Automobilismo: Twingo Cup, impresa del triestino Matthias Lodi, da ultimo a terzo (FOTO – VIDEO)

Grande Impresa del triestino Matthias Lodi nelle prime due gare all'Hungaroring (Budapest - stesso circuito della Formula Uno) della stagione del Campionato MonoMarca "Twingo Cup": due terzi posti che sanno d'impresa

Grande Impresa del triestino Matthias Lodi nelle prime due gare all’Hungaroring (Budapest – stesso circuito della Formula Uno) della stagione del Campionato MonoMarca “Twingo Cup”. Due terzi posti che sanno d’impresa, considerando la chiamata dalla scuderia solo tre giorni prima delle gare, partendo in una delle due gare addirittura dall’ultimo posto con l’auto non in perfette condizioni. «Quelle corse il week-end dal 24 al 26 aprile sono state le prime due gare della stagione – ci spiega Matthias. Nel 2013 mi ero laureato campione d’Europa nello stesso campionato poi, a causa della difficoltà economiche che hanno investito anche il mondo dello sport, la scarsità di risorse e di sponsor, non ho trovato una collocazione nel 2014».

«Mi ero ormai rassegnato – continua il triestino - anche per questa stagione quando martedì (pochi giorni prima delle prime due gare) la scuderia slovena “Lema Racing” mi ha chiamato per chiedermi la disponibilità a guidare nelle prime gare stagionali una delle loro auto. La scuderia, infatti, aveva appena comprato nuove vetture e serviva un pilota d’esperienza che la testasse, facendo inoltre buoni risultati nell’immediato ed hanno pensato a me. Immediatamente ho accettato, già il giorno dopo ero a Lubiana, venerdì notte siamo partiti alla volta di Budapest dove sono arrivato in mattinata».

«Mi sono messo quindi subito alla guida dell’auto – sottolinea Matthias -  per le prove libere, dove ho realizzato il primo tempo. La mattina del sabato è stata la volta delle qualifiche, in cui ho ottenuto la “Pole” in gara-1 mentre un ritiro a causa di un problema matthiaslodihungaroring04meccanico, mi ha costretto a partire dall’ultima posizione nella seconda gara. L’inizio della gara 1 (sabato pomeriggio) non è stato dei migliori, sono stato tamponato al secondo giro peraltro subendo pesanti problemi all’auto. Comunque la determinazione e la voglia di portare a casa il risultato hanno permesso di classificarmi terzo».

«Durante la notte – riferisce -  i meccanici hanno lavorato incessantemente per potermi permettere di correre al meglio gara-2 di domenica pomeriggio, nonostante gli importanti danni subiti durante la collisione. Da considerare inoltre l’ultimo posto da cui partivo a causa dei problemi tecnici nelle qualifiche del giorno prima. Ciò che mi ha fatto ben sperare è stata la pioggia con cui si è corsa la gara. La mia auto infatti, a causa del poco attrito nel semiasse, non era particolarmente veloce nei rettilinei e questo permetteva facilmente agli avversari di superarmi. La pioggia invece ha un po’ rimescolato le carte proprio per via della velocità ridotta di tutte le autovetture».

«Ho deciso di rimanere quindi – sottolinea il pilota triestino - in mezzo al gruppo fino all’ultimo giro, quando ho compiuto il sorpasso deciso che mi ha permesso di salire sul gradino più basso del podio. In classifica generale, grazie ai due terzi posti, sono al momento sul secondo gradino del podio, alle spalle del vincitore di entrambe le gare. La prossima corsa sarà in Austria, sono pronto per affrontare questa nuova sfida, dove peraltro ho già vinto».

Infine, Matthias ci riferisce che, «qualora venissi notato da un talent scout o un grosso sponsor decidesse di sponsorizzarmi, mi piacerebbe correre nel WTCC o nel DTM». Attivo anche il gruppo fan del pilota Triestino.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento