"Arbitra Giacomelli di Trieste", il fischietto di serie A premiato dal Comune

Il 41enne giuliano è stato insignito di una targa celebrativa dal sindaco Roberto Dipiazza per "la significativa attività svolta in ambito nazionale a livello sportivo". "Pochi sportivi hanno l'onore di legare il proprio nome alla città dove sono nati"

Fotografia concessa da Piero Giacomelli

L'arbitro di calcio triestino Piero Giacomelli è stato premiato questa mattina dal Comune di Trieste con una targa per "la significativa attività svolta in ambito nazionale a livello sportivo”. Il fischietto giuliano, 41 anni, è stato ricevuto dal sindaco Roberto Dipiazza, dall'assessore allo Sport Giorgio Rossi e dall'assessore ai Servizi Generali Lorenzo Giorgi. 

L'emozione di Giacomelli da Trieste

"Sono felicissimo di questo riconoscimento - ha commentato Giacomelli - perché pochi sportivi possono associare la propria città alla professione". Il triestino, noto tifoso dei rossoalabardati - presente anche nella sfida di andata della semifinale playoff a Salò - ha esordito in serie A nel 2010. La promozione nella massima serie arriva due anni dopo. Sette anni più tardi le partite dirette sono 119. Giacomelli poi ha raccontato alcuni aneddoti legati al campo. "Ogni tanto quando i giocatori cadono a terra, non c'è nessun fallo e si lamentano, allora mi scappa qualche parola in dialetto, come 'ndemo 'vanti dei". 

Alla premiazione hanno presenziato anche Gerardo D’Auria, Presidente AIA Trieste con il Vicepresidente Davor Blaskovic, Roberto Cheber, Segretario FIGCI, Ernesto Mari, dirigente CONI, Ezio Peruzzo, Presidente dell’ASD San Luigi Calcio con il direttore sportivo Maurizio Cespa, Mauro Milanese, Amministratore Unico Triestina Calcio, e Marcella Skabar, presidente della sezione triestina dell'Associazione nazionale atleti Olimpici e Azzurri d'Italia.

Le parole del sindaco

Il sindaco infine ha sottolineato come la categoria arbitrale sia "la prima volta che viene premiata dal Comune". Inoltre il primo cittadino ha rivolto a Giacomelli parole di elogio “per essersi distinto quale arbitro di eccellente valore, che saputo rendere onore e rappresentare Trieste ai massimi livelli, sia in ambito nazionale che internazionale. Sei il nostro orgoglio”. “Un grazie a Giacomelli che dà grande lustro alla nostra città vantando una carriera straordinaria e al quale auguriamo sia costellata ancora da innumerevoli brillanti successi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento