Serie B, semifinale play off: l'Interclub espugna con autorità San Lazzaro nella gara 1

L'Interclub a un passo dalla finalissima per la serie A2

B.S.L. San Lazzaro - Interclub Borgo S.Rocco 46-66 (8-16;20-29;37-51) B.S.L. San Lazzaro: Magliaro, Castagnini, Raffaelli, Talarico 12, Ghigi 6, Gorla, Zarfaoui 10, Mantovani 3, Melchioni 8, Panighi, Trombetti 7. All.: Dalé
Interclub Borgo S.Rocco: Cumbat 9, Ianezic 20, Vida 12, Silli 4, Battistel 6, Mervich 3, Bianchini, Predonzani, Dimitrijevic, Fumis, Miccoli 12, Robba. All.: Mura
Carattere e determinazione sono gli ingredienti principali che hanno portato l'Interclub Borgo S.Rocco ad espugnare il parquet di San Lazzaro nella gara 1 di semifinale play off, il successo in terra emiliana è più che meritato per quanto espresso nell'arco dei 40' in un match dove le rivierasche hanno tenuto ampiamente testa alle rivali gestendo il gioco sin dalle battute iniziali.

L'approccio alla gara è quello giusto con Muggia che allunga in progressione sino a toccare il primo vantaggio in doppia cifra (4-15) al 9' frutto sia di una difesa attenta a concedere pochi spazi alle avversarie costrette a trovare con scarsa fortuna il tiro dalla lunga distanza che da un attacco dove le buone percentuali realizzative fanno si che il quintetto rivierasco trovi la via del canestro con una certa continuità, il quarto si chiude con l'Interclub avanti di 8 lunghezze (8-16).

Qualche rimbalzo concesso di troppo e diversi secondi tiri favorevoli alle emiliane portano la formazione di coach Dalè sotto di 2 (17-19) al 16' ma la reazione rivierasca non tarda ad arrivare, registrato l'attacco le ospiti piazzano un break di 10-3 utile a chiudere la seconda frazione sul +9 (20-29). Nella ripresa dopo la tripla della Ghigi (23-29) l'Interclub pigia sull'acceleratore grazie ai colpi del trio Miccoli-Ianezic-Vida e da una super Cumbat a dettare il ritmo di gioco alla squadra: la difesa a zona schierata dalle emiliane nulla può dinanzi alla buona circolazione di palla adottata da Muggia che incrementa il distacco minuto dopo minuto sino a chiudere il match sul +20 (46-66).

Soddisfatto a fine gara coach Mura: «Un plauso va rivolto ad ogni singola ragazza brava a fornire il proprio apporto alla squadra, oggi abbiamo dimostrato sul campo qualcosa in più delle avversarie. Nella gara di ritorno (in programma al PalAquilinia sabato 12 maggio alle ore 18, n.d.r.) dovremo mantenere la stessa intensità cercando di migliorare a rimbalzo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cappotto, come scegliere il modello giusto in base alla tua silhouette

  • Malore durante l'allenamento in palestra, salvata da un infermiere in pensione

  • Trieste e Vienna sempre più vicine: in arrivo il nuovo collegamento ferroviario

  • Acqua alta sulle rive e piazza Unità, allagamenti anche a Muggia e Grado (FOTO)

  • I metodi fai da te per pulire i tappeti in modo efficiente

  • Rissa tra giovani armati di bastoni in largo Barriera, indagini della Polizia

Torna su
TriestePrima è in caricamento