Consigli

Adotta un amico: il portale della Regione che promuove le adozioni evitando le truffe

“Adotta un amico Fvg” è un'iniziativa pensata dalla Regione per promuovere e favorire l’affido dei cani ricoverati nei canili convenzionati con i Comuni del nostro territorio

Vuoi adottare un cucciolo ma non sai da dove iniziare? Esiste un applicativo sul sito di Regione Friuli Venezia Giulia dedicato a tutti i cani che si trovano nei canili convenzionati con i comuni della nostro territorio. Tramite il sito è possibile vedere le foto di queste creature, leggere le loro caratteristiche e scoprire dove sono così da poterle raggiungere per conoscerle. Un'iniziativa pensata per promuovere e favorire l’affido dei cani ricoverati nei canili convenzionati con i Comuni che prende il nome di “Adotta un amico Fvg”.

Il più delle volte però una foto non basta per far scoccare una scintilla, ecco perché il consiglio è quello di contattare la struttura che ospita l'animale e concordare una visita, se non sarà lui il prescelto ci sarà certamente un altro sguardo a catturare la nostra attenzione. I canili convenzionati in regione sono dieci, dove operano diverse associazioni di volontariato, intervenendo con il loro prezioso lavoro di cura e assistenza degli animali. Qui trovate il link diretto.

Alcuni consigli per un'adozione sicura

  1. Se proprio vuoi acquistare un cucciolo di razza, poni particolare attenzione alle truffe che avvengono su Internet.
  2. Diffida degli annunci in rete che riportano solo nomi e numero di telefono cellulare e che danno la possibilità di ricevere il cucciolo in luoghi diversi da un’attività commerciale, tipo uscita di un casello autostradale.
  3. Un cane per essere definito “di razza” deve avere il pedigree.
  4. Un cane “di razza” senza pedigree è un “meticcio”.
  5. La vendita di animali definiti “di razza” senza pedigree è sanzionabile dai 5.164,56 euro ai 30.987,41 euro. Attenzione, perché l’ammenda la paga anche chi lo acquista: il Codice penale all’art. 712 parla del reato di incauto acquisto: «Chiunque, senza averne prima accertata la legittima provenienza, acquista o riceve a qualsiasi titolo cose, che, per la loro qualità o per la condizione di chi le offre o per la entità del prezzo, si abbia motivo di sospettare che provengano da reato, è punito con l’arresto fino a sei mesi o con l’ammenda non inferiore a euro 10. Alla stessa pena soggiace chi si adopera per fare acquistare o ricevere a qualsiasi titolo alcuna delle cose suindicate, senza averne prima accertata la legittima provenienza.».
  6. Non è illegale vendere un meticcio, ovvero un cane senza pedigree, è illegale invece vendere un cane senza pedigree affermando che sia un cane di tale razza.
  7. Se ad esempio compare un annuncio di vendita di "barboncini senza pedigree" si è passibili di denuncia per truffa.
  8. È truffa dichiarare che i genitori del cucciolo hanno il pedigree, ma per vari motivi non è stato richiesto per i cuccioli da vendere.
  9. È truffa proporre il cucciolo con pedigree ad un prezzo molto maggiorato rispetto a quello senza.
  10. È truffa vendere il cucciolo con la documentazione che fa menzione di una “specifica razza”, ma non consegnare all’acquirente il pedigree o comunque non dimostrare di averlo richiesto all'Enci.
  11. Il pedigree costa circa 30 euro. Non è quindi il costo del documento a fare la differenza di prezzo tra un cucciolo con o senza pedigree. È possibile verificare presso l’Enci (Ente Nazionale della Cinofilia) o l’Anfi (Associazione nazionale felina italiana) che l’eventuale pedigree rilasciato non sia un falso.
  12. Tra gli annunci legali e regolari, si insinuano sempre di più venditori senza scrupoli che importano cuccioli dall’est falsificando documenti, precocemente strappati alle cure delle loro madri costrette a continue gravidanze, sottoposti a infernali viaggi e imbottiti di farmaci per farli sembrare sani all’acquirente, e rivendendoli come cani di razza spesso senza pedigree o con pedigree falsi.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adotta un amico: il portale della Regione che promuove le adozioni evitando le truffe
TriestePrima è in caricamento