Capelli secchi e pelle disidrata dal sole? Il rimedio naturale durante le vacanze estive

Durante l'estate la cura dei capelli è fondamentale, spesso ci si ritrova con una chioma secca e disidratata dal vento e dalla salsedine a causa del mare. Anche i trattamenti chimici contribuiscono a rovinarla. Il burro di Illipé può essere un buon alleato, ecco i nostri consigli

Capelli disidratati dal vento e dalla salsedine di ritorno dalle vacanze al mare? Capelli secchi e rovinati dalle troppe tinture o da trattamenti liscianti con piastre e ferri caldi? Serve sicuramente un rimedio che rigeneri i capelli dalla radice alle punte. In questo caso, il burro di Illipé è la risposta più indicata per ricostruire i nostri capelli. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Il burro di Illipé, le origini

Il burro o olio di illipè, detto anche “burro di mowrah” in India, viene ricavato dai semi di un albero originario del Borneo, in Indonesia. Possiede una consistenza dura, ma allo stesso tempo è un ottimo idratante per la pelle e viene anche usato nell’industria dolciaria. Ha un colore che va dal bianco avorio al rosa e ha un profumo che ricorda vagamente le noci. Esso viene estratto tramite pressione a freddo dai semi di questo albero tropicale. 

Proprietà e benefici

Il burro di Illipé possiede molteplici proprietà ed è largamente utilizzato nell’industria fitocosmetica, per la produzione di saponi, balsami per le labbra, candele da massaggio, balsami e maschere per capelli. Vanta proprietà idratanti, nutritive, elasticizzanti e cicatrizzanti. È un ottimo rimedio “salva capelli” che può essere impiegato direttamente su tutta la lunghezza delle chiome e anche sulla cute. È utilizzato per far cicatrizzare le ferite, per curare le scottature solari, per curare le ulcere della bocca, per curare i calli dei piedi e delle mani. Questo burro può essere usato puro oppure combinato con altri burri o olii emollienti come l'olio di borragine, olio di mandorle dolci, olio di macadamia o burro di karitè.

Su cosa agisce il burro di Illipé

  • Capelli fortemente stressati da trattamenti chimici, come permanenti, tinture con fissativi all’ammoniaca, o da trattamenti meccanici come le piastre liscianti o i ferri arricciacapelli. Applicate il burro su tutta la lunghezza dei vostri capelli, più tempo resta in posa meglio è per consentire una profonda ricostruzione del capello. 

  • Capelli disidratati dalla salsedine, dal vento, dal cloro, da lavaggi quotidiani. Il burro di Illipé può essere applicato tutti i giorni, una volta in spiaggia sui capelli inumiditi, dona un effetto bagnato alla chioma, la protegge dagli agenti disidratanti, e nel contempo nutre, idrata e rigenera il capello. 

  • Cute secca, forfora, capelli grassi possono essere riequilibrati con il burro, da applicare direttamente alla radice del capello, sulla cute. Le sue proprietà eudermiche, svolgono un’azione idratante e cicatrizzante. Calma il prurito e rigenera il tessuto desquamato.

Inoltre, tale burro protegge le punte, evita che si spezzino, e se già sfibrate ne previene la bruciatura, con conseguente effetto schiarito e crespo. 

Dove trovare il burro di Illipé a Trieste

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque metodi naturali per un piano cottura brillante

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Nudo e ubriaco prende il sole al Cedas davanti a tutti

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Delirio in piazza Libertà: sacco lanciato tra auto in corsa e urla senza senso

  • Malore fatale al Molo G: deceduto uomo di 77 anni

Torna su
TriestePrima è in caricamento