Netflix stanzia un milione per il cinema, Fvg Film Commission applaude e chiede misure straordinarie

Nell’emergenza sanitaria scatenata dalla diffusione del COVID-19 e che si ripercuote pesantemente sull’economia del Paese, Netflix annuncia un’operazione che la vede in prima linea non solo in virtù dell’offerta digitale, ma anche da un punto di vista di aiuto finanziario

Dare un supporto concreto al comparto dell’industria del cinema italiano attraverso lo stanziamento di un milione di euro per la creazione di un fondo di sostegno dedicato. Nell’emergenza sanitaria scatenata dalla diffusione del COVID-19 e che si ripercuote pesantemente sull’economia del Paese, Netflix annuncia un’operazione che la vede in prima linea non solo in virtù dell’offerta digitale, ma anche da un punto di vista di aiuto finanziario. Il “supporto emergenziale a breve termine” è rivolto alle “maestranze e alle troupe dell’industria audiovisiva italiana direttamente colpite dallo stop alle produzioni sul territorio” questa l’introduzione della nota del colosso da oltre 160 milioni di abbonati in tutto il mondo che nel 2019 ha fatturato poco più di 20 miliardi di dollari.

Il Fondo italiano parte dei 100 milioni di dollari stanziati per tutto il mondo

Quello che si sa al momento sul Fondo di Sostegno - i cui criteri di accesso sono tuttavia ancora in fase di definizione e che rientra nell’operazione che Netflix ha lanciato a livello mondiale con un fondo pari a 100 milioni di dollari - sarà gestito dalla Italian Film Commissions ed è indirizzato alle figure professionali maggiormente colpite dalla crisi (elettricisti, montatori e truccatori solo per citarne alcune). Una comunicazione più dettagliata verrà fornita nelle prossime settimana sul sito di Italian Film Commissions: www.italianfilmcommissions.it.

FVG Film Commission applaude l'iniziativa

Un’azione che la presidente della IFC Cristina Priarone ha definito “importante” e che ha incassato, tra le altre, l’approvazione della realtà regionale di riferimento per quanto riguarda le produzioni cinematografiche, la FVG Film Commission. “È un’iniziativa meritoria quella di un attore privato come Netflix – ha sottolineato il presidente Federico Poilucci – e ora attendiamo le linee guida per poter passare nel minor tempo possibile alla fase operativa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'appello alla Giunta Fedriga

Poilucci ha lanciato un appello alla Regione Friuli Venezia Giulia e, su più vasta scala, alle istituzioni “affinché possano mettere in campo misure e dotazioni straordinarie per far fronte alla situazione emergenziale che tocca pesantemente un comparto industriale, quello della produzione audiovisiva, che in FVG conta centinaia di maestranze ed assicura una ricaduta ingente sul tessuto economico locale”. Secondo il presidente di FVG Film Commission il comparto dell’audiovisivo regionale è infatti un elemento imprescindibile per l’economia della regione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nella notte in via Giulia, morto scooterista di 50 anni

  • Scomparsa nel 2019, il suo cadavere a Miramare sette mesi dopo: la vittima si chiamava Karin Furlan

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Si accascia al suolo in via delle Torri: cinquantenne a Cattinara

  • Diciassettenne scomparsa da giorni in Carso, l'appello della polizia slovena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento