rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
TriestePrima

"La videosorveglianza permette di risolvere numerosi casi di cronaca"

L'utilizzo di video come fonte di prova ha le sue complessità e non va dato per scontato: risolve casi spesso complessi da decifrare. Video ed immagini vanno analizzati ed elaborati facendo riferimento a metodologie scientificamente valide

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Parlare di analisi forensi è, al giorno d'oggi, collegato a temi quali intelligenza artificiale e cyber security: la politica e i media stanno concentrando tutti i loro sforzi in queste due direzioni. Tuttavia, quando vengono esaminati crimini o episodi di violenza che mettono a rischio la sicurezza delle persone - come quelli avvenuti a Milano lo scorso 31 dicembre ai danni di 10 ragazze che sono state aggredite - bisogna tenere conto di aspetti che stanno a monte delle investigazioni. Una delle principali sfide dei filmati di videosorveglianza riguarda l'analisi dei filmati, che vengono poi utilizzati durante le indagini e come fonti di prova in ambito giudiziario. Infatti, video ed immagini sono fondamentali per analisti, investigatori e giudici: sono tra i principali strumenti che aiutano ad identificare come e quando qualcosa è accaduto.

Le parole della Amped Software

“Durante le indagini e nei procedimenti giudiziari - sostiene Martino Jerian, CEO di Amped Software - i video sono le prove cardine e non dovrebbero essere dati per scontati. Tuttavia, spesso non vengono presi in esame in maniera sufficientemente rigorosa, come accade con altre fonti di prova quali, ad esempio, il DNA e le impronte digitali. È urgente e prioritario far passare il messaggio che il video è una fonte di prova scientifica e va trattata come tale” Bisogna quindi cambiare l’approccio alla tecnologia, non la tecnologia. Preservare i file originali con attenzione e verificarne l’autenticità è il primo passo. "Nel caso di piazza Duomo - aggiunge Martino Jerian - grazie alle attente analisi video, sono stati identificati i colpevoli. I recenti fatti di cronaca hanno dimostrato il grande valore di formare, con approccio scientifico, analisti, utilizzatori e forze dell'ordine".

Filmati e immagini: la loro valenza legale

Quando giustizia e sicurezza sono in ballo, filmati e immagini sono i primi riferimenti probatori con valenza legale ad essere considerati. Organizzazioni di esperti e istituzioni in ambito internazionale hanno istituito linee guida cui ogni paese può ispirarsi. La sfida è renderle note e far si che vengano prese in considerazione. L'adozione di linee guida chiare, avallate dalla comunità scientifica, creerà un flusso di lavoro accurato, ripetibile, riproducibile che agevolerà il lavoro delle forze dell'ordine. Tutto questo garantirà una maggiore sicurezza pubblica, processi più affidabili a livello giudiziario, e infine analisi più approfondite, precise e rapide.

Chi è Amped Software

Amped Software è una software house italiana con sede a Trieste, presso Area Science Park. L'azienda sviluppa tecnologie a supporto delle video analisi e delle immagini ad uso forense ed é stata fondata più di 10 anni fa da Martino Jerian. Amped opera con 800 organizzazioni pubbliche dedicate alla sicurezza nazionale, e in 100 paesi nel mondo e conta su 30 dipendenti con 10 nazionalità diverse ed expertise estremamente specializzata: Matematici, ex personale militare, ex funzionari delle forze dell'ordine, analisti esperti in analisi di immagini e video. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La videosorveglianza permette di risolvere numerosi casi di cronaca"

TriestePrima è in caricamento