Il "triestino" Davide Tonetti ad un passo dal sogno, giovedì sera la finale di Masterchef

Lombardo di origine ma triestino d'adozione, Tonetti è riuscito a convincere i giudici e ad approdare alla tanto ambita finalissima. "Se sono qui è perché penso di poter vincere". Il sogno di aprire un ristorante in Friuli

E' arrivato fino al gran finale e potrebbe coronare il sogno di vincere l'edizione 2020 di Masterchef. La parabola di Davide Tonetti, triestino d'adozione e lombardo di origine, è ad un passo dall'epilogo del celebre programma televisivo in onda ogni giovedì su Sky. Proprio il 5 marzo alle 21:15 andrà in onda l'ultima puntata della stagione alla quale Davide ha preso parte, riuscendo a difendersi fino ad arrivare nei primi quattro. “Se sono qua è perché penso di poter vincere", così si legge sul sito di Sky, unico operatore dell'informazione a poter pubblicare le parole dei concorrenti.  

Nessuna fuga di notizie

Il nome del vincitore non è ancora pubblico, visto che i concorrenti hanno la bocca cucita per contratto. Fin dalle prime due prove, Tonetti era riuscito a conquistare i giudici Barbieri, Cannavacciuolo e Locatelli, riuscendo così ad entrare nei 20 finalisti. "La mia passione per la cucina nasce quando, da piccolo, cercavo di preparare improbabili antipasti e stuzzichini per mia mamma che tornava dal lavoro" così la biografia ufficiale che appare pubblicata sul sito ufficiale del programma. 

Chi è Davide, ecco il ritratto del "triestino" finalista a Masterchef

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le parole di Tonetti

"Crescendo non ho mai abbandonato la cucina e quando poi sono andato a vivere da solo ho iniziato a coltivare davvero la mia passione preparando ogni giorno i piatti che desidero. Ora cucino per la mia famiglia e anche quando sono in vacanza devo essere attrezzato per cucinare: proprio per questo porto sempre con me il rooner e alcuni tra i miei coltelli preferiti, così non sono mai impreparato". Davide vorrebbe poter andare avanti "per comperare una cascina nel basso colle friulano, ristrutturarla e aprire un ristorante con bed and breakfast". Un sogno che giovedì sera potrebbe diventare realtà. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid 19: 45 nuovi contagi in Fvg, 11 a Trieste

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Sfonda la porta di casa del cugino ai domiciliari e l'accoltella: arrestato

  • Malore sott'acqua a Sistiana: 38enne portato a Cattinara in codice rosso

  • Orso bruno avvistato vicino alla ciclopedonale a Draga Sant'Elia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento