Vogalonga a Grado, ottava edizione con 18 società partecipanti (FOTO)

Splendida giornata per gli atleti impegnati nell'ottava edizione della Vogalonga di Grado

Condizioni meteo eccellenti ed un organizzazione sempre all'altezza da parte dell'Ausonia, club organizzatore, hanno caratterizzato una riuscitissima VIII edizione della Vogadalonga di Grado, manifestazione non competitiva di canottaggio, canoa e voga alla veneta, alla quale hanno aderito 18 società, tra le quali 3 austriache (Normannen, Mondsee e Wien) e 2 croate (Mladost e Tresnjevka), per un totale di 212 atleti suddivisi in 60 imbarcazioni tutte con il timoniere quelle del canottaggio, e tra queste ben otto “ammiraglie”, K1, K2 e K4 per la canoa ed un sandolo per la voga alla veneta con i colori di una società viennese.

Edizione numero 8 si diceva per la Vogadalonga di quest'anno, con la partecipazione di atleti dalle categorie giovanili a quelle master, con diverse maglie azzurre in gara sia per la canoa che per il canottaggio, e la partecipazione di un otto femminile sperimentale della categoria ragazze, con atlete di Ausonia, Trieste, Saturnia, Adria e Pullino, e con l'azzurra di casa Ilaria Corazza a capovoga. Partenza affollata nel tratto di mare prospiciente la Canottieri Ausonia, dove prendevano subito la testa le imbarcazioni outrigger ad otto ed alcune gig a 4 e 4 con che si avviavano lungo la Litoranea Veneta passando davanti all'Isola di Barbana, dove un folto gruppo di spettatori applaudivano al loro passaggio.

Nei pressi del Primero, inconveniente per l'otto maschile della Pullino (Verginella, Bernobich, Fornasaro, Marsi, Dionis, Castiglione, Drago, Abrami, timoniere Carboni), che complice la corrente, toccava con una pala una bricola di segnalazione e spezzava il remo, mentre gli immediati inseguitori ne approfittavano cercando di raggiungere e superare la barca muggesana, in particolare la gig a 4 mista Ausonia/San Giorgio (Bagolin, Scaini Vanone, Paulotto, Franco, timoniere Wissenfeld) ed il 4 con della Pullino (Stadari, Finocchiaro, Visintin, Liberti, timoniere Grbec), mentre tra le canoe, si metteva in luce un K2 d'eccezione con gli azzurri Mauro Pra Floriani e Gianluca Pommella. Giro di boa a Primero, e ritorno tutto d'un fiato, con l'otto della Pullino, che sostituito il remo del numero 3 ripartiva trovando ben presto la testa del percorso, e transitando sulla linea del traguardo in prima posizione, a seguire la gig a 4 Ausonia/San Giorgio, terzo il 4 con della Pullino master.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Nudo e ubriaco prende il sole al Cedas davanti a tutti

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Muore a 38 anni dopo una caduta con la moto, Dolina piange Devan Santi

  • Frecce Tricolori: lunedì il volo su Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento