rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Da non perdere / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Corso Italia, 13

Anziani: le strategie per una domiciliarità inclusiva e partecipata. Se ne parla domani al Circolo della Stampa

Mercoledì 23 febbraio alle ore 17.30 al Circolo della Stampa la presentazione pubblica degli esiti della ricerca promossa da Conferenza Basaglia: ecco come partecipare

È possibile per le persone anziane triestine, anche se fragili e non autosufficienti, anche se non hanno una rete familiare e non sono particolarmente abbienti, rimanere a casa propria o la casa di riposo è l'unica soluzione o perlomeno la più facile? È quanto ha indagato la ricerca-azione promossa dall'associazione Copersamm-Conferenza Permanente per la Salute Mentale nel Mondo Franco Basaglia in partnership con la Comunità di Sant'Egidio Friuli Venezia Giulia e l'APS Auser Territoriale di Trieste e finanziata dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

I risultati di questo lavoro, durato un anno e realizzato grazie alla preziosa collaborazione del Comune di Trieste e dell'Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina e al confronto con ITIS, Televita, Cooperativa Sociale Amico, Pro Senectute, Cooperativa Sociale Lybra, Caritas, Acli e Associazione de Banfield, saranno presentati domani, mercoledì 23 febbraio alle 17.30 in un incontro pubblico che si terrà al Circolo della Stampa (Corso Italia 13) e durante il quale interverranno tra gli altri la psichiatra Giovanna Del Giudice, presidente di Conferenza Basaglia, e la prof. Nerina Dirindin, componente della Commissione Paglia (Ministero della Salute) e della Commissione Turco (Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali) su anziani e non autosufficienza.

Dalle tante storie raccolte e dai dati evidenziati è emerso che in generale la casa cura, la casa rassicura, ma può farlo solo se e in quanto esiste un welfare comunitario in grado di sostenere chi ha bisogno di supporto e di cura. Esistono alcune criticità che i vecchi e le vecchie triestine incontrano nel rapportarsi ai servizi, ma al contempo  sono presenti sperimentazioni virtuose, che fanno di Trieste un laboratorio e che dimostrano che il ricovero in una struttura non è l'unica via d'uscita.

Come partecipare

Per partecipare alla presentazione occorre prenotarsi scrivendo una mail a copersamm@gmail.com, al Circolo si accede con green pass rafforzato e mascherina Ffp2; per chi preferisse seguire l'evento da remoto, la diretta sarà trasmessa sulla pagina Facebook della Conferenza Basaglia (https://www.facebook.com/conferenzabasaglia/).

Poster evento (clicca per visualizzare)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziani: le strategie per una domiciliarità inclusiva e partecipata. Se ne parla domani al Circolo della Stampa

TriestePrima è in caricamento