Grande successo per la prima S1Dog, l’evento cinofilo della “Corsa della Bora” (FOTO)

Evento organizzato dall’associazione U.CI.O, Unità cinofile operative onlus, che ha allestito un tracciato “trail” nella baia di Sistiana con quattro checkpoint che hanno messo alla prova l’abilità e l’affiatamento dei binomi uomo-cane partecipanti

Circa 80 cani e 100 proprietari hanno popolato la baia di Sistiana nella fredda ma soleggiata mattina dell’Epifania. Grande successo quindi per la prima edizione della S1Dog, la passeggiata “trail” organizzata dall’associazione Ucio, Unità cinofile operative onlus, nell’ambito della manifestazione di SentieroUno “Corsa della Bora”: famiglie con bambini, gruppi cinofili (come l’“Oasi Retriver”) e proprietari con uno o più cani al seguito, hanno percorso il tragitto con partenza e arrivo a Portopiccolo, passando per il parco della Caravella (grazie alle concessioni e disponibilità di entrambe le proprietà) imbattendosi lungo la strada in quattro postazioni “gioco”, un punto “selfie” e la consegna di pacchi premio donati dalla Schesir.

Percorsi a ostacoli e slalom; percorsi accidentati e tunnel (allestiti con materiali di riciclo come pallet e cartoni); un “campo minato” per testare l’indifferenza dei cani a cibo e palline; infine le prove di obbedienza sui comandi base come il seduto e terra. «Lo scopo era quello di testare le abilità del binomio uomo-cane e il rapporto tra di loro – sottolinea il presidente Ucio Cristiano Drosg -. Ma, rispettando la nostra mission associativa, abbiamo preparato anche dei questionari a risposta multipla per valutare la conoscenza cinofila dei proprietari, delle ordinanze, alla giurisprudenza passando per la fisiologia; infatti è vero siamo un’associazione di soccorso nautico con l’ausilio dei cani, ma siamo anche promotori della corretta integrazione civile del cane nella comunità: per fortuna gli errori sono stati minimi e questo evidenzia la grande sensibilità e passione dei triestini sul tema, come del resto Tommaso De Mottoni, proprietario anche lui di un cane, che con la sua S1 ci ha offerto questa opportunità».

A supporto dei volontari della Ucio c’erano anche i clown dottori G.A.U. ma non hanno dovuto “operare” nessuno dei partecipanti, ma solo divertire e colorare il percorso. E anche sul fronte cinofilo, la clinica veterinaria Tergeste non è dovuta intervenire sul tracciato poiché non si sono registrati infortuni agli amici a 4 zampe.

Non si trattava di una gara e quindi, oltre ai premi, all’arrivo a Portopiccolo, a tutti i partecipanti è stata consegnata una particolare medaglia, creata per l’occasione dai ragazzi della Ceis, società cooperativa di Treviso che aiuta persone svantaggiate a reintegrarsi nella società e nel mondo del lavoro.

Conclusa poi la S1Dog, le instancabili unità cinofile della Ucio, si sono recate lungo la Costa dei Barbari a incitare e dare assistenza ai corridori impegnati nelle varie gare della “Corsa della Bora”. 

s1dog 2017 ucio-2

s1dog 2017 ucio-3

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Nudo e ubriaco prende il sole al Cedas davanti a tutti

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Muore a 38 anni dopo una caduta con la moto, Dolina piange Devan Santi

  • Scomparso in Istria un triestino di 58 anni

Torna su
TriestePrima è in caricamento