rotate-mobile
Attualità

Giorno del Ricordo, il 10 febbraio possibile presenza di Giorgia Meloni

La leader di Fratelli d'Italia non è ancora certa della sua partecipazione, si attende la conferma. Nell'articolo tutte le iniziative

Sono una decina gli appuntamenti in programma a Trieste tra incontri, conferenze, presentazioni di libri, cerimonie e racconti teatrali per il Giorno del Ricordo 2022. Tra le personalità politiche attese alla foiba di Basovizza spunta il nome di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia. La sua partecipazione verrà confermata o meno nei prossimi giorni. Le iniziative dell'edizione 2022 sono state presentate nella mattinata di oggi 2 febbraio nella sede della Lega Nazionale. 

Sono eventi che contribuiscono a rendere questa celebrazione sempre più articolata e complessa, occasione di necessaria e approfondita riflessione su quei drammatici avvenimenti storici avvenuti sul confine orientale dopo la seconda guerra mondiale. Le cerimonie sono organizzate dall’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Lega Nazionale, IRCI, Centro di Documentazione Multimediale della cultura giuliano, istriana, fiumana e dalmata (CDM), Comitato 10 febbraio, Associazione delle Comunità Istriane e copriranno un arco temporale che va dall’8 al 28 febbraio. Quest’anno il teatro stabile del Friuli Venezia Giulia sarà anch’esso protagonista con la realizzazione di tre eventi tematici tra martedì 8 e giovedì 10 febbraio.

«Nonostante le limitazioni in vigore a causa del prolungarsi del periodo di pandemia, siamo riusciti a organizzare un programma ricco di iniziative - queste le parole dei presidenti dell’ANVGD, Renzo Codarin e della Lega Nazionale, Paolo Sardos Albertini - si è trattato di un grande sforzo per riuscire a celebrare degnamente anche questanno il Giorno del Ricordo. Un grande ringraziamento va al presidente del Teatro Stabile del Fvg Francesco Granbassi e al direttore Paolo Valerio.

 Il programma delle celebrazioni è sicuramente di livello molto alto - aggiungono Codarin e Sardos Albertini - questanno arricchito dal coinvolgimento, oltre che del teatro Rossetti, anche di personaggi di caratura nazionale come lo scrittore Stefano Zecchi e il giornalista Fausto Biloslavo. L’evento di quest’anno giunge a distanza di pochi giorni dalla rielezione di Sergio Mattarella quale presidente della Repubblica, che ha mostrato durante il suo primo settennato una grande vicinanza alla nostra comunità degli esuli da Istria, Fiume e Dalmazia. La sua permanenza al Quirinale è la garanzia principale che il percorso di pacificazione nazionale e di chiarificazione storica lungo il confine orientale da lui avviato con gli Stati successori della Jugoslavia possa proseguire». 

Come fare per partecipare

Gli eventi alla Sala Bartoli del Politeama Rossetti, programmati per martedì 8 e mercoledì 9 febbraio con inizio alle ore 18.30, sono ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili (obbligo di green pass rafforzato e mascherina FFP2). L’evento del 10 febbraio , alla Sala Assicurazioni Generali del Politeama Rossetti, con inizio alle ore 18.30, è ad invito con prenotazione dei posti presso la Lega Nazionale , tel. 348 5166126 – 040 365343 , info@leganazionale.it, oppure presso la biglietteria del Politeama Rossetti (obbligo di green pass rafforzato e mascherina FFP2). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorno del Ricordo, il 10 febbraio possibile presenza di Giorgia Meloni

TriestePrima è in caricamento