Una tripla di Fernandez allo scadere regala la vittoria 83-82 dell'Allianz sulla Dinamo Sassari

01:30 - nei tre minuti finali i biancorossi recuperano gli otto punti di svantaggio e si aggiudicano l'incontro

COMMENTO E SALA STAMPA

La quarta giornata di ritorno del campionato di pallacanestro LBA 2019/2020 ha visto l’Allianz Pallacanestro Trieste nuovamente impegnata tra le mura amiche per affrontare la quadrata formazione della Dinamo Sassari, condotta da Gianmarco Pozzecco (accolto calorosamente al momento della presentazione) ed attualmente seconda in classifica. Con un finale pazzesco la formazione biancorossa è riuscita a superare la compagine sarda con il punteggio di 83-82 grazie ad una tripla da circa 8 metri, recapitata da Fernandez nei secondi finali. La partita si stava incanalando con il solito cliché: buon inizio dei giuliani che poi si perdono nel secondo e terzo quarto, costretti a rincorrere inutilmente le compagini ospiti di turno. Ma questa sera, a cinque minuti alla fine il pubblico triestino, piuttosto apatico nei precedenti trentacinque minuti, si è accorto che qualcosa stava cambiando ed ha cominciato ad incitare il quintetto biancorosso che ha gettato in campo tutta l’energia che aveva in corpo per limitare i giochi di Sassari prima e per produrre quel fondamentale parziale di 7-0 che ha riaperto la partita a due minuti alla fine. Il canestro di Fernandez che ha fatto esplodere l’Allianz Dome è stato il giusto epilogo di una partita giocata con il cuore.    Dalmasson non ha convocato Cooke, inserendo Justice nei dodici. Prima dell’incontro è stato ricordato Kobe Bryant, tragicamente scomparso sette giorni fa.

In sala stampa Pozzecco afferma: «La partita? Per il 50% l’abbiamo persa noi e per l’altro 50% l’ha vinta Trieste, che ha giocato una partita vera fino alla fine. Ringrazio il pubblico di Trieste per il grande affetto. Negli ultimi sei minuti abbiamo pagato l’aggressività di Trieste ed abbiamo commesso errori in attacco che ci hanno portato a subire psicologicamente anche nella fase difensiva, con conseguenti errori anche in quella fase di gioco».

A seguire Dalmasson dice: «Partita complicata contro una squadra in forma che ha tante soluzioni e che mette a nudo i difetti delle squadre che affronta. Siamo stati bravi a gestire i momenti di difficoltà ed abbiamo giocato i due ultimi minuti con grande consapevolezza. Abbiamo ancora dei giocatori che non hanno ancora il ritmo gara, questa poca continuità dipende da queste situazioni. Dobbiamo stringere i denti e dopo la sosta del campionato tutti dovranno essere pronti a riprendere. Il nostro obiettivo è di giocare al nostro meglio e di giocare partita per partita, stare uniti e soffrire».

Chiude gli interventi in sala stampa il protagonista di questa sera: Fernandez, accompagnato dal piccolo con Thiago. El Lobito afferma: «stiamo lavorando per vincere e questa vittoria è oro. Sono proprio felice. Deve servire alla gente che deve starci vicino, noi stiamo lavorando duro ogni giorno ed ora dobbiamo migliorare nelle cose che abbiamo fatto male. Abbiamo vinto perché nell’ultimo quarto abbiamo cambiato mentalità». Alla domanda sull’ultimo tiro ha detto che «non potevo sapere se la palla fosse entrata ma mi sono reso conto subito che la palla era uscita bene dalla mano. Il tabellino finale indica 23 punti per Fernandez, seguito dai 17 di Jones (foto di Giovanni Aiello), 11 di Mitchell e 10 di Hickman. Per gli ospiti cinque giocatori in doppia cifra: 15 punti per Jerrels e Bilan, 13 di Pierre e 12 rispettivamente di Evans e Michele Vitali.

CRONACA

PRIMO TEMPO

Primo quarto

Dalmasson non convoca Cooke, inserendo Justice nei dodici. Prima dell’incontro è stato ricordato Kobe Bryant, tragicamente scomparso sette giorni fa.

