rotate-mobile
La sfida nella sanità

Elezioni Asugi: nell'Isontino è trionfo Uil, a Trieste la Fials respinge l'assalto

Complessivamente nelle Rsu sono 18 i seggi che vanno alla sigla guidata da Luciano Bressan, mentre gli autonomi di Pototschnig rimangono in scia, con Cattinara e Maggiore a fare da roccaforti. A Gorizia e Monfalcone per la Uil è plebiscito

In Asugi le elezioni per le Rsu incoronano la Uil ma a Trieste le "truppe" guidate da Luciano Bressan non sfondano. Le roccaforti di Cattinara, Maggiore e Polo Cardioogico rimangono in mano alla Fials, mentre negli ospedali di Gorizia e Monfalcone per i delegati di Fabio Pototschnig non c'è partita. In termini di seggi sono 18 quelli che vanno alla Uil, seguita dalla Fials con 16. Al terzo posto troviamo la Cisl (con 10 seggi e il trionfo nel seggio Mobile e in quello dell'ex Opp, nel parco di San Giovanni), mentre chiudono la Cgil con sei seggi e il Nursind con quattro. "Nonostante un accordo neppure troppo mascherato tra le altre sigle abbiamo di fatto stravinto le elezioni" queste le parole a caldo di Bressan che punta il dito contro alcuni "attacchi squalificanti" e una "campagna denigratoria nei nostri confronti". 

La frecciata di Bressan agli altri sindacati

"La Uil non lavora pensando ai singoli territori, ma solo per i lavoratori e sempre a prescindere dalla loro appartenenza. Questo per noi è solo il primo passo verso il cambiamento nell’area giuliana, in seguito al mandato elettorale RSU conferitoci dai lavoratori stessi, stanchi di un consolidato giro di amicizie che spesso porta a premiare i soliti noti in sede di ripartizione delle risorse". Le elezioni sono state infatti contrassegnate da alcune non sempre leggere scaramucce, proprio tra il sindacato guidato da Bressan e la Fials. Non erano mancate frecciate alle sigle da parte dei rispettivi vertici. Tra i diversi sindacati regionali la frattura si era creata anche in merito all'Azienda Sanitaria del Friuli Centrale, dove alla cosiddetta "operazione verità" l'unica che non aveva partecipato, dichiarando lo stato di agitazione, era stata proprio la Uil. 

Il commento della Fials

"Siamo molto soddisfatti di come sono andate per noi le elezioni della Rsu - questo il commento a caldo di Pototschnig -. Grazie ai nostri candidati la Fials ha ottenuto la maggioranza dei voti nell'area Giuliana dell'Asugi, questo ci ha consentito, nonostante il risultato negativo ottenuto nell'area Isontina, di essere comunque il secondo sindacato dell'azienda". Su 2901 votanti totali la Uil porta a casa il 33 per cento dei consensi in territorio giuliano-isontino, ma la componente triestina della Fials non arretra, respingendo di fatto quello che gli stessi delegati della sigla autonoma vedevano come il tentativo della Uil di "impadronirsi" del capoluogo regionale. Le elezioni erano in programma anche all'ospedale infantile Burlo Garofolo. Anche qui vince la Uil (che porta a casa cinque seggi) mentre a ruota arrivano la Fials e la Cgil (con quattro rappresentanze a testa). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Asugi: nell'Isontino è trionfo Uil, a Trieste la Fials respinge l'assalto

TriestePrima è in caricamento