rotate-mobile
Anna accademico 2024-25

Università, partite oggi le immatricolazione per il prossimo anno accademico

Diverse le novità, dall'innalzamento della no tax area all'esordio di nuovi corsi di laurea triennali e magistrali. L'ateneo giuliano garantisce a un anno dal conseguimento del titolo dati occupazionali sopra la media nazionale e regionale

TRIESTE - Da oggi 3 giugno sono aperte le immatricolazioni all'Università di Trieste per il prossimo anno accademico. Sono 43 le lauree triennali e a ciclo unico, oltre a 37 magistrali, nelle tre macro-aree tecnologico-scientifica, scienze della vita e della salute, scienze sociali e umanistiche. Tra le novità per l’anno accademico 2024/25 il corso di primo livello in dietistica (in attesa di accreditamento ministeriale) che sarà attivato nella sede di Pordenone. Il corso abilita allo svolgimento della professione di dietista, finalizzata a promuovere una corretta alimentazione nelle diverse età della vita e la migliore nutrizione in ambito preventivo e clinico, nella ristorazione collettiva, nella ricerca e docenza. I posti disponibili sono 30 e prevedono il superamento del test nazionale per le professioni sanitarie. A tal proposito l’Università di Trieste organizza un corso di preparazione gratuito, il 17 e 18 luglio, per le prove di ammissione ai corsi di laurea di area medico-sanitaria. E’ possibile iscriversi fino a esaurimento dei 460 posti disponibili e in ogni caso non oltre il 15 luglio 2024, compilando il form.  Il 1 luglio saranno poi presentati ufficialmente i corsi di laurea magistrale in Engineering for the energy transition e in european policies for digital, ecological and social transitions, due assolute novità rispettivamente a livello internazionale e nazionale.

No tax area innalzata a 30 mila euro

UniTs ha previsto un ulteriore innalzamento della no tax area, che arriva a 30 mila euro (con Isee – Università inferiore o uguale a questa cifra), e ha mantenuto l’ampio impianto di esoneri totali e parziali, riduzioni e contribuzioni per merito. Resta in vigore l'esonero totale per i vincitori delle borse dell’Agenzia regionale per il diritto allo studio universitario, assegnate negli ultimi anni al 100 per cento degli aventi diritto. Confermate, inoltre, le agevolazioni per merito che rappresentano la metà dei contributi totali per esoneri parziali e riduzioni.

Dati occupazionali al top

L’ateneo giuliano garantisce un lavoro a dodici mesi dal titolo all’81,6 per cento dei laureati triennali a fronte del 75,4 per cento della media nazionale e dell’80,2 per cento del Friuli Venezia Giulia. Il 90 per cento dei laureati magistrali, infine, è occupato a cinque anni dal titolo (88,7 per cento il dato nazionale) e l’83 per cento a un anno (media italiana 77,1 per cento). E’ questa la fotografia più chiara emersa dal rapporto Almalaurea 2023. moduli-formativi. Le iscrizioni sono ancora aperte!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, partite oggi le immatricolazione per il prossimo anno accademico

TriestePrima è in caricamento