rotate-mobile
Dati poco confortanti per gli appassionati

Delusione Unesco e rincari sul prezzo: la tazzina del caffè a Trieste

I rincari sono sempre più pesanti e stanno mettendo a dura prova molte famiglie. Dalle bollette ai carburanti, l'aumento dei prezzi continua non risparmia neanche una delle abitudini preferite dagli italiani, la colazione al bar

Non si parla d'altro: i rincari sono sempre più pesanti e stanno mettendo a dura prova molte famiglie. Dalle bollette ai carburanti, dagli alimenti che troviamo al supermercato come pane, pasta e vegetali e non solo: insomma, l'aumento dei prezzi continua ad estendersi e non risparmia neanche una delle abitudini preferite dagli italiani: la colazione al bar. Prendere il caffè o un cappuccino potrebbe diventare veramente un lusso?

Chissà cosa pensano i triestini di tutto ciò e soprattutto del rincaro del caffè, prodotto che vanta per eccellenza uno storico legame con la nostra citt à e che in questi giorni è alle prese con la delusione per la candidatura, sfumata, come patrimonio dell'Unesco. Anche la BBC Travel qualche mese fa ha incoronato Trieste come l'indiscussa capitale italiana del caffè espresso. Ebbene, la nostra città ha da secoli un rapporto strettissimo con il caffè, un rapporto dettato dalla storia, dove la dominazione asburgica e le varie influenze mitteleuropee hanno dato un contributo importante sotto molti punti di vista: ed ecco che come molti triestini, gran parte degli italiani non può proprio farne a meno, con la sua carica e la sua energia, il caffè espresso per molti è la prima colazione, ma diventa anche un pretesto per una pausa golosa durante la giornata, un momento in cui staccare la spina e socializzare con amici e colleghi. 

Ma per il triestino il rito "sacro" del caffè rischia di essere minacciato. Che sia un nero o un capo in B, sia per l'importanza che questo prezioso chicco ha avuto nella crescita economica della città, sia per i tanti e amati caffè letterari di Trieste, storici luoghi d'incontro di poeti e famosi intellettuali, e sia per l'importanza che da sempre i triestini danno a questo magico momento di pausa, la cultura del caffè in città ha una particolarità tutta sua e lo anche dimostra il lessico, appositamente coniato per designare le sue varie declinazioni. Insomma, la sfida è ardua, si tratta di un'abitudine difficile da togliere a chi è nato in questa città.

Purtroppo però i dati sono evidenti: il caffè espresso, candidato dall'Italia a patrimonio dell'Unesco, prosegue nella sua corsa al rialzo dei prezzi, un fenomeno apparso già a dicembre 2021 dal Rapporto annuale di Fipe, dove l'associazione dei pubblici esercizi, ha rilevato i prezzi della tazzina al bar in base ai valori medi rilevati nei capoluoghi di provincia (Osservatorio prezzi su dati Istat).

I dati

Emerge così da un'elaborazione dell'Adnkronos che in molte città la soglia di 1 euro è stata superata, complici sicuramente anche l'aumento delle materie prime e dei costi energetici. In una ipotetica classifica risulta al primo posto Ferrara con il prezzo più alto di 1 euro e 18 centesimi seguita da Padova con 1,16 euro e da Modena e Ravenna con 1,15 euro. Tra le grandi città l'espresso a Roma è arrivato ad una media di 1,10 euro, a Milano di 1,05, Genova 1,04 euro, Torino di 1 euro.

Ma parliamo di Trieste - che assieme a Napoli sono le due città simbolo del caffè - e Reggio Emilia, dove la tazzina si colloca sotto l'asticella dell'euro a 90 centesimi; anche a Bari a 91 centesimi e Terni 89 centesimi. L'espresso meno caro si paga invece a Messina: 0,82 centesimi.

Analogo trend si registra per il cappuccino. A sorpresa quello più caro si beve ad Avellino dove il prezzo medio è di 1,85 euro, a seguire Bolzano con 1,76 euro e a Siracusa 1,61 euro. E ancora, per quanto riguarda la nostra regione, questa bevanda tipica italiana si paga cara anche a Pordenone dove il prezzo medio è 1,59 euro, a Udine 1,58, ma anche a Palermo 1,57 euro. Stupisce che il prezzo più basso si paghi a Roma con 1,13 euro, prezzi bassi anche a Grosseto con 1,22 euro e a Catanzaro a 1,23 euro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delusione Unesco e rincari sul prezzo: la tazzina del caffè a Trieste

TriestePrima è in caricamento