Animali S. Giacomo - Ponziana / Via dell'Istria, 65

Portare gli animali da compagnia in visita ai pazienti ricoverati: come funziona il progetto "Pet Visiting" del Burlo

L’IRCCS Burlo Garofolo riconosce l’importanza del legame che si instaura tra l’essere umano ed il suo animale d’affezione: il progetto “Pet Visiting - Un amico a quattro zampe”, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza, consentirà ai familiari dei ricoverati di portare gli animali da compagnia in visita ai pazienti

Portare gli animali da compagnia in visita ai pazienti ricoverati in ospedale può aiutare a rendere meno faticosi e distanti dalla vita abituale i periodi di degenza, soprattutto quelli particolarmente lunghi: ecco perché i Laboratori delle Professioni sanitarie dell’Irccs Materno Infantile “Burlo Garofolo” di Trieste hanno sviluppato il progetto “Pet Visiting - Un amico a quattro zampe” che, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza, consentirà ai familiari dei ricoverati di portare gli animali da compagnia in visita ai pazienti.

Burlo, i bambini ricoverati potranno essere visitati dal cucciolo di casa: al via il progetto di 'pet therapy'. La presentazione

Gli obiettivi

L’IRCCS Burlo Garofolo riconosce l’importanza del legame che si instaura tra l’essere umano ed il suo animale d’affezione. Ritiene fondamentale che il legame venga mantenuto anche durante i periodi di degenza. Il legame con il proprio animale domestico comporta numerosi benefici in termini di salute. La Pet visiting diventa così parte integrante del percorso di Cura personalizzato di bambine, bambini e donne ospiti dell’IRCCS.

Il progetto “Una visita a 4 zampe” si pone l’obiettivo di creare un percorso regolamentato e chiaro per consentire ai pazienti accolti in ospedale da più di cinque giorni di ricevere, se lo desiderano, la visita del proprio animale d’affezione. L’incontro si avvale dell’assistenza di una referente esperta in “Interventi Assistiti con gli Animali” che accompagna famigliare, degente ed animale durante la visita.

Come funziona

Il progetto è rivolto a piccoli e grandi degenti dell’IRCCS Burlo Garofolo, possono essere ammessi cani e gatti. Tra i requisiti dell’animale per accedere alla Pet visiting ricordiamo:

  • regolare iscrizione all’Anagrafe Canina Regionale e n° di microchip (solo per il cane);
  • certificato del Veterinario che attesta lo stato di buona salute dell’animale;
  • assicurazione RC verso terzi (solo per il cane);
  • pettorina o collare, guinzaglio non superiore ad 1,5mt, museruola e sacchetti per raccogliere le deiezioni (cane);
  • apposito trasportino (gatto);
  • regolari vaccinazioni;
  • applicazione dell’antiparassitario;
  • pulizia recente (non oltre le 24 ore) del manto con lavaggio o salviette umidificate e spazzolatura.

Il giorno, l’orario e la sede della visita verranno concordate con il Coordinatore dell’Area di degenza e l’esperta di Pet visiting. In base alle condizioni cliniche del degente, si possono prevedere 3 modalità di visita: presso il giardino dell’IRCCS Burlo Garofolo se il paziente può recarsi all’esterno e le condizioni metereologiche sono favorevoli; in una stanza dedicata e predisposta appositamente per l’incontro se il degente non può allontanarsi dall’Area di degenza; al letto del paziente.

Come richiedere la visita?

Il paziente, o i famigliari in caso di minore, che vuole ricevere la visita in ospedale del proprio animale d’affezione deve parlare con il medico di riferimento ed il coordinatore che, in base alle condizioni cliniche, propongono la modalità da individuare tra le diverse opzioni di visita prima elencate. Bisognerà compilare e consegnare al medico o al coordinatore la richiesta di pet visiting, il certificato veterinario e i documenti richiesti.

Documentazione necessaria

Tra i documenti da presentare ricordiamo:

  • richiesta di accesso in ospedale per gli animali d’affezione;
  • certificazione veterinaria di buona salute per l’accesso degli animali d’affezione alla struttura ospedaliera IRCCS Burlo Garofolo;
  • copia documenti del cane con riportato il numero di microchip;
  • polizza assicurativa RC verso terzi.

Il medico di riferimento ed il coordinatore d’area, dopo aver visionato la richiesta e la documentazione allegata, formulano entro breve tempo (non oltre la scadenza dei sette giorni di valenza del certificato veterinario) parere favorevole o contrario alla pet visiting. Una volta comunicata l’autorizzazione alla pet visiting, viene stabilito il giorno e l’orario della visita in accordo con l’accompagnatore dell’animale e l’esperto pet visiting di riferimento, dipendente dell’IRCCS.

Per maggiori informazioni, per conoscere il regolamento completo e scaricare i moduli necessari vai alla pagina dedicata dell'IRCCS.

Fonte www.burlo.trieste.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portare gli animali da compagnia in visita ai pazienti ricoverati: come funziona il progetto "Pet Visiting" del Burlo

TriestePrima è in caricamento