Presentata la Nuova Stagione del Rossetti: Grandi Interpreti e Regie per i 77 Titoli in Programma

Si parte con Magazzino 18 di e con Simone Cristicchi che oggi alla conferenza ha cantato e suonato un pezzo inedito, scritto appositamente per lo spettacolo «Un teatro che coniughi senso, emozione e poesia, che volga con decisione lo sguardo...

Si parte con Magazzino 18 di e con Simone Cristicchi che oggi alla conferenza ha cantato e suonato un pezzo inedito, scritto appositamente per lo spettacolo

«Un teatro che coniughi senso, emozione e poesia, che volga con decisione lo sguardo alla contemporaneità, che si concentri sulla cultura del territorio, ma che sappia anche ampliare i propri orizzonti, senza trincerarsi entro rassicuranti, angusti confini».

77 spettacoli scritti, interpretati, diretti dalla créme del teatro italiano e internazionale, una decina di titoli firmati dallo Stabile regionale frutto di un impegno produttivo significativo, messo "in primo piano" fin dalla duplice apertura di stagione che porta la firma di Antonio Calenda.

Il 22 ottobre Magazzino 18 di e con Simone Cristicchi, inaugurerà l'attività alla Sala Assicurazioni Generali (la sala maggiore del Politeama) che mantiene questa intitolazione in seguito alla riconferma dell'accordo di collaborazione fra Assicurazioni Generali e Teatro Stabile regionale. Il 24 ottobre alla Sala Bartoli sarà la volta di Una giovinezza enormemente giovane raffinato progetto su Pasolini con l'interpretazione del grande Roberto Herlitzka: uno spettacolo realizzato grazie al contributo della Fondazione CRTrieste.

Alla conferenza di questa mattina, che presentava l'innovazione della diretta streaming (grazie alla Be Nice e Il Piccolo), il direttore Antonio Calenda, il presidente Milos Budin e il direttore organizzativo Stefano Curti hanno presentato i 77 titoli della stagione 2013-2014 del Politeama Rossetti; tra il pubblico al Cafè Rossetti, location molto suggestiva e apprezzata dai presenti, c'erano anche le autorità "di casa" che hanno elogiato l'operato dell'amministrazione dello Stabile regionale, che nonostante i tagli sempre più pesanti, riesce ogni anno a presentare cartelloni di grande livello «con soli 2,5 milioni all'anno contro i 10 di Milano e altri teatri italiani»: il sindaco Roberto Cosolini, la presidente della Provincia Maria Teresa Bassa Poropat, l'assessore regionale alla cultura Gianni Torrenti.

È possibile ritirare l'intero libretto presso la biglietteria dello Stabile oppure è scaricabile dal sito internet del Politeama www.ilrossetti.it.

Come detto i titoli vantano artisti e registi di fama e bravura riconosciuta a livello internazionale. Ma di certo ci sono alcuni che spiccano sugli altri. Nell'abbonamento di Prosa per esempio, oltre a Magazzino 18 - di cui Simone Cristicchi oggi al termine della conferenza di presentazione ha cantato e suonato un inedito applauditissimo - troviamo Servo per due, con Pierfrancesco Favino nelle vesti di "Arlecchino" in un'esilarante rilettura del capolavoro goldoniano da parte del commediografo inglese Richard Bean.
Grande protagonista sarà anche Luca Zingaretti ne La torre d'avorio, in cui si opporrà a Massimo De Francovich. Arriverà poi a Trieste Giuseppe Fiorello, con il suo spettacolo omaggio a Domenico Modugno, Penso che un sogno così...
Una divertente commedia sulla "complessità delle donne" è La scena, che vedrà impegnate Angela Finocchiaro e Maria Amelia Monti. Un'altro amatissimo attore sarà protagonista di Qui e ora, in cui Valerio Mastrandrea sarà vittima di un incidente in scooter.
Ritornerà Alessandro Gassman, nelle vesti di attore e regista, questa volta di un grande classico di Shakespeare: RIII - Riccardo Terzo. Un altro volto, e autore, noti al pubblico triestino sono Sebastiano Lo Monaco, e l'autore, l'attuale presidente del Senato, Pietro Grasso, di cui l'attore siciliano porterà in scena Dopo il silenzio, un altro testo di denuncia contro la mafia.
Marco Paolini, con il suo Ballata di uomini e cani, trae dai racconti di Jack London, un dialogo muto ma vibrante tra gli uomini e il loro migliore amico a quattro zampe, nella solitudine di una natura non sempre amica.

