Triestina, il concordato scongiura il fallimento: in ballo circa 300 mila euro

L'avvocato Dario Lunder, per conto del presidente Marco Pontrelli, ha presentato istanza questa mattina in tribunale davanti al giudice Riccardo Merluzzi: «Ci sono delle cordate interessate alla società e che stanno visionando i conti: il debito non è granché»

Sarà molto probabilmente concordato. L'avvocato Dario Lunder, per conto del presidente Marco Pontrelli, ha presentato istanza di concordato appunto questa mattina in Tribunale davanti al giudice Riccardo Merluzzi, che si è riservato di decidere in una camera di consiglio entro questo settimana: sono quattro le domande di fallimento indirizzate all'Unione Triestina 2012 e che saranno congelate per 60 giorni.

«Un concordato che prevede il 100% del pagamento dei debiti privilegiati e buona parte di quelli chirografari: una cifra che va dai 200 ai 300 mila euro», ha spiegato l'avvocato Lunder a Telequattro; «se non si trovsse l’accordo, le domande di fallimento andrebbero a termine e quindi sarà appunto fallimento dlela società».

Un concordato prevede delel solide basi e l'avvocato di Marco Pontrelli spiega che «ci sono più cordate interessate e che stanno valutando la situazione patrimoniale, anche perchè il debito non è granché».

Potrebbe interessarti

  • Dieta low carb, eliminare o sostituire i carboidrati nella nostra alimentazione?

  • Cucina di mare a Trieste, dove e perché mangiare pesce

  • Lenti a contatto, le cattive abitudini che danneggiano la salute dei nostri occhi

  • Rinnovo patente b, procedure e documenti necessari

I più letti della settimana

  • Squalo Mako di 4 metri avvistato in Croazia

  • Schianto contro il guardrail nella notte, morto un motociclista

  • Squalo nell'Adriatico, parla l'esperto: come non finire nelle fauci di un Mako

  • Trieste-Lussinpiccolo in aliscafo: dal 29 giugno al via i collegamenti

  • Blitz dei NAS nella pizzeria La Caprese, multe per oltre 7000 euro

  • Pugni e calci in via Machiavelli: due feriti a Cattinara

Torna su
TriestePrima è in caricamento