rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Lungo stop / Cologna - San Giovanni / Viale Raffaello Sanzio

"Cubone" di San Giovanni ancora fermo dopo due mesi dal presunto avvio dei lavori

Il cantiere doveva riprendere a fine marzo. Per l'assessore Lodi il motivo è da attribuire a lungaggini dovute alle pratiche di occupazione di suolo pubblico e verifiche contrattuali ma "a breve partiranno". Intanto gli abitanti del rione sembrano quasi rassegnati

TRIESTE - Il "cubone" di San Giovanni non dà segni di vita. Agli inizi di marzo la partenza del cantiere della palestra multisportiva era stata confermata dall'assessore ai lavori pubblici Elisa Lodi, in occasione della riunione congiunta della quarta e quinta commissione consiliare tenutasi lo scorso 8 marzo, per la fine di marzo. I lavori della palestra sarebbero dovuti durare 400 giorni e la Lodi aveva tenuto a specificare di aver usato il condizionale per la durata degli stessi. In realtà il condizionale sarebbe stato meglio usarlo anche per la partenza dei lavori. Oggi 28 maggio, quindi a due mesi dall'ipotetico start, nulla si muove all'interno della palestra e neppure negli spazi esterni recintati. Sentita l'assessore al telefono, ha detto che i lavori "inizieranno a breve, con l'impresa che si sta muovendo per le ordinanze di occupazione del suolo pubblico su via Raffaello Sanzio e per tutte quelle attività propedeutiche all'avvio del cantiere, quindi è questione di settimane. C'è stato un rallentamento in quanto sono state necessarie delle verifiche del contratto, previste dalla normativa, effettuate da un ufficio che non gestisco nell'ambito delle mie deleghe e quindi questo ha comportato giorni in più di ritardo". Che non sono solo giorni ma mesi. Monitoreremo nelle prossime settimane l'effettiva partenza dei lavori dell'opera che, una volta completata, si comporrà di due campi di pallacanestro al piano terra e altri tre di pallavolo, spogliatoi per gli atleti con relativi servizi igienici, spogliatoi per i giudici di gara e relativi servizi, locali di primo soccorso e per le società sportive che vi opereranno, e tribune per il pubblico e relativi servizi.

La voce dei residenti

La struttura oggi si presenta sempre allo stato grezzo, circondata da un recinto in tondini di ferro. Manca la tabella dei lavori, forse andata persa. Gli abitanti del rione sembrano quasi rassegnati: "E' da un anno che non vediamo nessuno ad operare, almeno da fuori è quello che posso dire, poi dentro non so, ma non mi pare. Inizialmente non era chiaro neppure cosa volessero farci" ha raccontato Vanessa, dipendente del frequentatissimo bar Sangiovanni, situato tra piazza Gioberti e via San Cillino. Fuori dal locale c'è Umberto che allarga le braccia: "Avevo letto che partivano a breve con i lavori e per l'ennesima volta si ritarda come con il tram". Vicino c'è Giovanni che è scettico: "ormai non resta che aspettare anche se mi fido sempre meno di quello che ci raccontano. A questo punto meglio fare che proclamare".

WhatsApp Image 2024-05-28 at 18.39.41WhatsApp Image 2024-05-28 at 18.39.21

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cubone" di San Giovanni ancora fermo dopo due mesi dal presunto avvio dei lavori

TriestePrima è in caricamento