rotate-mobile
Come e quando igienizzarle?

Giornata dell'igiene delle mani: perché pulirle in modo corretto è importante per la salute

Dal 2005, ogni anno, l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) promuove, per il 5 maggio, la Giornata mondiale per il lavaggio delle mani per ricordare l’importanza di questo gesto semplice, ma essenziale, nella prevenzione delle infezioni trasmissibili

Dal 2005, ogni anno, l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) promuove, per il 5 maggio, la Giornata mondiale per il lavaggio delle mani per ricordare l’importanza di questo gesto semplice, ma essenziale, nella prevenzione delle infezioni trasmissibili, soprattutto negli ambienti ospedalieri e di cura. Un tema diventato particolarmente importante negli ultimi anni.

Soprattutto in ambito assistenziale, ma anche nella comunità, lavarsi le mani correttamente impedisce la trasmissione dei microrganismi responsabili di molte malattie infettive, dalle più frequenti come l'influenza e il raffreddore, a quelle più severe come le infezioni correlate all’assistenza (ICA). In particolare, durante l’emergenza pandemica da SARS-Cov-2 tuttora in corso anche in Italia, è di cruciale importanza lavarsi correttamente le mani, a casa, nei luoghi di cura, in comunità, al fine di evitare il contagio, ridurre la trasmissione del virus e limitare il rischio di co-infezione con altri microrganismi.

Quando lavare le mani: il rapporto

Lavare le mani è un gesto quotidiano che spesso sottovalutiamo ma in realtà è anche il più semplice ed efficace per proteggere la propria e l'altrui salute. Secondo un rapporto della Royal Society for Public Health britannica, una persona su quattro non dà sufficiente importanza alla pulizia della casa. Proprio da questo studio sono stati individuati i 7 momenti in cui si dovrebbero assolutamente lavare le mani. Questi sono: 

  • prima di preparare e/o maneggiare il cibo;
  • dopo aver portato fuori la spazzatura;
  • dopo aver assistito familiari affetti da infezioni;
  • dover aver curato/toccato un animale domestico;
  • dopo essere stati in bagno; 
  • dopo aver starnutito;
  • dopo aver maneggiato strofinacci e spugne sporche.

Inoltre, gli autori hanno dichiarato che il 23% delle 2mila persone intervistate è convinto che i bambini abbiano bisogno di essere esposti a germi pericolosi per costruire e rinforzare il proprio sistema immunitario. Una credenza potenzialmente rischiosa, che può portare all'esposizione a infezioni pericolose.

Come lavarle

Secondo gli esperti, per lavarsi correttamente le mani è importante tenerle sotto il getto d’acqua per almeno 20 secondi, sfregandole bene con l’aiuto del sapone. Inoltre, bisogna sempre pulire le superfici della cucina e del bagno, e cambiare frequentemente stracci, spugne e salviette.

Fai da te, come realizzare saponi naturali per la nostra igiene personale

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata dell'igiene delle mani: perché pulirle in modo corretto è importante per la salute

TriestePrima è in caricamento