruire una vittoria. Primi tre quarti giocati in maniera perfetta sia in attacco che in difesa; calo fisiologico nell’ultimo quarto ma squadra sempre ben concentrata ed attenta. Dopo l’euforia per questa vittoria il pensiero è già volto alla partita casalinga della vigilia di Pasqua (20 aprile ore 20.1) che vedrà l’Alma Pallacanestro Trieste sfidare la Reyer Venezia di Stefano Tonut. Per Reggio Emilia 26 punti di Johnson-Odom e 16 di Cervi. Nessun punto di Mussini nei 6.30 minuti giocati.

Il primo intervento in sala stampa è di Gianluca Mauro che presenta il team che ha ideato la stampa delle magliette che hanno fruttato già 100.000,00 euro. «Siamo grati alla società ma anche grati a noi stessi» ha affermato, ringraziando ad uno ad uno «quelli delle magliette». «Martedì saranno comunicate altre iniziative. Dobbiamo guardare avanti, preserviamo il gioiello che è stato costruito in questi ultimi anni». I due assistenti di Dalmasson, Praticò e Legovich si alternano al microfono parlando «di una prova di squadra eccezionale; difficile parlare di numeri, è veramente un bel momento, pensando alla prossima partita casalinga con Venezia. La cosa più bela che i ragazzi hanno fatto è stata quella di condividere la palla, pensando anche alle situazioni senza palla. Ogni giocatore ha grande fiducia dell’altro: sono eloquenti i 22 assist della gara». Infine il coach di Reggio Emilia, Stefano Pillastrini ha detto che «Trieste è una squadra straordinaria e noi siamo stati poco efficaci soprattutto nel primo tempo. Trieste è difficile da affrontare perché ha una precisione straordinaria e si vede un lavoro che è stato fatto in questi anni: gran complimenti a Trieste. Noi dobbiamo essere diversi e dobbiamo conquistare la salvezza per una piazza importante». Ad una domanda sul pubblico, Pillastrini afferma: «Cornice meravigliosa che è uno stimolo per Trieste ma anche per gli avversari».

CRONACA

Trieste parte con il seguente quintetto: Wright, Da Ros, Sanders, Knox e Dragić; la Grissin Bon schiera invece Allen, Dixon Jr., Aguilar, Johnson-Odom e Cervi. Primi quattro punti per Knox e successivo coast to coast di Matteo Da Ros fermato fallosamente. Primi punti reggiani con il capitano Cervi (7-2) dopo circa quattro minuti di gioco. Un paio di tiri sbagliati da Trieste ed ecco che arriva il pareggio di Johnson-Odom con il canestro più libero aggiuntivo. Primo vantaggio esterno con la tripla di Aguilar (11-12) ma immediata reazione giuliana con un parziale di 8-0 che consiglia coach Pillastrini di spendere un time out a 3.09 dalla prima sirena sul punteggio di 19-12. Grande stoppata di Da Ros ed il vantaggio si dilata con la tripla di Dragić che vale il 24-12. Wright mette due liberi e lo stesso fa Johnson Odom; il primo periodo si chiude 26-16. Il periodo si apre con la tripla di Dragić dopo un paio di tiri falliti dagli ospiti con Mussini. Meritato riposo per Dragić a 6 minuti dal riposo lungo con già 18 punti a referto. Spettacolare alley-oop di Cavaliero per Mosley e successivo assist di Cavaliero per la comoda entrata di Peric (37-22). Un parziale reggiano di 5-0 viene bloccato da una tripla di Peric; azione da 4 punti per Johnson-Odom al quale risponde Cavaliero con una bomba frontale. Ancora Cavaliero con una tripla dall’angolo (50-31). Nel secondo periodo i ragazzi di Dalmasson sono devastanti in attacco (73% complessivo al tiro) e vanno al riposo lungo con un vantaggio importante: 60-38.

SECONDO TEMPO

Il secondo periodo si apre con idue punti di Da Ros con un bel movimento sotto canestro. Dopo il libero di Gaspardo ancora Da Ros su assist di Dragić. Cinque punti consecutivi di Wright valgono il +30 a 6.40 (69-39). Gran palla di Dragić per Knox e poi ancora Wright: è un monologo giuliano con tutto il pubblico in piedi sul punteggio di 73-41 a 5.39 sul time-out chiamato dagli ospiti. Reggio Emilia ricuce parzialmente con un paio di triple dall’angolo ma il vantaggio resta considerevole (81-51) a 3.00 alla fine del terzo quarto. Nel finale di periodo Mosley fa 1 su 2 ai liberi e gli ospiti appoggiano il canestro che vale l’86-58 alla fine del terzo periodo. All’inizio del quarto periodo il pubblico incita la squadra con “resteremo in serie A” per poi passare ad un più ambizioso “vinceremo il tricolor”, i ragazzi giuliani calano l’intensità difensiva consentendo alla Grissin Bon di recuperare (93-70) al 6.20 dalla fine. Mosley conquista alcuni rimbalzi in attacco e va a segno con Fernandez con la tripla del 98-76. Dopo Coronica spazio anche ad Alessandro Cittadini. È Peric a scavallare quota 100 con 2 liberi mentre nel finale si iscrivono a referto anche il capitano e Cittadini per il 104-88 che chiude la partita; come contro Cremona, il pubblico richiama a gran voce i ragazzi di Dalmasson, che si ripresentano raccogliendo i meritati applausi. 

Potrebbe interessarti

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

  • Ricetta cheesecake ai frutti di bosco, il dolce estivo da provare

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Incidente in ex GVT: padre e figlia in ospedale

  • Una proposta di matrimonio "da film" al cinema Nazionale

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Polli: "Non fuggono dalla guerra, sono palestrati", ma è una foto del cantante Tequila Taze

  • Malore in spiaggia, bambina finisce al Burlo

Torna su
TriestePrima è in caricamento