Trieste parte con Peric, Fernandez, Jones, Cavaliero e Mitchell; Sassari risponde con Spissu, Bilan, Evans, Pierre e Vitali.  Le due squadre decidono di non giocare i primi due possessi, dedicandoli alla memoria di Bryant, di sua figlia Gianna e delle altre persone scomparse a causa dell’incidente in elicottero dello scorso 26 gennaio. Punteggio speculare con due canestri per parte e la tripla di Vitali alla quale risponde Cavaliero. Trieste recupera due palloni e va a segno con Fernandez e Michell; Pozzecco decide di chiamare time-out a 6.27 sul punteggio di 11-7. Una tripla ed un’entrata in contropiede di Vitali valgono il 14-11 per gli ospiti. Trieste risponde con quattro punti di Jones, che con una tripla riporta avanti i biancorossi (18-16) a 2.53. Jones segna ancora per Trieste ma dall’altra parte Spissu mette a segno la bomba della parità (20-20) e trova il vantaggio con quattro punti consecutivi di Ewans. Il primo quarto si chiude con la Dinamo Sassari avanti 24-20.

Secondo quarto

Primo tentativo di fuga per Sassari, che si fa sentire sotto canestro e confeziona un parziale di 6-0, interrotto dal bel canestro di Mitchell su assist di Hickman. Tripla di Hickman dopo una palla recuperata dallo stesso numero 9 biancorosso. Dopo il libero di Jerrels, buon assist di Hickman per la schiacciata di Da Ros. A seguito di alcuni possessi sprecati dai biancorossi, Sassari si porta a +12 (29-41), convincendo coach Dalmasson a chiedere minuto per parlarci su. Tripla di Mitchell e palla recuperata da Trieste grazie ad una buona difesa, con Mitchell che schiaccia a canestro il 34-41 a 1.08 al riposo lungo. Il secondo periodo si chiude sul punteggio di 44-34 per la Dinamo Sassari.

SECONDO TEMPO

Terzo quarto

Tripla iniziale di Ewans con i primi punti per Trieste che arrivano dalla lunetta con Fernandez. Parziale di 5-0 biancorosso firmato Fernandez/Jones al quale rispondono Vitali dall’angolo e Bilan con un canestro da sotto più libero aggiuntivo. Cavaliero e Fernandez ricuciono parzialmente il divario (46-57 a 3.39 alla fine). Sassari in controllo della gara e terzo quarto che si chiude con la schiacciata di Jones in contropiede, che vale il 53-64.

Quarto quarto

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tripla di Hickman per il -8 (56-64) ma risponde Jerrels con una bomba dopo l’ennesimo rimbalzo in attacco conquistato da Sassari. Dopo i liberi di Cervi tripla pesante di Gentile (58-70). Justice ruba e appoggia a canestro il nuovo -8 ma nell’azione successiva Jones fallisce la tripla del -5; sale l’incitamento dell’Allianz Dome, piuttosto tiepido durante l’incontro. Nonostante gli errori di Sassari l’Allianz non riesce ad approfittarne. Tripla di Fernandez, ancora per il -8 e successivamente un fischio arbitrale dubbio nega allo stesso Fernandez la bomba del possibile -5. Parziale di 7-0 per Trieste e partita riaperta a 1.55 alla fine sul 74-75. Ewans fa 2-2 dalla lunetta e successivamente la tripla di Fernandez scheggia il ferro. Freddo Micthell dalla lunetta per il 76-77 ma altrettanto fa Ewans a cronometro fermo. Segna da sotto Washington ma sull’altro lato Gentile non sbaglia i liberi; time-out biancorosso a 13.9 sul 78-81. Fernandez realizza entrambi i liberi mentre Spissu fa 1 su 2 dalla linea della carità. Palla a Fernandez che, all’ultimo secondo, trova i tre punti che valgono la vittoria per 83-82.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, spopola sul web il nuovo grafico di un ricercatore di Trieste

  • Nuova ordinanza Fvg: confermato blocco fino a Pasquetta e obbligo di mascherine e guanti nei supermercati

  • Coronavirus, numeri choc alla casa di riposo La Primula: 39 su 40 positivi

  • Coronavirus, in Fvg cala il numero dei contagiati e cresce quello dei guariti

  • Il virus in Fvg non si ferma: 114 nuovi positivi e sette decessi nelle ultime 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento