rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Open day / Chiarbola - Servola - Valmaura / Via Costalunga

Open day all'Oasi felina

Un pomeriggio in compagnia degli oltre 100 gatti ospitati all’Oasi Felina di via Costalunga. Appuntamento il 18 giugno alle 17:30

Il 18 giugno, alle 17.30, l'associazione Il Gattile di Trieste apre le porte dell'Oasi Felina di via Costalunga per il consueto appuntamento gattofilo dell'estate: un pomeriggio in compagnia degli oltre 100 gatti che vivono nell'Oasi. Si tratta di un terreno recintato e protetto di 3.200 metri quadrati, pensato per trasferire le colonie di gatti che perdono all’improvviso il loro habitat, e per accogliere gatti randagi per i quali la vita al Gattile sanitario di via Fontana non sarebbe altrettanto adatta. In questa bellissima cornice, ogni anno, viene organizzata una vera e propria festa aperta a tutti. In questa edizione il Gattile presenterà due nuovi progetti – “GattoMatto” in collaborazione con la Cooperativa Duemilauno Agenzia Sociale e il “programma Balie” ? e premierà con la Margherita d'Argento Sara Turetta, presidente e fondatrice dell'associazione Save the Dogs and Other Animals.

Margherita d'Argento

L’appuntamento di quest’anno assume un valore ancora più importante, visto che ricorrono i 100 anni dalla nascita di Margherita Hack. Il premio Margherita d’Argento, infatti, fu istituito nel 2001 per festeggiare l’astrofisica, socia fondatrice de Il Gattile, animalista, sempre vicina a Giorgio Cociani nelle sue battaglie e nei suoi progetti in difesa dei gatti. Hack si è spesa molto per la difesa e il benessere degli animali, aiutando anche diverse associazioni e adottando cani e gatti meno fortunati. Vegetariana fin da bambina, si circondava di gatti (volendo essere più precisi, di gatte) anche all’Osservatorio astronomico da lei diretto.
Quest'anno il premio andrà a Sara Turetta, presidente e fondatrice dell'Associazione Save the Dogs and Other Animals. Premiazioni in programma alle ore 18:30.

Sara Turetta - Save the dogs: premio Margherita d'argento 2022

Tutto è iniziato vent'anni fa. Sara Turetta lavorava in una prestigiosa agenzia di pubblicità a Milano, quando, nel 2002, dopo un drammatico viaggio in Romania decide di dare le dimissioni e trasferirsi a Cernavoda per avviare progetti di gestione al randagismo con la missione di voler cambiare il destino di tutti quelli animali destinati ad essere soppressi nei canili pubblici del paese.

Da allora Sara si divide tra l’Italia e la Romania, occupandosi a tempo pieno di dirigere la sede milanese dell’associazione e svolgendo attività di lobbying a livello internazionale. Save the Dogs and Other Animals è cresciuta nel corso degli anni ed oggi è un'associazione di riferimento per la lotta al sovrappopolamento canino e felino causato dall'essere umano, da cui hanno origine tanto il randagismo endemico di alcuni territori quanto l'eliminazione e la prigionia di milioni di cani e gatti dei rifugi di tutto il mondo. Save the Dogs si adopera attivamente per ridurre le nascite incontrollate di queste specie, di trovare buona adozione a cani e gatti adatti alla vita domestica e di migliorare la qualità della vita di tutti quelli che invece vivono per la strada, là dove l'adozione non rappresenta una prospettiva praticabile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Open day all'Oasi felina

TriestePrima è in caricamento