Un approfondimento particolare lo meritano tutti i titoli del cartellone Musical & Eventi internazionali. Troppo interessanti e appassionanti gli spettacoli scelti dallo Stabile regionale per non illustrarne l'eccezionalità. Il primo di questi sarà Spring awakening: lo scottante risveglio di primavera di Wedekind che si fa musical (recitazione in italiano e canzoni in inglese) scritto da Steven Slater e Duncan Sheik, la cui forza sono gli straordinari interpreti diretti da Emanuele Gamba.
Debutto assoluto, sia come spettacolo, in esclusiva nazionale, che come tipologia, The Illusionists. Per la prima volta dei maghi calcheranno la scena del Politeama Rossetti: sette tra i migliori illusionisti del mondo.

Rivelazione al Festival di Edimburgo, cinque stelle da tutti i critici, Blam! vi stupirà, rapirà e coinvolgerà con i suoi ritmi adrenalinici. I quattro attori-stuntmen, nel loro ufficio, mimeranno tantissimi film e programmi che gli spettatori più attenti riconosceranno immediatamente.

C'è da registrare anche il ritorno di Cirque Eloize, con iD, il loro nuovo show, con performance piene di magia. In collaborazione con il celebre Cirque du Soleil, realizzano uno spettacolo urbano in cui il circo si mixa con l'hip hop e la streetdance.

Ecco dunque lo spettacolo più atteso, che porterà a Trieste la primavera, grazie alla magia delle sue coreografie e musiche. Cats di Andrew Lloyd Webber, sarà solo a Milano e al Politeama Rossetti.

Chiude il cartellone - in abbonamento - uno spettacolo che strapperà applausi ogni istante della sua durata. I giochi di ombre cinesi agli deffetti straordinari dei Pilobolus, in Swadowland, saranno indimenticabili per il pubblico dello Stabile.

Lo "zoccolo duro" della programmazione, i 25 titoli degli Altri percorsi, come da tradizione, sono all'insegna dei testi di autori moderni, ancora in vita, ma comunque dalla grande spessore teatrale. Come sempre, con qualche eccezione, questi spettacoli andranno in scena nella "sala piccola", la Bartoli. Ma da quest'anno, grazie alla collaborazione avviata con il teatro Miela, alcune date e alcuni spettacoli andranno in scena proprio sul palco del teatro sulle Rive triestine.

Capofila è Una giovinezza enormemente giovane come già detto. Subito dopo ecco la prima eccezione, in sala Assicurazioni Generali, ci sarà Ferite a Morte, un testo di grande attualità di SerenaDandini, in cui Lella Costa affronterà il tema della violenza sulle donne.
Ritorna al Politeama Rossetti Daniela Giovanetti, dopo il successo di Lei dunque capirà, interpreterà Jackie (Jacqueline Kennedy) diretta da Monica Conti.
Ennio Fantastichini, al Miela, sarà il logopedista del suo paesino australiano che, quando si scoprirà la sua omosessualità, subirà l'umiliazione dell'accusa di pedofilia verso un suo allievo Beniamino, il linciaggio morale e il carcere.

Quest'anno lo Stabile del Friuli Venezia Giulia propone anche un ricco cartellone di Musica & Concerti, il cui fiore all'occhiello è Un flauto magico, il capolavoro di Mozart, nella messinscena del grande Peter Brook. La musica classica, seppur in continua evoluzione, è presente anche In a time lapse tour del grande Maestro Ludovico Enaudi. Incredibile e divertente è lo spettacolo di Igudesman & Jo, A little nightmare music, con in scena due superbi musicisti, un pianista e un violinista.

A chiudere questo cartellone OtHello, la H è muta degli Oblivion che "profaneranno l'anno del doppio bicentenario Verdi-Wagner con una rivoluzionaria scoperta: la differenza tra l'Otello verdiano e quello shakespeariano sta nell'H muta.

Infine, come ormai succede da un paio di anni, saliranno sul palco del Politeama un nutrito gruppo di comici nel cartellone Cabaret. Il primo, forse anche quello più in voga del momento, sarà Alessandro Siani con il suo Sono in zona show. Seguiranno poi Angelo Pintus con 50 sfumature di Pintus, Pupkin Kabaret, Paolo Migone con Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere; tornerà Gioele Dix (regista degli Oblivion Show) in Nascosto dove c'è più luce, il romano Maurizio Battista nel suo Una serata unica; sarà di nuovo a Trieste Giuseppe Giacobazzi con Un po' di me e infine ancora Oblivion show 2.5, Il sussidiario con il loro Gran finale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Way of life" vince la Barcolana 51 (FOTO E VIDEO)

  • Accoltellamento in scala dei Giganti: un 17enne italiano in prognosi riservata

  • Barcolana 51: i primi 10 classificati (FOTO)

  • Aggressione a colpi di martello a Ponziana, due persone a Cattinara

  • Giovane di 15 anni confessa l'accoltellamento: l'accusa è di tentato omicidio

  • Le salme di Matteo e Pierluigi arrivate in Questura, allestita la camera ardente

Torna su
TriestePrima è in caricamento