Amministrative, Chiavegatti (Destra Sociale): «Terrorizzato da una possibile vittoria del M5s»

Chiavegatti (Destra Sociale TS): e se il M5S andasse al potere del Comune di Trieste?

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Sapete una cosa? Avere l'età che ho (e l'aver fatto politica come l'ho fatta, a 14 anni militante Fdg, a 20 anni militante del FUAN da 38 anni militante di Destra) dà dei vantaggi: non è necessario andare a studiare sui libri la "storia recente" nè tantomeno la "Storia dei partiti politici recenti", perchè l'ho vissuta personalmente.

Ed è questo che mi permette di poter vedere ciò che può accadere nel futuro triestino ed è anche per questo che posso permettermi di dire (sperare) visto l'attuale schieramento politico, che possiamo "politicamente giocare" con l'idea di un successo elettorale alle prossime amministrative di giugno 2016 del Movimento 5 stelle senza essere terrorizzati.

A Trieste vige un "regime democratico post-fascista" ed anche coloro che organizzati in cellule, finanziati ed addestrati dai cattocomunisti pdioti, veneravano Stalin-Tito e sognavano una Trieste comunista, per essere chiari il PCI di Togliatti-Cossuttta-Napolitano-Berlinguer- oggi, i loro eredi direttti da una ventina di anni non venerano più Stalin-Tito ma il "modello americano". Quindi quello che fu il "pericolo comunista" è superato dando più spazio al pericolo COMMUNITARISTA.  Luca Chiavegatti-2

Ancora peggio poichè esso attenta non solo alle libertà individuali ma anche ai valori tradizionali fondanti la nostra società, nella stessa misura se non peggio come le attenti l'Islam! E, su questo punto, si può solo "sperare" che il popolo italiano reagisca per tempo al vero attentato alle nostre libertà.

Detto ciò, in questa situazione politica attuale, dove un "partito patriotico" ancora non ha la forza di unire il suo popolo, l'unico che può dimostrare un "cambiamento di rotta" è il M5S. Chi vosta questo movimento lo vota per scontentezza. Chi lo vota ( e lo votano anche quelli di "DESTRA"), lo fa per cambiare, ma non sa in che direzione e per ottenere quali risultati. 

Ognuno ha vaghe speranze che mal si conciliano poi con un'azione concreta il cui spazio di manovra è molto ridotto, in un contesto in grande misura bloccato.

Un tempo c'era un eccesso di "dottrine politiche", fra cui quella - pericolosissima - costituita dall'anelito all'obbedienza cieca, pronta e assoluta di STALIN-TITO! Oggi non è più così! Oggi tutti si propongono mete che non sono nè mitologiche nè salvifiche, compreso il M5S che, inoltre, si presenta anche come rivoluzionario e capace di rinnovare il Paese da cima a fondo. Ma come intende farlo? Seguendo quali principi, quali schemi, quali teorie economiche? 

CHE COSA VUOLE CAMBIARE SOLO IL CURRICULUM DEL SINDACO???

C'è da temere che il mistero sia tale anche gli esponenti del M5S ed è per questo che sarebbe utile che vincessero le Amministrative di Trieste 2016. Questo perchè permetterebbe alla Destra Sociale di esprimere la sua vera RIVOLUZIONARIETA' NAZIONALISTICA e PATRIOTICA.

Marine Le Pen INSEGNA!

Torna su
TriestePrima è in caricamento