La polemica / Altopiano Carsico

Video tra i caduti della Grande guerra, coppia di trapper nella bufera

Nel mirino il videoclip del singolo "Troie & droghe" di Depra e Senx, girato da Mo Ve Studios all'interno del cimitero militare austroungarico di Aurisina. Il sindaco Igor Gabrovec: "Indegno ed inaccettabile, già avvisati i carabinieri"

AURISINA - Sta facendo discutere il nuovo videoclip di Depra e Senx. La giovane coppia di trapper triestini ha infatti scelto il cimitero militare di Aurisina come location per lanciare il filmato del loro ultimo singolo "Troie & Droghe". Nel video i due corrono tra le lapidi mentre cantano: "troie, droghe / non mi fanno stare bene / stronze con me/ poi mi lasciano sempre. Ossicodone, toccami il cuore/ ho ancora addosso il tuo odore"

Il sindaco: "Presi contatti con i carabinieri"

In realtà, come riporta "Il Goriziano", il video è stato caricato su Youtube il 2 giugno, ma solo nelle ultime ore ha attirato diverse critiche. Ad aver denunciato le immagini è stato lo storico Roberto Todero, che ha chiesto l'intervento del sindaco di Duino-Aurisina, Igor Gabrovec: "I cimiteri di guerra non sono location gratuite per ogni cretino di passaggio. Chiedo che si intervenga a norma di legge". La risposta del primo cittadino non si è fatta attendere: "Da sindaco provvederò a segnalare il fatto all'autorità giudiziaria - scrive il primo cittadino -, ho già preso contatti con i carabinieri riservandomi di intraprendere anche ulteriori iniziative volte a tutelare l'immagine e il decoro dei luoghi ricompresi nel territorio comunale. Il video è indegno ed è inaccettabile venga oltraggiato un cimitero e luogo della memoria". 

Anche la destra compatta nella condanna

Contro i trapper si è schierato anche l'ex vicesindaco e presidente del Gruppo Ermada, Massimo Romita. "Rimaniamo sbigottiti ed increduli dalla ennesima provocazione e profanazione di un Cimitero dedicato ai Caduti della Prima Guerra Mondiale, Senza commentare i contenuti del testo, che già la dice lunga, Alleanza per Duino Aurisina sarà al fianco del Sindaco Gabrovec per ogni azione legale e di denuncia nei confronti degli autori della iniziativa, che vorrà portare avanti, valuteremo insieme ai colleghi la possibilità di presentare una mozione a tale proposito. Chi non ha rispetto dei morti, (né dei vivi visto il testo) merita una punizione esemplare, anche perché certamente non possono essere d'esempio per i nostri giovani". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Video tra i caduti della Grande guerra, coppia di trapper nella bufera
TriestePrima è in caricamento