Jotun Italia, record di fatturato: nuova maxi-commessa da MSC

Il CdA di Jotun Italia SpA – leader di mercato nella produzione di vernici per i settori Marina e fra i principali attori nei segmenti Protezione Industriale, Megayacht e Yachting – nell’approvare il bilancio al 30.09, con un fatturato pari a 23,3 milioni di Euro, ha raggiunto un record assoluto

Il Consiglio di amministrazione di Jotun Italia SpA – leader di mercato nella produzione di vernici per i settori Marina e fra i principali attori nei segmenti Protezione Industriale, Megayacht e Yachting – nell’approvare il bilancio al 30.09, con un fatturato pari a 23,3 milioni di Euro, ha raggiunto un record assoluto: negli ultimi dodici mesi (settembre 2014 - settembre 2015) ha superato 30,7 milioni di Euro, un risultato migliore rispetto ai dodici mesi dello scorso anno, chiusi a 28,8 milioni di Euro.

Lo rende noto il fondatore e Amministratore delegato, Vittorio Pedicchio, evidenziando l’importante traguardo raggiunto, in un periodo sicuramente non facile per le imprese italiane e triestine, grazie all’acquisizione di alcune commesse molto importanti, proprio nel venticinquesimo anniversario di attività dell’azienda.

Fra queste – spiega Vittorio Pedicchio – nel settore della Protezione Industriale quella per l’impianto petrolifero ENI in Val d’Agri, dal valore di oltre 2 milioni di Euro: dopo sei mesi di test e di verifiche insieme a Tecnoindustrie ci siamo aggiudicati la commessa per la fornitura di un prodotto intumescente (Jotachar JF750), ossia una vernice resistente al fuoco capace di garantire la massima sicurezza, che è stato applicata su 7.000 mq, utilizzando circa 186.000 kg di prodotto.

Proprio in questi giorni – continua Pedicchio riferendosi al settore Marina – abbiamo firmato l’ordine per la fornitura di vernici da utilizzarsi per 2 nuovi navi da crociera MSC Mediterranean Shipping Company, in costruzione al cantiere Fincantieri di Monfalcone. Inoltre, abbiamo applicato il nostro prodotto innovativo su 4 portacontainer MSC durante le fasi di carenaggio: si stratta del sistema HPS, auto levigante, che consente di far risparmiare carburante.

Quello delle vernici – sottolinea l’Amministratore delegato Pedicchio – è un settore molto competitivo che ha premiato le scelte aziendali, condivise con la capogruppo – la multinazionale norvegese Jotun – il management e i 44 dipendenti della società (con 5 nuove assunzioni in due anni), a cui si aggiunge una qualificata rete di agenti e distributori.
Gli obiettivi strategici 2016-2018 prevedono il consolidamento delle quote per i mercati dei carenaggi e delle provviste di bordo nel settore navale; un aumento della copertura nel mercato italiano ed export per il settore Protezione Industriale; un incremento delle vendite per i segmenti Megayacht e Yachting. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mentre per il settore Megayacht (imbarcazioni superiori ai 30 metri) Jotun Italia è molto conosciuta, collaborando già da diversi anni con i più grandi cantieri italiani – ad esempio, Rossinavi e Azimut Benetti a Viareggio, CRN ad Ancona per il versante adriatico – l'azienda vuole incrementare la riconoscibilità del marchio verso il privato/armatore di imbarcazioni da diporto, particolarmente interessato ai nuovi prodotti Yachting (ad esempio quelli per la cura dell'osmosi della carena), lanciando la linea da diporto annunciata in occasione della Barcolana: il sistema Xtreme, composto da XPrimer e Xtreme Gloss. 
A tali obiettivi – conclude Vittorio Pedicchio – si aggiungono quelli legati agli investimenti in ricerca e sviluppo di prodotti e processi innovativi che ci consentiranno di offrire ai clienti soluzioni ecocompatibili e più durevoli nel tempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ministro Speranza ha deciso: tampone obbligatorio per chi torna dalla Croazia

  • Tamponi al rientro dalle vacanze in Croazia: cosa dice l'ordinanza

  • Bonus da 600 euro, anche il consigliere regionale Franco Mattiussi tra i beneficiari

  • L'Italia e la Slovenia isolano la Croazia, l'Istria "sbotta" e scrive a Zagabria

  • Obbligo di tampone al rientro dalla Croazia, le indicazioni dell'Azienda Sanitaria

  • Nascondeva un arsenale da guerra in casa: arrestato 60enne a Muggia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento