La Triestina schiaccia la capolista, Padova battuto per 2 a 0

Una Triestina gagliarda mette nel sacco la capolista e dimostra di avere un potenziale di gioco non inferiore a nessuno. La squadra di Gautieri risponde alle critiche dei tifosi. Gomez e Gatto tra i migliori in campo

foto Aiello

Una Triestina gagliarda mette nel sacco la capolista e dimostra di avere un potenziale di gioco non inferiore a nessuno. La squadra di Gautieri, presentato in settimana, risponde alle critiche dei tifosi - alcuni dei quali si sono fatti sentire durante l'allenamento del sabato con parole dure - e surclassa il Padova grazie ad una manovra precisa, un carattere arcigno e ai goal di Gomez e Gatto. Alla fine del match tutti sotto la Furlan a ricevere i meritati applausi. 

La cronaca 

L’Unione parte con il piglio giusto cercando di mettere pressione sul portatore di palla dei biancoscudati e riuscendo così a recuperare svariati palloni in mezzo al campo. Dopo una bella ripartenza della Triestina, al 10’ è Gatto ad avere sui piedi la prima occasione del match ma dal limite dell’area spara alto. Il terreno di gioco risulta essere particolarmente scivoloso ed il fraseggio di entrambe le squadre

Per quanto riguarda le occasioni la prima frazione di gioco non riserva particolari emozioni. L’undici di Gautieri infatti limita la manovra della squadra di Ametrano e la costringe a rimanere nella sua metà campo ma senza riuscire a trovare la via del goal. Al 35’ è Maracchi a vedersi murata dalla difesa patavina una bella conclusione dal limite dell’area. La pressione dei rossoalabardati aumenta e al 44’ arriva il meritato vantaggio.

Un elegante scambio tra Granoche e Gomez mette quest’ultimo in condizione di trovarsi davanti alla porta di Minelli. Dopo il controllo preciso, il giovane attaccante infila il numero uno dei biancoscudati con un rasoterra che manda in visibilio la Furlan e tutto il pubblico del Rocco. Il primo tempo si conclude così, con una Triestina nettamente più in palla della capolista.

Le pagelle: Gatto e Gomez su tutti

Il secondo tempo

La seconda frazione di gioco si apre nel segno della superiorità territoriale dei rossoalabardati che continuano a manovrare trovando sempre le soluzioni giuste. Il pressing degli esterni e la reattività di Gomez fanno sì che il centrocampo della Triestina riesca a recuperare molti palloni e ad innescare la manovra d’attacco.

Al 9’ minuto arriva il raddoppio dell’Unione. Gatto scappa via a sinistra e dopo aver puntato un difensore del Padova scaglia verso la porta un destro che, complice la deviazione di Kresic, finisce alle spalle di Minelli. E’ il momento migliore della Triestina che non si fa intimorire dalla reazione della capolista. Pochi minuti dopo è Granoche a sfiorare il terzo goal, dopo un elegante traversone di Scrugli dalla destra. L’incornata del Diablo finisce di qualche centimetro a lato. La partita si conclude con un paio di giocate di Ferretti, entrato a sostituire proprio Granoche. La prima è un fendente rasoterra bloccato senza troppe difficoltà dal numero uno padovano, mentre la seconda è una conclusione “alla Del Piero” che per pochissimo non fissa il risultato sul 3 a 0.

Il commento

E’ un’Unione ritrovata? Troppo presto per dirlo, viste le altissime motivazioni date sia dal cambio in panchine, sia dalla partita contro i primi in classifica. Ma oggi va bene così.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore durante l'allenamento in palestra, salvata da un infermiere in pensione

  • "Sono stato aggredito con un piede di porco", triestino all'ospedale: "Volevano entrare in casa"

  • Incidente in via Udine: insulti e minacce di morte ad un medico del 118

  • Bimbo cammina in fondo alla chiesa, alcuni fedeli "cacciano" lui e la madre

  • Mano pesante del Questore, giù le serrande del Mc Donald's per una settimana

  • Trieste e Vienna sempre più vicine: in arrivo il nuovo collegamento ferroviario

Torna su
TriestePrima è in caricamento