Miela: Retrospettiva su Bernardo Bertolucci

Mercoledì 12 gennaio 2011, si svolgera' al teatro Miela Lo Sguardo dei Maestri. Giunta alla sua tredicesima edizione, la manifestazione concentra il proprio sguardo sul più internazionale dei nostri registi, ovvero Bernardo Bertolucci.     Il...

Mercoledì 12 gennaio 2011, si svolgera' al teatro Miela Lo Sguardo dei Maestri. Giunta alla sua tredicesima edizione, la manifestazione concentra il proprio sguardo sul più internazionale dei nostri registi, ovvero Bernardo Bertolucci.

Il Programma:

ore 19.00
LA TRAGEDIA DI UN UOMO RIDICOLO
di Bernardo Bertolucci; con Ugo Tognazzi, Anouk Aimée, Ricky Tognazzi, Laura Morante, Victor Cavallo, Vittorio Caprioli, Renato Salvatori, Olimpia Carlisi, Antonio Travisi, Margherita Chiari, Gaetano Ferrari, Sante Bianchi, Giuseppe Calzolari, Piero Longari Ponzone, Angelo Novi, Gianni Migliavacca, Ennio Ferrari e i musicisti del Concerto Cantoni di Busseto.
Italia/USA, 1981, b/n, 116'

A Primo Spaggiari, industriale caseario della Bassa Padana, si chiede, per il riscatto del figlio sequestrato da un gruppo di terroristi, un miliardo; quando il figlio viene dato per morto, Spaggiari escogita un piano truffaldino e utopistico per salvare il caseificio sull'orlo del fallimento.
(il Morandini, www.mymovies.it)

"Ormai quarantenne, Bertolucci passa decisamente dalla parte dei «padri» che si confrontano con il mistero della gioventù dei figli. In tal senso, "La tragedia di un uomo ridicolo" appare perfettamente speculare rispetto a "Strategia del ragno". Scritto da solo «tra mezzanotte e le sei di mattina», in poco più di due settimane, si tratta dell'opera forse più segreta del regista, quasi un oggetto di culto per gli happy few, con un inedito Tognazzi, giustamente premiato a Cannes, nel ruolo dell'ideale nipote dell'Olmo di Novecento. In questo «film noir alla parmigiana, in cui si esprimono spudoratamente i sensi di colpa dell'autore di successo di "Ultimo tango", il realismo magico bertolucciano sbircia un'altra volta dalle parti di Buñuel, anticipando a suo modo l'atmosfera balzana di certi film di Bertrand Blier o di Almodóvar, o anche di "Mia dolce assassina" di Claude Miller. Dopotutto fu Sadoul a definire un giorno " Il grande sonno" «un incubo raccontato da un ubriacone»... Vista l'indisponibiltà di Storaro (allora impegnato con Coppola), il regista ripiega su Carlo Di Palma: il rimando alla profondità di campo dei dipinti di Edward Hopper fa da contrappunto alla «nebbia» della realtà contemporanea degli anni di piombo."
da "Bernardo Bertolucci - La certezza e il dubbio", a cura di Fabien S. Gerard

ore 21.30
LA VIA DEL PETROLIO
di Bernardo Bertolucci; con Mario Trejo, Giulio Bosetti, Nino Castelnuovo, Riccardo Cucciolla, Nino Dal Fabbro, Mario Feliciani (voci narranti).
Italia, 1967, b/n, 48'+40'+45'

Il percorso compiuto dal petrolio che, dal luogo di estrazione, l'Iran, passando per il Golfo Persico, dove viene caricato sulle petroliere, arriva al porto di Genova, nell'Europa che n e ha bisogno per il suo sviluppo. Il documentario è diviso in tre parti: 'Le origini', 'Il viaggio', 'Attraverso l'Europa'. La prima parte è dedicata alla terra d'origine mezzo per riprodurre la realtà. Nella seconda parte, il viaggio della petroliera induce a continui rimandi letterari e cinematografici. L'ultima parte è incentrata su un giornalista sudamericano incaricato di scrivere un diario di viaggio lungo il percorso dell'oleodotto che porta il petrolio da Genova alla Germania.
(www.cinematografo.it)

"Dopo due anni di disoccupazione forzata Bertolucci accetta di realizzare un documentario industriale su commissione dell'Eni, trasmesso poi dalla Rai. Partito alla scoperta del petrolio, scoprirà, così come Enrico Mattei, il Terzo Mondo. Tra le righe dei tre episodi de "La via del petrolio" si esprime anzitutto la voglia pazza di vivere la realtà contemporanea a 24 immagini per secondo. "
da "Bernardo Bertolucci - La certezza e il dubbio", a cura di Fabien S. Gerard

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ingresso ? 4,00

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, altra impennata in Fvg: 147 positivi e sei morti, i contagiati sono oltre 1100

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Coronavirus, altro balzo in avanti: in Fvg i contagiati ora sono 1223, 13 guariti in più

  • I contagiati salgono a 930, 54 decessi: il bollettino del FVG

  • Coronavirus: anche a Trieste arrivano le mascherine, saranno distribuite da lunedì

Torna su
TriestePrima è in caricamento