Triestina-Sud Tirol, Pavanel: "Il Rocco può essere l'arma in più"

L'allenatore dei rossoalabardati ha presentato la partita di domani sera in programma a Valmaura alle 20.30. "Maracchi è completamente recuperato mentre Hidalgo ha un risentimento muscolare". Costantino "scalpita". Gli altoatesini arrivano a Trieste in un buon momento di forma

foto Aiello

“Dovremo essere bravi a sfondare il muro del Sud Tirol e, se non riusciremo a farlo, dovremo aggirarlo”. Le parole sono dell’allenatore della Triestina Massimo Pavanel che questo pomeriggio ha tenuto una conferenza stampa per presentare il big match contro la forte formazione altoatesina, in cartello domani sera allo stadio Rocco alle 20.30.

La sconfitta di Bolzano

 “All’andata avevamo optato per una partita fatta di agilità e questa squadra ci aveva battuto in maniera netta. Sono sicuro che domani sera i ragazzi avranno quella molla giusta e la voglia di rifarsi rispetto alla gara di Bolzano”. Entrambe le squadre arrivano alla gara del Rocco in un buon momento di forma. “Sarà una partita combattuta – ha affermato Pavanel – anche perché loro dimostrano di avere un’ottima fase difensiva e ribaltano il gioco molto bene, sfruttando poi le palle inattive in maniera molto positiva”.

Infermeria e rientri in campo

Costantino migliora di giorno in giorno e domani sera “ci sarà sicuramente spazio per lui” ha detto l’allenatore della Triestina. “La nostra forza è quella di saper cambiare in corsa e dobbiamo ragionare su questo elemento per poter battere la formazione altoatesina”. Hidalgo fuori per un risentimento muscolare, mentre Maracchi ha recuperato pienamente e sarà della partita.

Sfondare o aggirare il muro

Secondo Pavanel “le transizioni durante la gara faranno la differenza. Se troviamo il muro dovremo essere bravi a sfondarlo o, eventualmente ad aggirarlo”. La differenza la farà “l’approccio, la voglia di vincere e le considerazioni sul sistema di gioco degli avversari. Loro cambiano spesso le coppie intorno al 60’ della gara. Gli episodi domani sera potranno far pendere la bilancia da una parte o dall’altra”.

Il Rocco come l'arma in più

“Non dobbiamo avere pause, anche perché loro non palleggiano ma puntano in verticale”. Il pubblico potrà dare una grande mano all’undici rossoalabardato. “Trieste sa come supportare la squadra e non ha bisogno del mio monito. Il pubblico può dare una grossa mano quando i ragazzi sentono di vivere un momento di difficoltà. In quel caso il Rocco può diventare la nostra arma in più”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Sento che vincono.....poi ai poster l'ardua sentenza, cioè tra poche ore

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Donna investita tra via Carducci e passo Pecorari (FOTO)

  • Cronaca

    Addio a Don Giuseppe Markuža, parroco di Sgonico

  • Cronaca

    Morde un dito e sputa in faccia alla guardia giurata: denunciato

  • Cronaca

    Danneggia un cippo di pietra e scappa: la Polizia Locale lo rintraccia

I più letti della settimana

  • Scomparso in val Rosandra, ritrovato il corpo senza vita

  • "Pensione lager" per cani: Trieste su Striscia la Notizia

  • Distrutti in porto 2500 ricambi Hyunday e Kia

  • Film Hollywoodiano a Trieste: tutti i provvedimenti di viabilità

  • Esplosione in via San Marco, persona all'ospedale

  • "Voglio assumere ma nessuno è disposto a lavorare", lo sfogo di un'imprenditrice

Torna su
TriestePrima è in caricamento