La Pallacanestro ha il suo pivot, ecco Akil Mitchell

Dopo la high school a Charlotte Christian ha frequentato l’università della Virginia, per poi vivere la prima avventura da professionista in G League con i Rio Grande Valley Vipers: è datato 2015/2016 lo “sbarco” in Europa

Foto tratta dal sito Sportando

Pallacanestro Trieste 2004 annuncia l’ingaggio dell’atleta statunitense naturalizzato panamense Akil Mitchell: nato a Charlotte il 26 giugno del 1992, Mitchell è un’ala/centro di 206 centimetri per 107 chilogrammi che dal 2016 gioca con la nazionale di Panama. 

Dopo la high school a Charlotte Christian ha frequentato l’università della Virginia, per poi vivere la prima avventura da professionista in G League con i Rio Grande Valley Vipers: è datato 2015/2016 lo “sbarco” in Europa, destinazione Francia. Mitchell gioca per una stagione ad Antibes, per poi passare nell’emisfero australe (2016/2017) e militare con i New Zealand Breakers. Proprio in quest’avventura in Australia Mitchell ha sofferto di un infortunio molto “particolare”: il 26 gennaio 2017, contro i Cairns Taipans, dopo un contatto a rimbalzo, il nuovo lungo biancorosso ha sofferto la fuoriuscita dell’occhio sinistro dall’orbita, per fortuna senza alcuna conseguenza grave. 

Nel 2017/2018 il ritorno negli USA, con la casacca dei Long Island Nets e nell’ultimo anno il nuovo approdo in Francia, dove con il Boulazac Basket Dordogne ha concluso al decimo posto assoluto nella prima divisone del campionato transalpino, viaggiando a 9.6 punti, 5.9 rimbalzi e 2.9 assist in 27.5 minuti di media ad incontro. 

Lungo agile, capace di correre in contropiede e chiudere l’azione con spettacolari schiacciate, non disdegna anche il tiro frontale e sa incidere a rimbalzo, oltre ad avere buoni movimenti spalle a canestro: giocatore che a livello difensivo potrà certamente far fare il salto di qualità alla compagine triestina, ha firmato un contratto 1+1 e rivestirà il ruolo di “5” titolare nello scacchiere di coach Eugenio Dalmasson. 

“Mitchell - queste le parole di coach Marco De Benedetto, team manager di Pallacanestro Trieste 2004 - ci darà concretezza e agilità nei pressi del canestro: è un giocatore che ha doppia dimensione e che ha una buona esperienza a livello internazionale. Auspichiamo che possa darci una bella mano dentro al pitturato facendo sentire la sua presenza atletica e la sua tecnica”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque metodi naturali per un piano cottura brillante

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Nudo e ubriaco prende il sole al Cedas davanti a tutti

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Muore a 38 anni dopo una caduta con la moto, Dolina piange Devan Santi

Torna su
TriestePrima è in caricamento