Sabato, 13 Luglio 2024
Nuova apertura / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Via Dante Alighieri, 14

Nuova vita per il Gran Bar Unità: un nuovo locale alle porte di piazza Sant’Antonio

Fabrizio Barbato, Graziella Pertot (gestori de La Preferita) e Burim Turian hanno riqualificato i locali dell’ex Gelateria Bar One al civico 14 di via Dante. Il nome è GBU, le iniziali del bar a palazzo Pitteri, a cui la proprietà non ha rinnovato il contratto

TRIESTE - Dopo la chiusura il Gran Bar Unità “risorge” in via Dante e porta la movida triestina in un luogo quasi inedito: alle soglie di piazza Sant’Antonio. Senza musica all’aperto, va precisato, per non disturbare i residenti. Si chiamerà GBU (iniziali di Gran Bar Unità), sarà caffetteria di giorno e la sera cocktail bar, birreria ed enoteca, aprirà i battenti tra la fine di giugno e inizio luglio. I coniugi Fabrizio Barbato e Graziella Pertot (che hanno in gestione anche La Preferita in viale XX Settembre) e il loro ex dipendente Burim Turian, hanno quindi trovato il modo di reinventarsi dopo il mancato rinnovo del contratto d’affitto a palazzo Pitteri, in piazza Unità.

La società proprietaria Artur Srl ha infatti deciso di destinare gli ambienti del prestigioso immobile (tra cui il supermercato Despar, la banca Mediolanum e il bar Ai Portici) a nuovi spazi per l’hotel Duchi D’Aosta. I gestori hanno quindi trasferito l’attività nei locali dell’ex Gelateria Bar One al civico 14 di via Dante, vicino al caffè Stella Polare, in un palazzo di proprietà della Comunità Serbo Ortodossa.

I colori pastello e lo stile provenzale della gelateria saranno soppiantati da uno stile “industrial city”, dove predomineranno metallo, legno e mattoni a vista. “Abbiamo voluto riportare alla luce gli interni originali - spiegano i gestori - e abbiamo liberato il soffitto da cinque strati di cartongesso dalle ristrutturazioni precedenti, creando un ambiente più arioso”. “Ci rivolgiamo anche alla parte giovanile di via Dante - continuano - a cui proporremo la nostra selezione con oltre 400 tipi di gin e 300 di rhum, tanti cocktail e otto spine di birra. In tutto avremo 3mila bottiglie, una diversa dall’altra”.

E’ stato riqualificato anche il piano superiore, adibito a magazzino nell’attività precedente, da cui sono stati ricavati 40 posti a sedere. Ce ne saranno altri 40 al piano terra e altrettanti all’esterno dove, come anticipato, non vedremo le serate musicali “en plein air” che avevano contraddistinto le estati del Gran Bar Unità. La musica sarà solo all’interno e il Dj, che animerà alcune serate nei weekend e nei mercoledì universitari, avrà la sua consolle sulla plancia sopraelevata al primo piano, visibile dall’ingresso.

Il locale darà lavoro a otto persone, sarà aperto dalle 7 alle 23 nei giorni infrasettimanali, mentre nei weekend e nei mercoledì universitari la serata continuerà fino alle 2 del mattino. Saranno serviti anche toast, sandwich e insalate. Per la nuova gestione si pone quindi una sfida insolita: spostare parte della movida dal triangolo via Torino - piazza Unità - piazzetta Barbacan a una zona meno battuta dove, per il momento, “regna” l’affollato White Bar di via Genova.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova vita per il Gran Bar Unità: un nuovo locale alle porte di piazza Sant’Antonio
TriestePrima è in caricamento