rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
La protesta va avanti

Il popolo anti ovovia torna sulla strada, Nacci guida il "caminovia"

Il poeta e scrittore triestino, assieme al Comitato No Ovovia, sarà alla testa del gruppo di camminatori che domenica 3 aprile ribadiranno la loro contrarietà al progetto. Il Comune nel frattempo va avanti

Dopo l'insediamento a palazzo della Commissione dei Garanti per il referendum, il fronte del no all'ovovia torna sulla strada e scrive una nuova pagina sul dissenso. Domenica 3 aprile il Comitato No Ovovia ha organizzato una camminata coinvolgendo Luigi Nacci, poeta e scrittore triestino che guiderà i partecipanti nei dieci chilometri dal centro a Opicina e ritorno. La partenza è fissata alle 10.30 al giardino di piazza Libertà, ma i camminatori potranno unirsi al gruppo alle 11:30 in Piazza tra i Rivi (a Roiano) e alle 14.00 all'Obelisco, dove oltre al pranzo al sacco è previsto un primo momento di dibattito. 

Le ragioni del dissenso

“Ammireremo le bellezze che verrebbero deturpate a causa del progetto, dalla vista spettacolare sulla nostra città al prezioso Bosco Bovedo” così William Starc, Coordinatore del Comitato. Assieme a Starc e a Nacci ci saranno anche Elena Declich, residente e anima del Comitato, come pure il geologo Bruno Grego. "Ascoltaremo le preoccupazioni di chi come me vive lì - racconta la Declich - per rendersi conto di come la nostra vita potrà peggiorare”. Tra i partecipanti, oltre a numerosi esponenti di Adesso Trieste, ci sarà anche Legambiente. “A Campo Romano - così il presidente Andrea Wehrenfennig - toccheremo però anche il tema della mobilità perché il progetto è un problema che riguarda la cittadinanza tutta".

Le parole di Nacci

Tra preoccupazioni relative al dissesto idrogeologico del bacino idrografico del Bovedo ed un microfono aperto a tutti una volta giunti sul mare, il popolo contrario al progetto porta avanti la sua opera di sensibilizzazione della cittadinanza attraverso iniziative collettive. L'arrivo alla fontana di Barcola è previsto alle 17. "Cammineremo per vedere meglio - conclude Nacci -, per parlarci e per ascoltarci, soprattutto per immaginare insieme un'altra città. Lenti, pacifici, consapevoli. Andremo col passo del più lento. Non lasceremo nessuno indietro. Chi governa non dovrebbe mai lasciare nessuno indietro".  Per ulteriori informazioni visitare la pagina Facebook https://fb.me/e/1uJdnB4Jk. Il gruppo WhatsApp per notizie e localizzazione in tempo reale è a questo link: https://chat.whatsapp.com/BcHfBeMjYn0CAFUBDsdrbw. L'evento sarà rinviato solo in caso di grave maltempo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il popolo anti ovovia torna sulla strada, Nacci guida il "caminovia"

TriestePrima è in caricamento