Gruppo di Corsa In Montagna: 1650 metri di crono-traversata in Grotta gigante

La Grotta Gigante offre ai suoi sfidanti 1.000 gradini e un'umidità prossima alla saturazione, un ambiente straordinario ma poco ospitale per un runner

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Sono le ore 10.00 e a Borgo Grotta Gigante - Trieste si diffonde inconfondibile il suono dello starter che annuncia l'inizio della gara di corsa a cronometro più emozionante: la Cronotraversata del Maestro, organizzata dal Gruppo di Corsa In Montagna della Società Alpina delle Giulie con la collaborazione della Commissione Grotte "Eugenio Boegan". Gli iscritti per questa edizione sono stati quasi 200 con corridori provenienti persino dalla Cina.

Parte il primo atleta, dopo soli 30 secondi lo insegue il secondo ed inizia così una rapida successione di corridori che in poco più di 10 minuti daranno prova di tutta la loro preparazione e resistenza atletica. Una gara senza esclusione di colpi che si snoda lungo un percorso esterno in piano, reso un po' difficoltoso a causa delle condizioni meteo non del tutto favorevoli, per poi entrare a passo levato nella grotta turistica a sala unica più grande del mondo.

I corridori la domano con tutta la loro forza fisica e mentale, affrontando con impeccabile resistenza tutto il percorso lungo 1.650 metri, di cui 800 in esterno ed 850 sotto la superficie terrestre. In Grotta risuona l'eco degli affannosi respiri e dell'attrito delle scarpe sull'umido suolo, a volte sembra addirittura che gli atleti più veloci pattinino inghiottendo sotto i loro piedi un gradino dopo l'altro. Dopo pochi minuti esce il primo atleta ed in sequenza tutti gli altri, facendo tremare persino le gambe degli spettatori, stupiti dalla fenomenale prestazione sportiva. In meno di 2 ore i partecipanti hanno completato il percorso classificandosi con tempi egregi e ben 13 di loro si sono posizionati sotto i 10 minuti, tra cui il record femminile Ana Čufer.

La classifica finale vuole nuovamente vincitore Matjaz Miklosa classe '75 della società KGT Papez: un tempo di soli 8 minuti e 24 secondi. Le premiazioni hanno incoronato anche i primi 10 uomini, le prime 10 donne (che hanno partecipato in numero inferiore alla gara, prima donna assoluta Ana Čufer classe '96 della società Salomon Pet con un tempo di 9 minuti e 44 secondi), l'atleta più veloce nella discesa in grotta e quello più rapido nella risalita.

Anche quest'anno l'evento è stato svolto in combinata con la competizione slovena "Dimnice 2016" tenutasi nella grotta carsica vicino a Kozina il 16 ottobre scorso. Vincitori: Strnad Simon e Čufer Ana.

Le classifiche integrali sono consultabili sul sito del gruppo di Corsa In Montagna www.caicim.it.

Torna su
TriestePrima è in caricamento